Sappiamo tutti che le cellule staminali sono la materia prima dei tessuti e degli organi umani.Da quando è stata scoperta la capacità delle cellule staminali pluripotenti di differenziarsi in organi specifici, gli organi artificiali sono diventati la principale direzione delle applicazioni delle cellule staminali. Tuttavia, è ancora difficile coltivare un organo completo da cellule staminali in vitro, fino a quando la tecnologia di stampa 3D non è entrata nel campo della biologia

La Cina approva il primo studio clinico al mondo per innesti vascolari di cellule staminali biostampati in 3D 

Revote k ha ricevuto l’autorizzazione dalla National Health Commission of  China  per avviare uno studio clinico nel West China Hospital di  Chengdu , con il suo primo prodotto di bioprinting 3D di cellule staminali, REVOVAS.

“L’autorizzazione segna un’importante pietra miliare per Revotek. Siamo entusiasti di far avanzare REVOVAS, il nostro primo prodotto di bioprinting 3D di cellule staminali per pazienti con malattie delle arterie periferiche (PAD), e speriamo che il prossimo studio servirà da convalida del nostro 3D di cellule staminali piattaforma di bio-stampa nel suo insieme”, ha affermato  Yin Xie , CEO di Revotek, “Questo studio iniziale aiuterà a determinare la sicurezza e la potenziale efficacia della piattaforma di stampa biologica 3D di cellule staminali e segnerà il suo posto come nuova cellula staminale autologa -piattaforma terapeutica per fornire terapie rigenerative per una serie di malattie croniche, raggiungendo pazienti con varie malattie cardiovascolari e molte altre, con questa terapia che cambia la vita.

L’autorizzazione consente uno studio clinico per valutare la sicurezza di REVOVAS nei soggetti con PAD. Revotek prevede di iniziare lo studio clinico nel secondo trimestre del 2022.

Il 21 febbraio 2022, Sichuan Blu-ray Inno Biotechnology Co., Ltd. ha annunciato che il suo primo prodotto al mondo per la biostampa 3D di cellule staminali, REVOVAS®, ha ricevuto l’approvazione clinica dalla Commissione sanitaria nazionale. Gli studi clinici inizieranno al West China Hospital. Blu-ray Innova prevede di iniziare gli studi clinici nel secondo trimestre del 2022.

La stampa 3D e la tecnologia di stampa 3D biomedica
sono apparse a metà degli anni ’90 ed è in realtà l’ultimo dispositivo di prototipazione rapida che utilizza tecnologie come la fotopolimerizzazione e la laminazione della carta. È fondamentalmente la stessa della stampa normale. La stampante è dotata di “materiali di stampa” come liquidi o polvere. Dopo il collegamento al computer, i “materiali di stampa” vengono sovrapposti strato dopo strato tramite il controllo del computer e infine il progetto sul il computer si è trasformato in una cosa reale. Questa tecnologia di stampa è chiamata tecnologia di stampa stereo 3D.

Nel 1986, lo scienziato americano Charles Hull ha sviluppato la prima macchina da stampa 3D commerciale. Ricercatori biologici hanno visto le prospettive applicative della tecnologia di stampa 3D in medicina.Nel novembre 2012, scienziati scozzesi hanno utilizzato cellule umane per stampare per la prima volta tessuto epatico artificiale con una stampante 3D.

Il 10 dicembre 2018, gli astronauti russi sono riusciti a stampare la ghiandola tiroidea di un topo da laboratorio a gravità zero utilizzando una biostampante 3D sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Il 14 gennaio 2019, l’Università della California, San Diego ha pubblicato un articolo sulla rivista Nature Medicine, utilizzando per la prima volta la tecnologia di stampa 3D rapida per creare un’impalcatura del midollo spinale che imita la struttura del sistema nervoso centrale. cellule staminali, è stato impiantato nel midollo spinale e nella colonna vertebrale ferita del ratto ha aiutato con successo il ratto a ripristinare la funzione motoria.

Il 15 aprile 2019, i ricercatori dell’Università di Tel Aviv in Israele hanno utilizzato il tessuto del paziente come materia prima per stampare in 3D il primo cuore “completo” al mondo con cellule, vasi sanguigni, ventricoli e atri, che è il primo al mondo (3D stampa). cuore). Ma il cuore non funzionava correttamente perché il cuore aveva le dimensioni di una ciliegia e le cellule dovevano essere ingrandite in modo che le cellule avessero abbastanza tessuto per costruire un cuore di dimensioni umane. Inoltre, limitato dalla risoluzione dell’attuale tecnologia di stampa 3D, è impossibile stampare tutti i minuscoli vasi sanguigni del cuore.

Cellule staminali 3D bioprint vasi sanguigni
Blu-ray Inno è un’impresa high-tech incentrata sulla riparazione e rigenerazione dei tessuti delle cellule staminali. Fondata nel 2014. L’azienda ha sviluppato in modo indipendente la prima piattaforma tecnologica al mondo con cellule staminali bio-brick® (Biosynsphere®) con diritti di proprietà intellettuale indipendenti e ha sviluppato vasi sanguigni biostampati in 3D con cellule staminali (REVOVAS®) sulla base di questa piattaforma tecnologica.


BioBrick®, è un complesso di cellule e biomateriali, che comprende cellule di semi, strato nucleare e strato di conchiglia. Lo strato centrale è composto da materiali biocompatibili, che forniscono il microambiente di crescita più adatto per le cellule in esso racchiuse, e favoriscono la proliferazione, la migrazione, la differenziazione e le funzioni biologiche delle cellule del biobrick; lo strato di guscio è anch’esso costituito da materiali biocompatibili. È composto da materiali naturali, che forniscono una protezione meccanica sufficiente alle cellule per evitare danni meccanici durante l’applicazione e lo strato di guscio può mantenere la stabilità della struttura complessiva dei bio-mattoni. Bio-Brick® equivale a un contenitore o “culla” per la crescita delle cellule staminali.


La struttura dei bio-mattoni
REVOVAS® utilizza cellule staminali mesenchimali autologhe di derivazione adiposa come materie prime bio-inchiostro e stampa vasi sanguigni biologicamente attivi attraverso una stampante biovascolare 3D auto-sviluppata e impianta recettori per sostituire i vasi sanguigni malati.

Allo stato attuale, Blu-ray Inno ha completato la ricerca sulla farmacia vascolare, la farmacologia e la tossicologia sulla biostampa 3D delle cellule staminali, inclusa la ricerca di processo e qualità in condizioni GMP, quasi 100 scimmie rhesus e esperimenti su animali in miniatura Wuzhishan in condizioni GLP, tra cui le scimmie rhesus erano osservato Il ciclo più lungo ha superato i 1700 giorni e tutti gli indicatori di sicurezza hanno soddisfatto i requisiti Non si è verificata alcuna stenosi dei vasi sanguigni rigenerati e il ricevente non ha bisogno di assumere farmaci anticoagulanti per molto tempo dopo l’intervento chirurgico. Negli esperimenti sugli animali delle scimmie rhesus e dei maialini in miniatura Wuzhishan, è stato osservato che i vasi sanguigni impiantati hanno raggiunto la completa rigenerazione del tessuto vascolare in un breve periodo di tempo, con la funzione dei normali vasi sanguigni.

I vasi sanguigni biostampati con cellule staminali in 3D hanno prestazioni superiori nel tasso di pervietà a lungo termine e nella formazione “autonoma” dei vasi sanguigni. Una volta applicato alla clinica, risolverà il problema dell’endotelizzazione dei vasi sanguigni artificiali che affligge gli esseri umani da mezzo secolo.

Crescente dimensione del mercato
Con lo sviluppo della società e dell’economia, i nostri stili di vita stanno cambiando, in particolare l’invecchiamento della popolazione e l’accelerazione dell’urbanizzazione.

Secondo le statistiche del “China Cardiovascular Health and Disease Report 2020”, le malattie cardiovascolari rappresentano attualmente la prima causa di morte tra i residenti urbani e rurali in Cina, con il 46,66% nelle aree rurali e il 43,81% nelle aree urbane. malattie cardiovascolari sui residenti e sulla società sempre più aggravate. Il rapporto sottolinea che la prevalenza delle malattie cardiovascolari nel mio Paese è in una fase di continuo aumento e si stima che il numero di persone affette da malattie cardiovascolari sia di circa 330 milioni.

In tutto il mondo, più di 18 milioni di persone muoiono ogni anno per malattie cardiovascolari e cerebrovascolari, mentre ci sono circa 1,8 miliardi di persone con potenziali malattie cardiovascolari, il che significa che meno del 10% dei pazienti nel mondo è stato trattato efficacemente. Il motivo principale è che l’attuale trattamento delle malattie cardiovascolari è ancora limitato al trattamento dei sintomi terminali.

Come intervenire e curare le malattie nella fase iniziale è diventata una nuova direzione della ricerca sulla tecnologia medica. La tecnologia vascolare REVOVAS® può riparare il tessuto vascolare nella fase iniziale, sradicare le lesioni, migliorare la qualità della vita e portare un nuovo concetto di trattamento e piano di trattamento alla maggior parte dei pazienti con malattie cardiovascolari.

Riassumere
Negli ultimi anni, le malattie cardiovascolari sono diventate un grave killer per la salute e con l’invecchiamento della nostra popolazione, la domanda di trattamenti cardiovascolari continuerà ad espandersi. Concetti di trattamento innovativi come la tecnologia vascolare REVOVAS® portano senza dubbio nuove speranze alla maggior parte dei pazienti con malattie cardiovascolari. La tecnologia vascolare REVOVAS® fornirà anche nuove soluzioni per il trattamento precoce di malattie croniche simili e sarà applicata a più campi. Chi può dire che questa non è una pietra miliare medica.

Il REVOVAS di Revotek Blu-ray Inno

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi