La startup di bioprinting TissueLabs trasferisce la sede centrale dal Brasile alla Svizzera

La startup brasiliana di bioprinting TissueLabs sta trasferendo la sua sede nella città di Lugano, nella regione italiana del Ticino della Svizzera meridionale. La mossa è stata annunciata nel febbraio 2021, dopo che il fondatore e CEO dell’azienda Gabriel Liguori ha deciso di introdurre i prodotti TissueLabs in Europa, il secondo mercato in rapida evoluzione per le aziende di bioprinting.

Fondato nel 2019, TissueLabs è diventato rapidamente un nome popolare nel bioprinting per i ricercatori latinoamericani nel mondo accademico e nel settore privato. I suoi bioink tessuto-specifici e bioprinter 3D convenienti sono ora presenti in più di 40 laboratori e implementati da oltre 200 scienziati. Nato dalla Incubatore IPEN-Cietec presso l’ Università di São Paulo , l’avvio ha raccolto $ 1,6 milioni in finanziamenti di avviamento per sviluppare una piattaforma per la creazione di organi e tessuti in laboratorio. In TissueLabs, ogni nuovo sviluppo viene rapidamente trasformato in un prodotto disponibile in commercio, “consentendo alla comunità scientifica di accedere a una tecnologia all’avanguardia”, ha descritto Liguori.

Il successo dell’azienda è legato alla storia della vita di Liguori. Nato con una cardiopatia congenita che lo ha costretto a trascorrere molto tempo in ospedale ea sottoporsi a diversi interventi chirurgici, l’esperienza lo ha portato a studi post-laurea in ingegneria dei tessuti cardiovascolari nel suo paese d’origine, Stati Uniti e Paesi Bassi. Dopo dieci anni sul campo, Liguori è diventato determinato a creare un cuore artificiale per i trapianti e crede che TissueLabs sia il condotto che lo porterà lì.

Durante il suo primo anno, la startup si è concentrata sullo sviluppo di un processo scalabile per produrre bioink tessuto-specifici per la coltura cellulare 3D e il bioprinting. Il marchio di bioink chiamato MatriXpec è stato ben accolto dai ricercatori in ingegneria dei tessuti per lo sviluppo di farmaci e le indagini sui farmaci personalizzati. Nel marzo 2020, mentre lavorava a una nuova piattaforma di bioprinting, l’azienda ha cambiato marcia. Ha iniziato a concentrare tutte le sue risorse su una piattaforma diversa , questa volta per lo studio in vitro del nuovo ceppo di coronavirus SARS-CoV-2 nell’epitelio polmonare, che è pesantemente colpito durante la malattia.

Progettato per la fabbricazione di barriere epiteliali 3D in vitro, MatriWell è l’ultima aggiunta al portafoglio di piattaforme brevettate di TissueLabs per la creazione di organi e tessuti in laboratorio. MatriWell è un inserto cellulare contenente un idrogel con le proteine ​​della matrice extracellulare del tessuto polmonare. Per mesi la piattaforma è stata distribuita gratuitamente ai ricercatori che sviluppavano studi sul nuovo coronavirus. La piattaforma è anche disponibile in commercio per gli scienziati che studiano altre malattie che colpiscono i tessuti epiteliali, non solo nei polmoni ma anche nella pelle e negli organi gastrointestinali.

Il team ha successivamente rilasciato il suo nuovo bioprinter molto atteso chiamato TissueStart. Un dispositivo economico venduto ai laboratori di ricerca per 5.000 franchi svizzeri ($ 5.600). Il bioprinter fornisce un sistema di estrusione esclusivo e proprietario che combina due bioink in diversi modi, dall’estrusione mista alla deposizione coassiale.

Nel descrivere l’azienda, Liguori non la vede come un’impresa tradizionale delle scienze della vita: “TissueLabs non è un’azienda convenzionale e non intendiamo diventarlo. Siamo nati con la missione di produrre organi umani per il trapianto. Questo progetto di vita molto personale è diventato rapidamente il progetto di vita di un team di professionisti veramente dedicati “.

L’azienda ha piani molto ambiziosi e lavora con un chiaro segno di luna, ha descritto Liguori, che ha recentemente ricevuto la nomination del MIT Innovators Under 35 per il suo lavoro.

“Tutte queste persone sono devote e concentrate sul nostro obiettivo a lungo termine di creare il primo cuore bioartificiale trapiantabile al mondo”.

Recentemente, Liguori ha capito che la maggior parte dei laboratori che hanno acquisito i prodotti TissueLabs si trovavano in America Latina, dove è nata l’azienda. I limiti geografici della gestione della startup dal Brasile sono diventati uno dei motivi principali del trasferimento. Liguori ha affermato che la startup prevede un aumento delle vendite sul mercato europeo, quindi è “imperativo” per l’azienda stabilirsi vicino a clienti, partner e collaboratori.

Tuttavia, le ragioni del trasferimento in Svizzera sono tutt’altro che limitate a una posizione strategica. “Da anni la Svizzera è considerata uno dei paesi più innovativi al mondo. In TissueLabs, l’innovazione è un pilastro centrale per i nostri team, ricerca e prodotti. Stiamo costantemente creando nuovi modi per risolvere le sfide più impegnative nel campo della biofabbricazione, quindi questo è stato il passo successivo per noi: passare all’epicentro dell’innovazione “, ha spiegato Liguori.

La startup inaugurerà presto un nuovo spazio lab presso il Tecnopolo Ticino , incubatore di startup governato dalla Fondazione AGIRE , promotore di innovazione locale, imprenditorialità e competitività economica. Situato nel comune luganese di Manno, il parco tecnologico offre il luogo ideale per favorire il dialogo tra imprenditori, ricercatori e investitori. TissueLabs condividerà lo spazio con altre startup locali in fase iniziale di scienze della vita come CoreQuest, Cronet e Cuoralia. Inizialmente, solo un piccolo gruppo di dipendenti si trasferirà nella nuova sede di lavoro. Con l’evolversi dell’attività, al resto del team verrà offerta la possibilità di lavorare in Svizzera e Liguori prevede di assumere anche a livello locale.

Be the first to comment on "La startup di bioprinting TissueLabs trasferisce la sede centrale dal Brasile alla Svizzera"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi