Gli chef gourmet utilizzano la stampa 3D per presentare i loro piatti
 
Lo chef gourmet André Kneubühler si affida alla stampa 3D per presentare i suoi piatti sofisticati. Al “Golden Chef”, il più importante concorso di cucina svizzera, ha ottenuto il terzo posto. Kneubühler si è affidato alla tecnologia di stampa 3D di Sintratec .

Il 27enne André Kneubühler è nato a Brugg ed è ora il sous-chef di Tanja Grandits, la migliore cuoca della Svizzera. Il tuo ristorante, premiato con 19 punti Gault Millau e 2 stelle Michelin, è una delle cucine più rinomate del paese. André dimostra le sue doti culinarie non solo lì: negli ultimi sei mesi ha preso parte al “Golden Chef”, la più importante e più grande competizione di cucina svizzera, e ha prevalso contro la forte concorrenza – prima nel turno preliminare, poi nella semifinale -finali. A fine maggio 2021, lo chef professionista era nel gran finale insieme a 3 colleghi.

Una piastra prodotta in modo additivo
Oltre a raffinati piatti di pesce e carne, André ha anche pensato a una presentazione molto speciale per il finale. Seguendo il tema dato “Swissness”, ha creato – con l’aiuto della sorella, che lavora nel settore della stampa 3D – un display con vari elementi decorativi tipicamente svizzeri. A causa della loro complessità, i design appositamente creati sono stati prodotti in modo additivo. “Ho deciso di utilizzare parti stampate in 3D perché per me è il materiale ideale per essere creativo e realizzare tutti i tipi di forme”, spiega André.

Terzo posto con la stampa 3D
Sintratec ha sponsorizzato vari componenti per la produzione della struttura Andrés: La catena montuosa, vari vasi e piatti Edelweiss, nonché un modello 1:1 del Cervino sono stati realizzati con il processo di sinterizzazione laser selettiva ( SLS ) sul sistema Sintratec S2 da stabile polvere di nylon. Quindi André e il suo team hanno abilmente combinato le parti 3D dipinte di bianco con dei magneti in modo da poter fissare su di esse piccoli piatti d’oro con il cibo. Oltre alle sue doti culinarie, André è stato anche in grado di convincere la giuria del concorso di quest’anno con questa sofisticata presentazione: è votato terzo miglior chef svizzero, dietro al vincitore Paul Cabayé e al secondo classificato Stéphanie Zosso.

Potenziale per la gastronomia stellata
Anche se l’uso delle tecnologie additive nell’arte culinaria non è una novità, la percezione di Andrés della stampa 3D è cambiata significativamente attraverso la collaborazione con Sintratec. “Con te, le parti erano quasi perfette e raramente l’ho visto così con la stampa 3D”, sottolinea. Lo chef gourmet vede anche un certo potenziale per questo settore in futuro: “La tecnologia Sintratec è decisamente giustificata nella gastronomia stellata: offre molta libertà creativa ed è particolarmente adatta per disposizioni di servizio speciali”, afferma André. Attendiamo già con ansia il prossimo tête-à-tête tra high-tech e alta cucina!

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi