La stampa 3D non è una novità al giorno d’oggi, ma realizzare pezzi di hardware funzionali anziché semplici busti del tuo presidente preferito è una storia diversa. Anche l’ingegneria amatoriale è una lezione di tolleranze e precisione, qualcosa che lo YouTuber russo Alpha Mods comprende chiaramente. In precedenza abbiamo trattato il minuscolo motore bicilindrico a V che ha acquistato e fatto funzionare come un orologio, tuttavia, il suo ultimo progetto ha coinvolto un po’ più di ingegneria. Utilizzando una stampante 3D a base di resina e una sfilza di pazienza, ha creato un compressore centrifugo molto efficace e molto piccolo che funziona con la potenza di un motore a combustione altrettanto piccolo. 

L’intera build è eseguita con estrema attenzione. La ruota del compressore del compressore è di soli 20,6 millimetri o circa tre quarti di pollice, ma grazie alle capacità della sua stampante, alla lodevole attenzione ai dettagli e ai cuscinetti a sfera più piccoli che tu abbia mai visto, aumenta proprio come un grande ventilatore centrifugo quando tutto è assemblato. 

Il progetto inizia con la stampante che fa il suo lavoro, seguito da un po’ di post-elaborazione. Le parti di una stampante in resina in stile SLA devono essere pulite dal liquido in eccesso e polimerizzate al sole o con luce ultravioletta prima che siano pronte per l’uso e anche gli Alpha Mod avevano materiale di supporto da rimuovere. Va al di là della chiamata quando si tratta di rimuovere il supporto, arrivando fino all’uso di un coltello X-Acto per raschiare via i piccoli noduli del materiale rimanente con un forte ingrandimento digitale. Da lì, lavora alcune delle stampe su un tornio per assicurarsi che siano rotonde e quindi inserisce i cuscinetti necessari con la stessa precisione.

 
Dopo aver testato metodicamente l’efficienza delle due giranti da lui progettate, installa l’unità più performante nell’alloggiamento del compressore. Anche l’albero su cui poggia la ruota viene lavorato fino alla giusta dimensione e il tutto viene unito insieme utilizzando una colla speciale che indurisce quando viene esposta ai raggi UV. Nessun elemento di fissaggio qui, rovinerebbe l’intera estetica!

Il minuscolo compressore completato, completo in tutto il suo splendore, viene quindi accoppiato a un motore a combustione adeguatamente minuscolo tramite una cinghia e alcune pulegge. La puleggia del compressore è notevolmente più piccola di quella del motore, il che aumenta la velocità della girante rispetto alla velocità di rotazione del motore. Lo stesso genere di cose a volte viene fatto sui veri compressori centrifughi, anche se spesso c’è una sorta di riduzione dell’ingranaggio coinvolta nell’unità stessa invece di una massiccia riduzione della cinghia come vediamo qui. Nelle applicazioni delle gare di resistenza, ad esempio, questi tipi di compressori sono spesso azionati direttamente dall’albero motore e ridotti con un ingranaggio, non con una cinghia di alcun tipo. 
 
In ogni caso, anche al minimo, il soffiatore delle dimensioni di una pinta muove molta aria per le sue dimensioni. Alpha Mods non si spinge fino a testare i piedi cubi al minuto del dispositivo, ma chiaramente, dalle cose che ci mette di fronte, funziona davvero bene. Immagina cosa accadrebbe con una velocità del motore ancora maggiore. 

Alpha Mods ha precedentemente testato anche un compressore di tipo Roots, che funziona a velocità di rotazione inferiori ma non è efficiente come un buon compressore centrifugo. Alla fine, sembra che li vedremo entrambi testati su un’auto telecomandata alimentata da un piccolo motore. Inutile dire che sono molto entusiasta di vedere l’intero progetto riunirsi. L’attenzione ai dettagli e un’attenta progettazione, anche a livello amatoriale, possono davvero portare a risultati impressionanti.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi