L’ipercar Czinger 21C stampata in 3D è un punto di svolta
Il vero genio è spesso elegante nella sua semplicità. Questo è ciò che la Czinger 21C porta in tavola nella classe delle hypercar. Questa supercar americana fa molte cose in modo diverso, come la disposizione dei posti 1+1 con il passeggero dietro il guidatore come un jet da combattimento. Ciò snellisce l’abitacolo per un migliore flusso d’aria sull’auto.

Il grande punto di discussione con lo Czinger, tuttavia, è come alcuni di essi sono progettati e realizzati. Gran parte dell’auto, compresi i componenti altamente sollecitati come sospensioni, freni e altro, è stampata in 3D anziché fresata o fusa. Ciò elimina la necessità di costosi strumenti e facilita un perfezionamento del processo di progettazione.

Prendi ad esempio un montante di sospensione, che convenzionalmente è un componente piuttosto ingombrante. Sul Czinger, i punti duri e le aree di stress vengono sottoposti a un algoritmo informatico, che quindi genera un componente che salva ogni possibile grammo di materiale dove non è necessario fortificando le aree in cui si trova. Questi pezzi sono sinuosi, dall’aspetto quasi organico, come un oggetto di scena su un’astronave aliena in un dramma di fantascienza. La verità è che tutte queste parti sono più forti, più leggere e più economiche per ordini di grandezza rispetto a qualsiasi cosa sia arrivata prima. La definizione del futuro.
 
La tecnologia di progettazione e produzione di Czinger è brevettata e dovrebbe cambiare l’industria automobilistica se i produttori ingoiassero il loro orgoglio e abbandonassero loro una linea. In realtà, il 21C è tanto un dimostratore tecnico quanto un esercizio commerciale. Ovviamente, ha oltre 1.200 CV (883 kW) dal suo motore V8 biturbo ibrido, ha fatto il giro della McLaren Senna, ha un aspetto incredibile, genera mega carico aerodinamico, è super raro (ne vengono prodotti solo 80) e costa la terra (£ 1,5 milioni + tasse) – è una vera hypercar. Ma è l’eredità di questa vettura e ciò che vi è racchiuso che conta di più. Lo Czinger potrebbe essere l’inizio del futuro .

Ispirato al Lockhead Martin SR71 Blackbird, l’aereo a reazione più veloce mai realizzato in grado di raggiungere i 2.100 mph, il Czinger 21C è il frutto di Kevin Czinger, un imprenditore con la passione per le automobili e una certa conoscenza di esperti nella stampa 3D. Normalmente non sarebbe un punto di discussione, ma i componenti in alluminio e magnesio del 21C – il telaio, le sospensioni, lo scarico, i cardini delle porte e altro – sono stati tutti stampati in 3D con l’intelligenza artificiale che decide dove deve andare il materiale, non un essere umano.

Il risultato, grazie all’uso estensivo della fibra di carbonio, è una macchina che pesa 1.250 kg a secco. Combina tutto ciò con il V8 biturbo da 2,88 litri di Czinger, a manovella flat plane, con doppio turbocompressore che può raggiungere gli 11.000 giri/min e un motore elettrico su ciascuna ruota anteriore, e il risultato è un’auto che raggiungerà i 100 km/h in 1,9 secondi e andrà avanti , in teoria, a una velocità massima di 281 mph. Bonker, giusto? Quasi più pazzesco è che l’autista si siede davanti al passeggero per l’ultima esperienza di jet veloce.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi