L’Università di Waterloo ha annunciato un progetto di ricerca e sviluppo in comune con il National Research Council of Canada (NRC) sulla stampa 3d

The National Research Council of Canada's new advanced materials research facility in Mississauga. (CNW Group/National Research Council Canada)

L’UNIVERSITÀ DI WATERLOO E IL PARTNER NRC DEL CANADA PER LANCIARE UN PROGETTO DI RICERCA E SVILUPPO DI SETTE ANNI SULLA STAMPA 3D IN METALLO

L’ Università di Waterloo ha annunciato un progetto di ricerca e sviluppo in comune con la N azionale Research Council of Canada (NRC) di anticipo metallo 3D stampa in Ontario, Canada.

Lo sforzo di collaborazione è previsto per un minimo di sette anni e fornirà alle aziende manifatturiere canadesi l’accesso a attrezzature e competenze di stampa 3D di fascia alta. Pertanto, i partner sperano di consentire alla regione dell’Ontario di adottare e utilizzare meglio la produzione additiva industriale nei loro flussi di lavoro, aumentando la competitività e l’efficienza operativa.

Mihaela Vlasea, direttore associato del Multi-Scale Additive Manufacturing Lab (MSAM) a Waterloo, afferma: “Vogliamo creare nel sud-ovest dell’Ontario un ecosistema unico per supportare la produzione di additivi metallici in termini di ricerca e sviluppo e per tradurre le competenze ai partner del settore . “

Avendo già lavorato insieme negli ultimi tre anni, i partner si riuniranno ancora una volta per portare avanti la loro ricerca nei campi dell’ottimizzazione dei processi, dei materiali e della caratterizzazione dei prodotti, dei test standardizzati e della convalida. Hanno dichiarato l’intenzione di utilizzare una nuova struttura NRC a Mississauga, che è stata inaugurata a novembre, come base per il progetto. La struttura è intesa come un “hub di energia pulita” e sarà utilizzata per facilitare una serie di altri progetti non correlati in 21.500 piedi quadrati di laboratori.

Roger Scott-Douglas, presidente ad interim dell’NRC, ha spiegato: “L’apertura della nostra nuova struttura a Mississauga rappresenta un importante trampolino di lancio per l’NRC nel portare avanti l’agenda canadese per l’energia pulita. La nostra visione è che questo hub collaborativo diventi la sede di nuove tecnologie che consentiranno all’industria di essere più sostenibile. Non vediamo l’ora di lavorare con i nostri partner per accelerare lo sviluppo di tecnologie avanzate dei materiali e la loro commercializzazione in prodotti dirompenti per l’industria “.

Supportando ulteriormente la partnership, l’NRC ha anche assegnato all’università quasi 2,6 milioni di dollari di capitale e apparecchiature come parte del suo programma Advanced Manufacturing Supercluster Support . Dividendo l’attrezzatura tra la nuova struttura di Mississauga e l’università, i partner giocheranno entrambi un ruolo anche per aiutare la ricerca degli studenti.

Mentre l’obiettivo finale della partnership è quello di rendere la stampa 3D in metallo più economicamente sostenibile per i canadesi, il progetto sarà suddiviso in sottosezioni più mirate. Ad esempio, un obiettivo principale è lo sviluppo di nuove miscele di polveri per la stampa 3D che utilizzano leghe rare e costose. I ricercatori dirigeranno inoltre le risorse allo studio del riutilizzo e del riciclaggio delle polveri, in quanto ciò può aprire la strada a una produzione più conveniente.

Vlasea aggiunge: “Penso che possiamo aprire nuovi settori di mercato dando potere alle persone che attualmente non pensano nemmeno alla produzione additiva perché i loro materiali non esistono o semplicemente costano troppo”.

In effetti, il team vorrebbe estendere i casi d’uso della stampa 3D in metallo al di là delle sole applicazioni comuni nel settore aerospaziale e medico. Studiando la produzione di polveri in un’ampia varietà di settori, come l’industria mineraria canadese, gli scienziati sperano di vedere la tecnologia impiegata in misura maggiore nel petrolio e nel gas, nell’automotive e persino nel nucleare.

Proprio come l’attuale progetto congiunto, l’NRC ha anche lanciato in precedenza un’iniziativa per promuovere la ricerca, lo sviluppo e l’adozione della produzione di additivi a spruzzo freddo nel paese . Insieme alla società di ingegneria delle superfici Polycontrols con sede in Quebec , l’NRC ha aperto una struttura specializzata di spruzzatura a freddo nel febbraio 2020 per scalare la tecnologia per la produzione di massa.

The National Research Council of Canada’s new advanced materials research facility in Mississauga. (CNW Group/National Research Council Canada)

Be the first to comment on "L’Università di Waterloo ha annunciato un progetto di ricerca e sviluppo in comune con il National Research Council of Canada (NRC) sulla stampa 3d"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi