IL PROGETTO EU AMPERE CERCA DI SVILUPPARE PROCESSI DI STAMPA 4D SCALABILI PER LA MECCATRONICA
 
L’azienda tedesca di stampa 3D elettronica Neotech AMT ha annunciato il lancio di un nuovo progetto Penta AMPERE, sostenuto dall’UE, che sta cercando di sviluppare processi di produzione additiva ibridi affidabili e scalabili per la produzione di sistemi meccatronici 4D multifunzionali.

La meccatronica si riferisce a una branca dell’ingegneria che riunisce sistemi di ingegneria elettronica, elettrica e meccanica, inclusa una combinazione di robotica, elettronica, computer e telecomunicazioni, tra le altre cose.

Nel frattempo, la stampa 4D è un processo nascente mediante il quale un oggetto stampato in 3D si trasforma nel tempo in un’altra struttura a causa di un input di energia esterna come la temperatura o la luce. 

Per combinare e sviluppare queste due idee emergenti, un consorzio di 10 importanti partner di ricerca e industriali provenienti da Germania e Paesi Bassi si è unito per il progetto AMPERE, che durerà fino al 31 marzo 2024.

“Il progetto AMPERE è un progetto estremamente entusiasmante e ambizioso nel campo dell’AM e genererà sostanziali vantaggi aziendali”, ha affermato il dott. Martin Hedges, amministratore delegato di Neotech. “Il progetto consentirà design di prodotti unici, che per la prima volta combinano funzionalità meccaniche, elettriche e ottiche prodotte su scala industriale.

“INOLTRE, LA NATURA FLESSIBILE DEI SISTEMI DI PRODUZIONE SVILUPPATI CONSENTIRÀ UNA RISPOSTA PIÙ RAPIDA AI CAMBIAMENTI DEL MERCATO E APRIRÀ NUOVE AREE DI APPLICAZIONE PER QUESTA TECNOLOGIA EMERGENTE”.
 

Neotech si è precedentemente impegnata in diversi progetti per far progredire la stampa 3D . Uno di questi si è concentrato sullo sviluppo di tecniche di produzione ibride per polimeri stampati in 3D ed elettronica stampata in 3D, mentre un altro ha esplorato la stampa di substrati ceramici come complemento alla stampa 3D elettronica.

La società ha anche presentato i suoi dispositivi elettronici stampati in 3D “Fully Additive” a RapidTec nel 2019, che erano dotati di funzionalità elettroniche sia esternamente che incorporati all’interno del corpo stampato in 3D del dispositivo. 

Più di recente, Neotech ha lanciato un progetto congiunto con il gruppo TAMS dell’Università di Amburgo per sviluppare un sistema di garanzia della qualità basato sull’intelligenza artificiale (AI) per l’elettronica stampata in 3D . Il progetto mira a spianare la strada al controllo a ciclo chiuso per i processi di produzione additiva ibrida e alla riduzione degli errori di stampa.

 

I partner del consorzio stanno lavorando insieme nell’ambito del bando AMPERE del progetto Penta per affrontare le sfide create dal rapido sviluppo dell’economia digitale globale attraverso la creazione di nuove innovazioni tecnologiche. 

Penta è guidata dall’Agenda strategica per la ricerca e l’innovazione (SRIA) di Electronic Components & Systems (ECS) e si concentra sull’accelerazione della produzione digitale 4D scalabile per avvicinare la produzione affidabile di sistemi intelligenti per l’illuminazione, l’elettronica di segnale e di potenza e i dispositivi medici . 

A far parte del consorzio Neotech c’è la Eindhoven University of Technology , la Fraunhofer-Gesellschaft zur Förderung der angewandten Forschung eV , Philips Electronics Nederland BV , Reden BV , Signify , TNO , VSL BV , Wurth Elektronic GmbH e XENON Automation GmbH .

Per tutta la durata del progetto AMPERE, il consorzio di 10 persone si impegnerà a sviluppare e combinare tecnologie di produzione additiva per la produzione di tali prodotti meccatronici 4D intelligenti. 

L’obiettivo è sviluppare queste tecnologie in modo che siano allo stesso tempo robuste e scalabili, in grado di facilitare la produzione di piccole serie e prodotti personalizzati di massa, nonché elevati volumi di produzione di oltre 10.000 parti.

I prodotti creati durante il progetto presenteranno una combinazione di funzionalità meccaniche, elettriche e ottiche integrate e saranno dotati di quelli che Neotech descrive come “processi intelligenti”. 

I partner del consorzio dimostreranno i loro approcci di produzione ibrida sviluppati attraverso tre casi di studio di prodotti meccatronici. Produrranno apparecchi di illuminazione a LED, elettronica di segnale e potenza e dispositivi medici utilizzando i processi sviluppati.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi