Lo schema da 6 milioni di sterline sarebbe il primo del suo genere in Gran Bretagna, secondo lo sviluppatore Building for Humanity, e ospiterebbe veterani senzatetto e famiglie a basso reddito in 46 eco-case che possono essere “stampate” ciascuna in poche settimane.

BfH, un fornitore di alloggi senza scopo di lucro che cerca di migliorare la sostenibilità e l’efficienza nel settore, sta lavorando con Harcourt Technologies, un fornitore di tecnologia di stampa 3D per costruzioni nel Regno Unito e in Irlanda.

Il team di Harcourt, composto da architetti, ingegneri, scienziati dei materiali e tecnici edili, ha sviluppato e testato la tecnologia negli ultimi 18 mesi in preparazione per il lancio commerciale.

 

Oltre allo sviluppo di 46 case ecologiche, che saranno un mix di appartamenti con una e due camere da letto e case con tre e quattro camere da letto, i piani includono anche un centro comunitario e un centro di formazione, nonché giardini privati ​​e comunali .

Lo sviluppo proposto, a Charter Street, sarà il primo progetto residenziale 3DCP nel Regno Unito e il più grande sviluppo di questo tipo in Europa, secondo i partner. lavorando in questo modo:

Riduce il rapporto costo del lavoro (30% vs 70%)
Riduce i tempi del sito fino al 50%
Riduce gli sprechi comparativi del 60%
Prevista una riduzione dei costi del 25% rispetto alla costruzione comparabile che sostituisce
I progressi ad Accrington seguono la notizia di settembre che la prima casa multipiano stampata in 3D in Nord America era stata completata .

Scott Moon, fondatore di Building for Humanity, ha dichiarato: “Il nostro obiettivo è garantire che alloggi di qualità siano accessibili a tutti attraverso il nostro modello di alloggi a prezzi accessibili. Il modello è semplice, creare un istituto di beneficenza per la casa che sia guidato dalla realizzazione e dal benessere umano piuttosto che dal profitto.

“Tutti i profitti in eccesso vanno al nostro partner di beneficenza scelto Homes for Humanity, il che significa che va nella comunità per fornire alloggio, supporto e formazione. In definitiva, questo sviluppo riguarda molto di più delle abitazioni, riguarda le persone e il dare loro l’opportunità di prosperare”.

I piani per il sito sono stati originariamente approvati dall’Hyndburn Council nel 2021, con la firma del progetto rivisto nell’aprile di quest’anno.

Justin Kinsella, CEO di HTL.tech, ha dichiarato: “L’obiettivo principale di HTL è sviluppare l’uso del 3DCP per creare soluzioni edilizie meno dispendiose e più sostenibili che sfruttino i vantaggi della tecnologia di produzione avanzata per fornire strutture convenienti, di qualità superiore, più veloci e più in modo affidabile e rispettoso dell’ambiente”.

In preparazione per il Charter Street Project, HTL ha lavorato presso una struttura di ricerca e sviluppo presso l’Accrington & Rossendale College. Lavorando in collaborazione con Harcourt Architects e la società di ingegneria strutturale Lindsay Baxter Design, hanno sviluppato con successo l’applicazione della tecnologia per essere conforme alle normative edilizie del Regno Unito.

Il college sosterrà ulteriormente la tecnologia facilitando un corso introduttivo al 3DCP il 21 ottobre.

Lo sviluppo di Charter Street dovrebbe essere completato entro la metà del tempo delle metodologie di costruzione tradizionali, hanno affermato i partner, aggiungendo che il centro comunitario e il centro di formazione mostreranno le capacità a forma libera della tecnologia e fungeranno da centro di incontro e formazione per i residenti .

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi