L’appassionato di aviazione e YouTuber Peter Sripol potrebbe essere riuscito a creare un paramotore con la sua stampante 3D, 50 motori per droni, la colla a caldo e il nastro adesivo e la colla vinilica…… Ma il suo avvertimento a chiunque guardi il video qui sotto è piuttosto semplice: “Non provatelo a casa……….”

Peter Sripol ha avuto l’idea un giorno di utilizzare la sua stampante 3D per sviluppare un nuovo tipo di macchina volante. Per fare ciò, ha utilizzato 50 motori per droni, molto nastro adesivo e il telaio per i motori della stampante 3D. Con il suo jetpack fatto da sé, riesce a librarsi sopra il suolo per un massimo di cinque minuti.

Il paramotore o il parapendio a motore è una forma di aviazione ultraleggera in cui il pilota indossa un motore montato sul retro (un paramotore), che fornisce una spinta sufficiente per decollare utilizzando un parapendio. Può essere lanciato in aria ferma, o in piano, dal solo pilota senza alcuna assistenza. Nel suo ultimo video, Sripol ci guida attraverso il processo di creazione di un paramotore fatto in casa con parti di droni.

E dobbiamo dire che la macchina volante dello YouTuber sembra molto divertente. MA il paramotore fa troppo uso di nastro adesivo per fidarsi e affidare la propria vita a questo aggeggio….

Anche le batterie che alimentano i 50 motori dei droni su quello che Sripol chiama il “paramotore elettrico più abbozzato del mondo” sono incollate sull’apparato perché non c’era tempo per costruire i supporti. Per fortuna, Sripol non salta giù da una scogliera per testare la sua creazione.

E hey, le batterie non riescono a fare il loro lavoro, anche se il run-time è limitata a cinque minuti. Detto questo, ci vuole un tipo speciale di forza d’animo per sedersi attraverso il suono stridente di 50 motori di droni alle tue spalle.

Nel video, Sripol mostra più voli di prova con vari gradi di successo. Ce n’è uno in cui uno dei motori dei droni smette di funzionare e il paramotore non decolla, forse anche per problemi di limite di peso. In un altro volo di prova, un motore inizia a staccarsi a mezz’aria perché alcune viti si sono allentate e deve essere effettuato un atterraggio di emergenza.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi