La costruzione di edifici senza contatto potrebbe avvenire con questo nuovo dispositivo di levitazione
LeviPrint utilizza onde sonore ad alta frequenza per costruire senza toccare alcun pezzo.

Gli scienziati di UpnaLab hanno sviluppato LeviPrint, un sistema per l’assemblaggio senza contatto di oggetti attraverso la levitazione acustica. Hanno studiato una serie di campi acustici ottimali che consentono oggetti allungati come ad es. B. fissare completamente i pali nella loro posizione e allineamento. Hanno quindi valutato le capacità di vari levitatori ultrasonici di manipolare dinamicamente questi oggetti allungati.

La combinazione di nuovi algoritmi di ottimizzazione e levitatori consente la manipolazione di bastoncini, perline e gocce per produrre oggetti complessi. Un prototipo di sistema costituito da un braccio robotico e un levitatore viene testato per vari processi di produzione.

UpnaLab mette in evidenza la riduzione della contaminazione incrociata e la capacità di costruire su oggetti da diverse angolazioni e all’interno di spazi chiusi. Sperano che questa tecnica ispiri nuove tecniche di produzione e raggiunga aree come la microfabbricazione di componenti elettromeccanici o persino la produzione additiva in vivo.

 
In un mondo in cui la stampa 3D viene applicata a qualsiasi cosa, dalle case ai razzi alle pistole , sorge la domanda su dove potrebbe essere diretta la produzione.

Un nuovo dispositivo, chiamato LeviPrint, aggiunge una caratteristica unica al processo di produzione: la levitazione acustica. Intrappolando piccoli oggetti in onde sonore ad alta frequenza, LeviPrint può essere utilizzato per costruire una varietà di strutture diverse senza toccare nessuno dei pezzi.

LeviPrint muove una piccola sfera con levitazione acustica.

 
In un video pubblicato dai ricercatori dell’Universidad Publica de Navarra, o UPNA, in Spagna, LeviPrint può essere visto costruire una varietà di cose diverse, tra cui un ponte, un cerchio fatto di goccioline di colla liquida e le orecchie di un gatto.

Una struttura simile a un ponte costruita da LeviPrint.

 
Asier Marzo, un ricercatore dell’UPNA, ha detto a CNET che immagina che la tecnologia touch-free di LeviPrint potrebbe un giorno rivelarsi utile nel campo biomedico, dove la contaminazione incrociata potrebbe essere un problema, o nella produzione di orologi e fotocamere per telefoni, a causa della loro piccola e facile parti danneggiate.

Una rappresentazione delle onde sonore utilizzate da LeviPrint per levitare e manipolare oggetti allungati.

 
Ha anche affermato che la sua levitazione acustica potrebbe essere utile nelle future stampanti 3D, ma sarebbe necessaria più ingegneria hardware e software prima che LeviPrint possa essere considerato un membro della categoria delle stampanti 3D.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi