LightForce Orthodontics raccoglie 14 milioni di dollari

LightForce Orthodontics raccoglie 14 milioni di dollari per apparecchi personalizzati stampati in 3D

Non sono divertenti con uno sforzo di immaginazione, ma prendere l’apparecchio è un rito di passaggio per molti adolescenti. Anche se questo non è cambiato da molti anni, nemmeno la tecnologia utilizzata per realizzarli. Ma la startup sostenuta da venture capital LightForce Orthodontics , che rende quello che definisce il “primo e unico” sistema di attacchi ortodontici personalizzato al mondo stampato in 3D , ha appena completato un round di finanziamento di serie B da 14 milioni di dollari, che aiuterà l’azienda a continuare a sviluppare la sua piattaforma digitale e offerte di prodotti.

LightForce utilizza la stampa 3D per fornire ai pazienti ortodontici una personalizzazione totale, dal momento che la mascella, la bocca oi denti di nessuno sono uguali a quelli di qualcun altro. La tecnologia della startup aiuta a creare parentesi graffe personalizzate mediante staffe di stampa 3D che si adattano a ogni singolo dente, il che può significare meno tempo trascorso a indossare l’apparecchio e meno appuntamenti dall’ortodontista per quegli odiati aggiustamenti, qualcosa di ancora più importante durante la continua pandemia COVID-19.

“L’apparecchio ortodontico non è cambiato da cinquant’anni eppure è di gran lunga lo strumento di trattamento più comune; gli allineatori sono estetici e specifici per il paziente, ma a causa della compliance del paziente e dei limiti biomeccanici, oggi servono solo una piccola parte dei nostri pazienti “, ha dichiarato il CEO di LightForce Dr. Alfred Griffin III, DMD, PhD, MMSc, ​​che ha co-fondato la startup con il Dr. Lou Shuman, ex Invisalign. “Questa opportunità di aiutare i pazienti e gli ortodontisti è stata la ragione per cui abbiamo applicato il moderno software 3D e la ‘personalizzazione di massa’ a ciò che oggi conosciamo come ‘apparecchi ortodontici’. Abbiamo visto LightForce fornire tempi di trattamento più brevi, meno appuntamenti e un’esperienza complessivamente più efficiente per pazienti e medici. Nell’ultimo anno la nostra attività è raddoppiata ogni trimestre, e questo mi dice che LightForce ha individuato una vera esigenza all’interno dello spazio ortodontico.

Indossare bretelle di taglia unica non è più un problema. Ma con la piattaforma LightForce integrata, gli ortodontisti possono fornire la personalizzazione creando un sistema di attacchi unico per ogni paziente. Il processo inizia inviando una scansione dei denti del paziente e del piano di trattamento ai tecnici LightForce. Quindi, il team stampa le staffe personalizzate da un materiale ceramico che, sebbene estremamente simile a quello utilizzato per la realizzazione di staffe stampate a iniezione, è in realtà formulato specificamente per la stampa 3D. Infine, LightForce restituisce tutto allo studio del cliente, dove l’ortodontista può quindi incollare le staffe stampate in 3D ai denti del paziente utilizzando vassoi ergonomici stampati in 3D.

“Dalla scansione iniziale del paziente all’ideazione di un piano di trattamento personalizzato, la piattaforma di LightForce consente alla nostra pratica di scalare in modo prevedibile, migliorando al contempo i risultati per i nostri pazienti”, ha affermato il dott. Mazyar Moshiri, DMD, MS , pioniere nel campo dell’ortodonzia digitale e di un Cliente LightForce. “Con la tecnologia di LightForce, siamo in grado di offrire apparecchi fissi completamente personalizzati per le esigenze specifiche di ogni individuo al fine di fornire la migliore opzione di trattamento per ogni paziente”.

Secondo un comunicato stampa, la tecnologia di LightForce “eleva lo standard di precisione ed efficienza per gli apparecchi ortodontici di oggi”. Offre una selezione di prodotti ortodontici per soddisfare le esigenze di tutti i pazienti:


Software di trattamento proprietario LightPlan: fornisce ai medici una semplice interfaccia basata su cloud da utilizzare per le regolazioni, in modo che abbiano il controllo sull’intero piano di trattamento
LightTray: vassoi per incollaggio indiretto (IBD) stampati in 3D progettati utilizzando sette algoritmi 3D per ottimizzare l’accuratezza dell’incollaggio e l’esperienza clinica dell’utente

Il round di finanziamento di serie B è stato guidato da Tyche Partners , con investimenti successivi sia da parte di AM Ventures che da Matrix Partners . Oltre a sviluppare ulteriormente la sua tecnologia e ad aumentare la sua offerta, LightForce utilizzerà i fondi anche per ridimensionare le sue operazioni per soddisfare la crescente domanda di “tecnologie dentali più efficienti”. Come abbiamo visto numerose volte , la stampa 3D può sicuramente fornire risultati in questo caso.

“Siamo sempre alla ricerca di imprenditori visionari che utilizzino le ultime tecnologie all’avanguardia per trasformare e rivoluzionare i settori”, ha affermato Weiji Yun, Managing Partner di Tyche Partners. “La visione ispiratrice di Alfred e Lou ci ha offerto l’opportunità di espandere il nostro portafoglio di investimenti per la stampa 3D e la rapida crescita dell’azienda è la prova che il settore è pronto per una soluzione che migliora l’esperienza ortodontica sia per i pazienti che per i medici. Siamo lieti di collaborare con un team così straordinario di medici e ingegneri e di contribuire al successo di LightForce “.

Come dimostrato da aziende come Invisalign e Smile Direct Club, gli allineatori termoformati con stampi personalizzati stampati in 3D sono stati una delle app killer della stampa 3D per la personalizzazione di massa e la produzione in serie. Tuttavia, man mano che i materiali migliorano, vedremo questi tipi di prodotti realizzati direttamente con la stampa 3D, qualcosa che LightForce sta già iniziando a dimostrare. Ciò, a sua volta, guiderà quella che potrebbe essere un’immensa opportunità per soluzioni dentali personalizzate stampate in 3D, in particolare poiché l’ automazione viene ulteriormente introdotta nei flussi di lavoro per questi prodotti. La produzione additiva in odontoiatria 2019: un’analisi delle opportunità e una previsione decennaleda SmarTech progetta che, entro il 2022, 500 milioni di dispositivi dentali e restauri saranno prodotti ogni anno tramite la produzione additiva. In altre parole, gli investitori di LightForce potrebbero fare una buona scommessa.

Be the first to comment on "LightForce Orthodontics raccoglie 14 milioni di dollari"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi