LIUX ha presentato il primo veicolo elettrico a base vegetale stampato in 3D
 
L’azienda automobilistica sostenibile con sede a Santa Pola LIUX ha presentato un nuovo veicolo elettrico, Animal.

Animal è realizzato con il 90% di materiali riciclati e di origine vegetale. La carrozzeria del veicolo, gli interni e parte del telaio sono realizzati con fibre organiche e resine a base di biopolimeri. Inoltre, il veicolo ha il 25% in meno di pezzi e materiali rispetto alle auto normali. Gli stampi per i pannelli della carrozzeria sono stampati in 3D e i pannelli sono stampati a pressione, con una riduzione del 50% delle emissioni.

La velocità massima del veicolo è di 200 km/he la sua potenza massima è di 240 cv. 
I pannelli della carrozzeria sono realizzati con un materiale chiamato “Pelle di anfibio”, composto da sughero, lino, lino rinforzato, primer e vernice. Il telaio del veicolo è realizzato in alluminio riciclato mediante tecnologia di stampa 3D. Queste tecnologie riducono i tempi di produzione e riducono del 70% le emissioni di energia e CO2 di questo processo.


“Gran parte della carrozzeria esterna sarà realizzata in fibre vegetali, in particolare lino, formate e modellate con l’ausilio di resine vegetali. L’obiettivo è che il 90% delle resine siano a base di soia e altri elementi organici”, ha affermato LIUX e ha aggiunto: “L’obiettivo è gestire piccole fabbriche, con la capacità di produrre circa 25.000 unità per impianto e collocare diversi stabilimenti in diverse aree geografiche vicine alla domanda”.

Inoltre, i dati sull’utilizzo dei veicoli elettrici alimentano i motori di intelligenza artificiale di Liux, che forniscono continui miglioramenti evolutivi e possibilità illimitate. Il sistema del veicolo funziona con Android e una connessione 5G.

Liux Animal: Perché questa macchina elettrica è unica e rivoluzionaria?
Cominciano ad essercene molti elettrici, ma sicuramente nessuno come questo Liux Animal. Cosa si nasconde dietro questa nomenclatura? Qui te lo diciamo
 
Sicuramente se lo ascolti per primo, suonerà come un sistema operativo per computer, ma la realtà è che Liux ci tocca molto da vicino. Perché stiamo parlando di una start-up spagnola con poco più di un anno di vita che si è posta l’obiettivo di lanciare un’auto elettrica rivoluzionaria . Ce l’ha già e si chiama Linux Animal e sarà disponibile sul mercato dal 2024 . Uno degli scopi principali che i suoi fondatori, Antonio Espinosa de los Monteros e David Sancho Domingo, si sono prefissati è quello di essere portabandiera della sostenibilità e per questo non solo hanno sviluppato il processo produttivo attraverso la stampa 3D ma anche la maggior parte delle componenti dell’animale hanno origine vegetaleper i quali sono stati utilizzati biopolimeri e biocompositi derivati ​​da fibre naturali e resine come il lino.

Ma questa non è l’unica innovazione che Liux Animal ci porta, poiché il suo telaio consente l’utilizzo di batterie rimovibili e modulari che possono essere aggiornate, ampliate o riutilizzate per altri veicoli, riducendo notevolmente i costi di produzione. Inizialmente la Liux Animal sarà proposta con due o quattro moduli batteria, ciascuno da 100 kg e 23 kWh di capacità, quindi l’ autonomia potrebbe variare tra i 300 km per i meno capaci e i 600 km per la totalità .

In due corpi…

Detto questo, anche la Liux Animal sfugge all’attuale trend di mercato, visto che non è un SUV . Si tratta di una berlina dal taglio elegante e sportivo che misura 4,95 metri di lunghezza, lo stesso livello che offrirà la seconda variante della gamma, con silhouette taglio shooting brake . Per quanto riguarda l’estetica, l’Animal mantiene qui il modello di mercato con un posteriore in cui spicca la fascia luminosa per i gruppi ottici, accompagnata da un ampio spoiler segmentato nella zona superiore. Il frontale, dal canto suo, è abbastanza pulito e aerodinamico grazie ai paraurti maggiorati che gli conferiscono un carattere più sportivo.


Parlando di elementi aerodinamici, le maniglie a filo sono collegate, il che ci fa indicare che l’accesso avviene tramite porte suicide , in stile Rolls-Royce. Comunque sia, l’interno offre un look moderno e digitale in cui attirano l’attenzione lo schermo verticale centrale e il quadro strumenti minimalista posto sul cruscotto.

…e in due versioni

Oltre alla possibilità di dotare diverse opzioni di batteria a seconda del numero di moduli da riempire, la Liux Animal può essere scelta con due alternative meccaniche denominate Habitat Edition e Wild Edition . Entrambi hanno un motore elettrico del marchio BorgWarner, in grado di erogare rispettivamente fino a 190 e 240 CV nei momenti di punta, che insieme a un peso non superiore a 1.700 chili (200 kg si risparmiano grazie all’utilizzo di bio-based materiali), consentiranno loro di accelerare da 0 a 100 km/h in circa 5 secondi nel caso dei più potenti e prossimi ai 200 km/h di velocità massima.

 
Nel caso della batteria, la tecnologia a 800 volt ti darà la possibilità di collegarti a prese di corrente continua fino a 350 kW, il che si tradurrà in tempi di ricarica ridotti. Come dicevamo, la Liux Animal non sarà disponibile almeno fino ai primi quattro mesi del 2024, anche se l’azienda spagnola ha già aperto una pre-prenotazione sul proprio sito dove versando un simbolico acconto di 200 euro avrete la certezza averne uno. Corrispettivo che verrà sottratto dal prezzo finale della vettura, già annunciato: 39.000 euro nel caso della Animal Habitat Edition e 45.000 euro nel caso della Animal Wild Edition . In entrambi puoi aggiungere 9.000 euro se decidi di optare per la batteria da 4 moduli con autonomia fino a 600 km.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi