Kairod è una nuovissima startup francese che ha intrapreso la produzione di orologi tramite la stampa 3D. Affidandosi alla sinterizzazione delle polveri e alle tecnologie Multi Jet Fusion, ha immaginato un orologio tra tradizione e innovazione. Infatti, la cassa e il quadrante sono stampati in 3D mentre i bracciali sono realizzati con materiali riciclati trasformati in Francia e le lancette e l’assemblaggio realizzati nel Giura. Il giovane servizio fotografico ha lanciato la sua campagna Kickstarter il 4 ottobre e spera di attirarne più di uno.

L’orologeria è un mercato che richiede know-how e competenze uniche, tanto che il savoir-faire orologiero è oggi inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. La Svizzera è ovviamente un paese di orologiai, ma la Francia non è da meno e ha molti talenti. Inoltre, è un settore sempre più interessato alle nuove tecnologie e si interroga su come queste possano aggiungere valore a questo lavoro artigianale. Stiamo ovviamente pensando alla manifattura additiva , un metodo di produzione che permette di personalizzare i beni di consumo attuali riducendo costi e tempi di produzione. Ha anche un vero impatto ambientale, utilizzando solo il materiale necessario, riducendo così i rifiuti associati.

 
Questi vantaggi hanno spinto Quentin Loiget, un giovane tecnico di 23 anni, a scegliere la stampa 3D per creare questa nuova collezione di orologi francesi. La custodia degli accessori è stata stampata in 3D su una macchina HP di PA11. Un processo scelto per la sua precisione e qualità della superficie. Per quanto riguarda il materiale, è resistente alle condizioni esterne e soprattutto ha un minor impatto ambientale poiché proviene dall’olio di ricino e non dall’industria petrolifera. Quentin aggiunge: “ La produzione additiva riduce gli sprechi e consente inoltre di utilizzare materiali più puliti. Per me era fondamentale immaginare un prodotto più sostenibile e meno dannoso per il nostro pianeta. Il fondatore ha anche portato un po’ oltre questo concetto scegliendo bracciali più ecologici. Il consumatore può infatti scegliere tra un braccialetto disegnato in Francia da bottiglie di plastica recuperate in mare e riciclate o un braccialetto in fibra di legno.


Se ora siamo interessati al quadrante dell’orologio, è stato stampato in 3D su una macchina SLS di PA12. Il polimero offre colori più vivaci come il bianco o il giallo, conferendo all’orologio una certa estetica e un design unico. Quentin ha modellato il quadrante e la cassa utilizzando il software Inventor di Autodesk. Ha quindi chiamato il servizio di stampa ERPRO per la parte di stampa.

 
Anche gli altri componenti dell’orologio sono prodotti in Francia; le lancette, ad esempio, sono realizzate nel Giura secondo una sapiente tradizione orologiera. Quentin spiega: “  Kairod è un marchio Made In France; gli orologi sono realizzati in Francia, i componenti assemblati sul nostro territorio. Mette in evidenza il know-how francese. “

Infine, ognuno può personalizzare il proprio orologio in termini di quadrante e colore della cassa (nero e giallo, nero e bianco o grigio e bianco), ma anche in termini di cinturini. Sono ora disponibili 4 modelli: in tessuto nero o rosso oppure in cellulosa marrone o kaki. L’obiettivo della campagna Kickstarter è vendere 100 orologi a 160 euro ciascuno: 

Il giovane Quentin Loiget, fondatore del marchio Kairod che ha appena iniziato su Kickstarter, ha deciso di utilizzare questo processo di fabbricazione per progettare le sue custodie. “La produzione additiva permette tutte le follie in termini di materiali, forme e colori.
 
” Inoltre, nuove e costantemente emergenti aprono un po’ di più il campo delle possibilità  “, ha affermato il fondatore di Quentin Loiget, ha aggiunto: ”  L’obiettivo di questa prima collezione è creare un prodotto minimalista, elegante e conveniente, per rendere questa tecnologia accessibile ai quante più persone possibile  ”.
 
Come? “O” Cosa? Utilizzando le più recenti tecnologie disponibili come MultiJet Fusion o la sinterizzazione laser, Kairod è riuscita a creare un orologio in cui le parti sono stampate in 3D. Per questo il marchio si rivolge ad artigiani francesi, anche locali: La Pratique (Morteau) per gli aghi, Sibra (Besançon) per i bracciali, Verlux (Morteau) per il vetro, ecc.
 
Si rivolge anche ai nuovi artigiani della manifattura additiva, come ERPRO, a Parigi, che si occupa della realizzazione della cassa e del quadrante grazie alle ultimissime tecnologie disponibili.
 
In definitiva, il giovane di 23 anni, che si è laureato presso una BTS Design Industrialization Microtechnique al Lycée de Morteau e appassionato di orologeria, spera di poter intraprendere progetti più folli con concetti e forme più stravaganti.
 
Gli orologi sono disponibili per il preordine dal 4 ottobre sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter .

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi