Julia Greer nel comitato consultivo di Azul 3D

Azul 3D aggiunge Julia Greer al comitato consultivo

Azul 3D ha annunciato che Julia Greer, pioniera della nanotecnologia e della stampa 3D, è entrata a far parte del suo comitato consultivo.

Segue le aggiunte del “pioniere dell’elettronica flessibile” della Stanford University Zhenan Bao e dei rinomati avvocati Steven Cherny e Ray Nimrod al comitato consultivo della società, che sono stati annunciati il ​​mese scorso.

Mentre artisti del calibro di Cherny e Nimrod hanno esperienza nel contenzioso relativo a brevetti e tecnologia, Greer, proprio come Bao, porta competenze tecniche. È Professore Ruben F. e Donna Mettler di Scienza dei Materiali, Meccanica e Ingegneria Medica presso il California Institute of Technology e dirige anche il Kavli Nanoscience Institute. Durante la sua carriera, Greer ha svolto ricerche su materiali 3D micro e nano-architettati utilizzando la stampa 3D e la nanofabbricazione, essendo stata riconosciuta come uno dei visionari 2020 della CNN e vincendo numerosi premi.

“Sono molto entusiasta di far parte del comitato consultivo di un’azienda così creativa e lungimirante”, ha commentato Greer. “I processi e i prodotti di Azul 3D sono fondamentalmente nuovi e trasformativi. Risuonano con la mia passione di ricerca per i materiali nano e micro-architettati e forniscono una potente piattaforma per consentire il “futuro prodotto in modo additivo” della nostra società, in cui quasi tutto sarà personalizzato e adattato per funzionalità specifiche “.

Azul 3D sta portando sul mercato la tecnologia di stampa High Area Rapid Printing (HARP) grazie a un finanziamento di oltre 12 milioni di dollari e con la guida a livello di consiglio del CEO di ExOne John Hartner e dell’ex dirigente di GEICEO Louis A. Simpson . L’azienda è stata fondata dopo lo sviluppo del suo processo HARP presso la Northwestern University e sta lavorando per impacchettare la sua tecnologia in una varietà di macchine di diverse dimensioni. HARP attraverserà una fase beta quest’anno con artisti del calibro di DuPont che accolgono la tecnologia di Azul 3D prima di lanciare commercialmente una tecnologia che si spera possa “ assumere aspetti dello stampaggio a iniezione ” e altre tecnologie di stampa 3D. Mentre intraprende questo viaggio, ha cercato di reclutare un certo numero di esperti nel suo comitato consultivo.

“Abbiamo molte più interessanti novità da condividere nei prossimi giorni”, ha commentato Chad A. Mirkin, co-fondatore e presidente di Azul 3D. “Stiamo cambiando radicalmente la produzione additiva in modi che prima sembravano inimmaginabili. Siamo entusiasti di lavorare con i nostri nuovi membri del comitato consultivo per continuare a portare avanti il ​​campo “.

Be the first to comment on "Julia Greer nel comitato consultivo di Azul 3D"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi