La prima parte stampata in 3D a getto di legante metallico di Cummins

La prima parte stampata in 3D a getto di legante metallico di Cummins è ora nelle fasi finali della produzione
“Siamo sul punto di poter sfruttare un’ampia gamma di tecnologie additive per stampare le parti di cui abbiamo bisogno, utilizzando la tecnologia giusta, a costi inferiori e velocità maggiori”.

Cummins afferma di aver raggiunto una pietra miliare nelle sue ambizioni di produzione additiva e industria 4.0 questa settimana mentre si prepara ad approvare la sua prima parte di produzione stampata in 3D con la tecnologia a getto di legante metallico di GE Additive .

L’azienda, specializzata nella tecnologia di alimentazione, ha condiviso che ora sta spostando un adattatore per punta di lancia Cummins Emission Solutions (CES) utilizzato nei motori ad alta potenza, attraverso il suo processo di approvazione delle parti di produzione (PPAP) in cui spera di ottenere l’approvazione formale e iniziare ufficialmente produzione entro la fine dell’anno.

“Questo è incredibilmente eccitante, in quanto rappresenta un’altra tappa significativa nella nostra roadmap di produzione 3D e additiva”, ha affermato Tim Millwood, Vicepresidente di Global Manufacturing. “Siamo sul punto di poter sfruttare un’ampia gamma di tecnologie additive per stampare le parti di cui abbiamo bisogno, utilizzando la tecnologia giusta, a costi inferiori e velocità maggiori”.

La parte è un componente critico delle emissioni nei motori Cummins, utilizzato per atomizzare e iniettare il fluido di scarico diesel nel flusso di scarico del motore per ridurre la quantità di ossidi di azoto (NOx) emessi dai sistemi del motore Cummins. Producendo con la stampa 3D, la parte ora presenta un design più leggero, una geometria migliorata per il fluido e il flusso d’aria ed elimina la necessità di perforazioni trasversali.

Jacob Brunsberg, leader della linea di prodotti Binder Jet, GE Additive, ha aggiunto: “Questa è la prima di molte pietre miliari. L’obiettivo della nostra partnership è produrre applicazioni al costo, alla qualità e alla scala necessaria. Siamo orgogliosi di lavorare con Cummins per sviluppare additivi tecnologia e fornire un significativo ritorno sugli investimenti in tutte le sue catene di approvvigionamento “.

Cummins è stato nominato uno dei primi investitori e adottatore della tecnologia binder jet di GE Additive , seguito a breve da Wabtec e successivamente da Sandvike ha installato due macchine H2 di seconda generazione nel 2019. L’azienda utilizza da tempo tecnologie AM in metallo e polimero, ospitando diverse macchine in più siti, tra cui tre sistemi DMLM laser M2 di GE Additive Concept. L’anno scorso, Cummins ha istituito un laboratorio di produzione additiva all’interno del suo centro di sviluppo dell’ingegneria di produzione (MEDC) a Columbus, nell’Indiana, nel tentativo di sviluppare e convalidare il getto di legante AM. La società sta attualmente lavorando attivamente con GE Additive per sviluppare un sistema a getto di legante di terza generazione che fornirà miglioramenti in termini di qualità e costi. Ad oggi, Cummins ha approvato 20 numeri di parte e ha spedito quasi 350 parti AM.

Be the first to comment on "La prima parte stampata in 3D a getto di legante metallico di Cummins"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi