Ken Pillonel è in vantaggio su Apple e crea i primi AirPod con USB-C

I primi AirPod con porta USB-C sono già una realtà
Torna in scena Ken Pillonel, lo studente di robotica diventato famoso nel 2021 per aver creato il primo iPhone con una porta USB-C. Questa volta, ha adattato la custodia degli AirPods per non fare più affidamento sul connettore Lightning.
 
Ken Pillonel ha fatto di nuovo centro. Lo studente di robotica, che nel 2021 è diventato famoso per aver creato il primo iPhone con porta USB-C , è riapparso con un nuovo progetto. Questa volta ha esaudito il desiderio di molti, scartando il connettore Lightning dalla custodia di alcune AirPods .

Sì, hai letto bene. I primi AirPod con porta USB-C nella loro custodia sono già una realtà e, che tu ci creda o no, puoi adattare il tuo anche a casa. A patto che tu abbia le conoscenze e l’attrezzatura necessaria per raggiungerlo, ovviamente.

 
In questo caso, il progetto di Pillonel è partito da una premessa diversa rispetto a quella che gli ha dato il suo originale momento di notorietà. Il giovane ingegnere si è proposto di affrontare quella che, secondo lui, è la principale pecca delle AirPods: l’impossibilità di sostituire la batteria inclusa nella custodia .

Trattandosi di un vano sigillato, è impossibile aprirlo per sostituire la batteria in caso di esaurimento. Almeno non senza romperlo. Pertanto, ha deciso di spiegare come tagliare una sezione della custodia degli auricolari Apple per adattarla a una nuova batteria e sostituire la custodia danneggiata con una stampata in 3D.

Tuttavia, Pillonel ha concluso che durante il processo c’era un’alta probabilità che la porta Lightning venisse danneggiata . E poiché Apple non vende parti di ricambio ufficiali per questo, l’unica alternativa per continuare lungo il percorso “ufficiale” è rimuoverlo da un’altra custodia AirPods. Ma il suddetto ha deciso di spingersi un po’ oltre e di sostituirla con una porta USB-C, tenendo conto delle normative europee che renderanno obbligatorio l’utilizzo di un comune caricabatterie dal 2024 .

Nelle ultime ore, lo studente di robotica ha pubblicato su YouTube un video che mostra l’intera procedura. Inoltre, ha rilasciato i design delle custodie per la custodia degli AirPods, in modo che chiunque possa stamparli da solo; e ha anche reso disponibile il design delle modifiche da apportare per cambiare la porta Lightning con una USB-C.

Inutile dire che anche tutto ciò che c’è di nuovo in questa iniziativa è irrealizzabile . Come per il progetto iPhone USB-C, Pillonel ha progettato e commissionato un circuito stampato personalizzato. Ciò gli ha permesso di riorganizzare le “viscere” della custodia degli AirPods per renderle compatibili con il nuovo connettore.

 
Ribadisco il concetto precedente. Ciò che fa questo giovane ingegnere è affascinante e invia un messaggio ad Apple in merito a determinate pratiche o scelte di design (e aziendali) con cui molti sicuramente non sono d’accordo. Tuttavia, trattandosi di una modifica così profonda, non è una proposta “fai da te” alla portata di tutti.

In ogni caso, fa capire che oggi non c’è ostacolo tecnico che non possa essere evitato sulla base dell’ingegno e della conoscenza . Non dimentichiamo che, oltre a dotare iPhone e AirPods di USB-C, l’ingegnere svizzero ha potuto adattare la porta Lightning di Apple su un Samsung Galaxy A51 .

 

di Ken Pillonel

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi