US Air Force, GE e America annunciano i vincitori della sfida di scansione additiva open source
 
Al fine di far progredire e ottimizzare lo sviluppo del percorso di scansione additiva nella produzione additiva a letto di polvere laser, America Makes , insieme all’Air Force Research Laboratory (AFRL) e GE Global Research (GEGR), ha lanciato la strategia di implementazione della scansione additiva open source (OASIS) Sfida alla fine dell’anno scorso. Ora hanno annunciato i vincitori della sfida all’evento annuale Technical Review & Exchange (TRX) di America Makes. Un team dell’Ohio State University ( OSU ), e poi un secondo team dell’OSU, ha ottenuto il primo e il secondo posto, mentre un team di Applied Optimization, Inc. ha vinto il terzo posto; altre due squadre dell’OSU hanno ricevuto premi con menzione d’onore.

“Continuare l’avanzamento del software open source e delle piattaforme di macchine per la produzione additiva a letto di polvere basato su laser è una priorità per il nostro settore e AFRL poiché la natura proprietaria delle strategie di scansione commerciale pone intrinsecamente difficoltà. La sfida OASIS includeva gli insegnamenti di tre precedenti progetti America Makes guidati da GEGR e basati su di essi per consentire ai partecipanti di ideare strategie, algoritmi e metodi innovativi per far avanzare ulteriormente questa area di interesse”, ha affermato il direttore esecutivo di America Makes John Wilczynski. “Tutti i vincitori dell’OASIS Challenge hanno sviluppato nuovi codici per computer open source ben sintetizzati per l’output di percorsi di scansione laser che saranno fondamentali per creare un corpo di lavoro da sfruttare a livello di settore”.

Il punto di questa sfida , che sfrutta un precedente progetto di America Makes relativo al software open source, era creare algoritmi e codici informatici open source per ottimizzare le strategie di scansione. In tal modo, l’obiettivo era quello di far progredire la gestione termica sia temporale che spaziale nella stampa 3D a letto di polvere basata su laser e migliorare le proprietà geometriche, la struttura e la superficie delle parti stampate in 3D realizzate con questa particolare tecnologia

L’OASIS Challenge afferma: “Insieme, l’Air Force Research Laboratory (AFRL) e America Makes hanno compiuto enormi progressi nel progresso di software, controlli e apparecchiature a struttura aperta con la produzione additiva in metallo multi-laser (AM). Tuttavia, la maggior parte delle strategie di scansione commerciali sono proprietarie, rendendo difficile la comprensione completa del processo. Pertanto, è necessario lo sviluppo nel settore aperto per realizzare miglioramenti nell’omogeneità microstrutturale, nella rugosità superficiale, nella tolleranza geometrica e nella distorsione attraverso l’ottimizzazione delle strategie di scansione.
I rappresentanti del team della Ohio State University sono stati premiati al recente evento America Makes Technical Review & Exchange.
I team hanno dovuto visitare Github per scaricare i dati del progetto e lavorare con due parti della sfida, che dovevano essere stampate con materiale Ti-6Al-4V. Quindi, sono stati sfidati a sviluppare un codice Python, Java, C# o C++ open source che generasse file XML e SVG e a inviare il loro lavoro entro il 1 marzo 2021. Gli invii sono stati valutati in base alla qualità del codice e alla velocità di esecuzione , duttilità, fedeltà geometrica, porosità, finitura superficiale e resistenza alla trazione.

Il team OSU al primo posto ha ricevuto $ 26.600 in finanziamenti, mentre il team OSU al secondo posto ha ricevuto $ 16.600 e Applied Optimization ha ricevuto $ 11.600 per la sua vittoria del terzo posto. Ciascuno dei due team dell’OSU che ha vinto una menzione d’onore ha ricevuto un finanziamento di 6.600 dollari, per un totale di 68.000 dollari di finanziamento totale dall’AFRL. Le soluzioni vincitrici saranno inoltre integrate nella Roadmap di America Makes AM e nell’America Makes Digital Storefront.

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi