Il Model No la stampa 3d di mobili partendo dai rifiuti agricoli

Modello n. 3D stampa mobili da rifiuti agricoli

La stampa 3D è spesso vista come una delle tecnologie sostenibili chiave , principalmente perché può produrre strutture complesse in una singola parte, facilita la progettazione efficiente e crea meno rifiuti. Ancora di più, quando questa tecnologia viene combinata con risorse che vengono riutilizzate invece di essere scartate, l’efficienza sale alle stelle. Sulla base di questa idea, una startup che produce mobili ad arte ha portato il concetto di economia circolare a nuovi livelli. Combinando gli scarti di materiali agricoli provenienti da fonti sostenibili, il modello n. Con sede in California ha creato arredi personalizzati su richiesta utilizzando la tecnologia di stampa 3D .

Ogni articolo è stampato in 3D da biopolimeri e resine vegetali che forniscono flessibilità di personalizzazione senza la necessità di prodotti petrolchimici dannosi , comunemente utilizzati durante la tradizionale produzione e finitura di prodotti di arredamento. I materiali eco-compatibili di Model No. provengono dai resti di colture alimentari che riducono ulteriormente gli sprechi e consentono il riciclo delle risorse inutilizzate. Poiché questi biopolimeri sono realizzati da piante che vengono continuamente reimpiantate, l’ossigeno prodotto aiuta anche a compensare eventuali emissioni di anidride carbonica nel processo di produzione.

Il modello n. Utilizza resine riciclate e bio per stampare ogni mobile, come parte del suo impegno per un design di mobili ecologico.

Con la missione di ridefinire il futuro dei mobili, i co-fondatori Jillian Northrup, Jeffrey McGrew e Vani Khosla hanno creato un’azienda che opera all’intersezione tra design, tecnologia e sostenibilità. Ognuno dei pezzi realizzati ad arte è offerto con una selezione di modelli pre-personalizzati creati dal team di progettazione del numero di modello, che possono essere ordinati così come sono, o possono essere completamente personalizzati per adattarsi a uno stile, budget e casa particolari .

Stampato in 3D su stampanti 3D di grandi dimensioni e personalizzate nella struttura di Model No., ogni arredo può essere prodotto internamente e consegnato in due settimane, eliminando lunghi tempi di attesa e dispendiosi inventari. Ognuno può essere personalizzato utilizzando gli strumenti di controllo numerico computerizzato (CNC) dell’azienda per creare pezzi davvero unici, regolando tutto, dalle dimensioni e dai contorni al colore e ai materiali di finitura.

Model No. utilizza stampanti 3D personalizzate internamente per creare i suoi arredi personalizzati.

Avere la capacità di stampa direttamente nel sito di produzione consente inoltre ai team di progettazione e produzione di realizzare modelli su piccola scala di ciascuna idea. Trovare la giusta combinazione di opzioni di forma e personalizzazione di solito richiede molte iterazioni di schizzi e prototipi su piccola scala. Northrup ha dichiarato nel sito Model No. che realizzare i prototipi più piccoli è un ottimo modo per prendere decisioni di progettazione in modo rapido ed economico:

” Una volta che vediamo la versione piccola del pezzo in mano, possiamo eseguire prove di stress preliminari e analisi delle proporzioni visive, facendoci sapere quali cambiamenti dobbiamo apportare affinché il pezzo sia veramente funzionale oltre che bello .”

Modello n. Processo di progettazione e produzione per creare mobili utilizzando la tecnologia di stampa 3D e rifiuti agricoli.

Insieme alle capacità di pianificazione approfondite, il team fa affidamento sulle sue sei macchine da stampa 3D per creare alcuni progetti intricati e complessi che sono intrinsecamente possibili grazie alla tecnologia. Man mano che la società continua a crescere, continuerà a sviluppare costantemente nuove tecnologie interne per migliorare la funzionalità e sfruttare e contribuire ad altre innovazioni e tecnologie open source di tutto il mondo.


Dalla fondazione dell’azienda nel 2018, il team di designer ha lavorato per produrre una varietà di tavoli , sedute e arredi . Con più di 35 opzioni di prodotto, che vanno dai vasi ai tavolini da caffè, i clienti hanno un’ampia varietà di colori, design e budget tra cui scegliere, il che può portare a pezzi unici.

I tavolini modello n. Sono stampati in 3D utilizzando rifiuti agricoli e personalizzabili.

La produzione tradizionale di mobili continua ad avere un forte impatto sull’ambiente. Secondo la US Environmental Protection Agency (EPA), la quantità di mobili e arredi che finiscono in una discarica è passata da 7,6 milioni di tonnellate nel 2005 a 9,7 milioni di tonnellate nel 2015 e il tasso di aumento sta accelerando. Il legno era la categoria di materiale più ampia nei mobili e i metalli ferrosi la seconda categoria più grande. Sono state trovate anche plastica, vetro e altri materiali.

I mobili hanno anche un’impronta di carbonio significativa, che include tutto, dai materiali utilizzati, al processo di produzione, ai costi ambientali dello stoccaggio a clima controllato, alla spedizione. In effetti, My Tool Shed con sede nel Regno Unito ha riferito nel 2019 che il mobile medio consuma circa 47 kg di anidride carbonica equivalente, che è lo stesso di 5,3 galloni di benzina consumata o guidando da 30 a 60 miglia.

Il team di produzione di Model No. realizza mobili di grandi dimensioni utilizzando la stampa 3D e materiali sostenibili.

Invece, Model No. spera di fare le cose in modo diverso. Oltre ai biopolimeri e alle resine vegetali, l’azienda utilizza legno raccolto in modo sostenibile per alcuni dei mobili più grandi, come i tavoli da pranzo e in particolare per una chaise longue curva dal design ergonomico, il prodotto di punta dell’azienda. Quando possibile, i progettisti scelgono di utilizzare specie locali in tutti i dettagli in legno dei suoi prodotti, il che significa che non è coinvolta la deforestazione o il taglio netto.

L’uso di materiali riciclabili locali fabbricati negli Stati Uniti aiuta a evitare l’impatto ambientale negativo dell’importazione di materiali dall’estero e si è dimostrato molto pratico durante la pandemia COVID-19 del 2020 che ha cambiato il mondo e trasformato le catene di approvvigionamento globaliin un incubo commerciale. La dipendenza di Model No. dalle risorse locali e dalla sua tecnologia di stampa 3D proprietaria si è dimostrata una soluzione ideale mentre il mondo si muove verso migliori strutture di produzione, sistemi e tecnologie interne che implicano la riduzione al minimo della quantità di inventario contenuto nelle catene di approvvigionamento globali. I risultati sono chiari, sfogliando il sito dell’azienda, i pezzi progettati ad arte evocano tagli netti ed eleganza minimalista, capaci di abbellire qualsiasi spazio abitativo, ma soprattutto, sono dotati del sigillo aggiuntivo di sostenibilità e tecnologia dirompente al centro.

Be the first to comment on "Il Model No la stampa 3d di mobili partendo dai rifiuti agricoli"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi