Liniar afferma che la stampa 3D è “integrale” nel suo processo di progettazione e aggiunge una nuova macchina Stratasys
“La stampa 3D è diventata parte integrante del nostro processo di progettazione. Penso che saremmo persi senza di essa ora.”

Lo specialista uPVC con sede nel Regno Unito Liniar ha ampliato la sua capacità di stampa 3D nel suo impianto di miscelazione di materie plastiche a Denby per accelerare il processo di sviluppo del prodotto.

L’azienda produce ogni anno 32.000 tonnellate di materiale dal suo stabilimento, il più grande d’Europa, per creare e fornire finestre, porte, giardini d’inverno, terrazze e recinzioni.

Non estraneo ai vantaggi della produzione additiva, Liniar ha utilizzato la stampa 3D multi-materiale Polyjet di Stratasys negli ultimi sei anni, ma recentemente ha aumentato le sue capacità con l’installazione di Stratasys F370 , un sistema basato sull’estrusione di plastica che può stampare in modo basso prototipi a basso costo e parti durevoli con materiali termoplastici di livello industriale.

“La stampa 3D è diventata parte integrante del nostro processo di progettazione. Penso che ci saremmo persi senza di essa ora “, ha dichiarato Tom Roberts, Product Design Manager. “E non è solo lo sviluppo del prodotto e il design che lo utilizziamo. Stampiamo anche maschere e dispositivi per le nostre divisioni di fabbricazione, quindi ciò significa che non dobbiamo lavorare componenti per produrre elementi come blocchi di seghe o maschere di perforazione ”.

Si dice che la macchina, che è stata recentemente installata da SYS Systems , consenta all’azienda di produrre rapidamente modelli concettuali e campioni realistici per i propri clienti, con la capacità di progettare, assemblare, apportare modifiche e ristampare le parti nello stesso giorno .

Roberts ha continuato: “Con le due stampanti abbiamo il meglio dei due mondi. Possiamo stampare materiale rigido, che è utile per molti dei profili di estrusore che produciamo, ma abbiamo anche una guarnizione per coestrusore sui nostri profili.

“Progettiamo molti prodotti con guarnizioni e guarnizioni, quindi è stato davvero utile poter stampare entrambi questi materiali insieme e produrre componenti realistici. Non era possibile prima senza produrre utensili per estrudere i profili. “

Oltre alla prototipazione e agli aiuti alla produzione, Roberts ha anche condiviso come essere in grado di iterare rapidamente con la stampa 3D abbia permesso a Liniar di passare alla fase di attrezzamento di nuovi prodotti con maggiore sicurezza.

“Quando stiamo progettando una nuova suite di prodotti, gli utensili possono arrivare a centinaia di migliaia di sterline, in particolare per l’estrusione – è molto costoso. Quindi per noi avere quella fiducia prima di andare a tagliare l’acciaio è l’ideale. ”

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi