Markforged   ha registrato una forte crescita degli utili e dei ricavi del terzo trimestre per il 2021, appena quattro mesi dopo essere stato quotato alla Borsa di New York (NYSE) attraverso un accordo di fusione con una società di assegno in bianco. Il produttore di stampanti 3D in metallo e fibra di carbonio continua ha registrato un fatturato di 24 milioni di dollari nel trimestre conclusosi il 30 settembre 2021, un aumento del 54% rispetto ai 15,6 milioni di dollari dello stesso periodo dell’anno scorso, quando i produttori di stampanti 3D erano alle prese con l’effetto della pandemia su filiere e imprese in genere.

Sperimentando una crescita in tutti i prodotti, servizi e regioni geografiche, Markforged ha riportato che le vendite di hardware sono aumentate del 58,4% su base annua. Passando agli utili netti, la società ha affermato di essere cresciuta di sette volte a 23,9 milioni di dollari nel terzo trimestre, un enorme miglioramento rispetto alla perdita di 3,7 milioni di dollari registrata nello stesso periodo dell’anno scorso.

Dopo l’annuncio finanziario del 10 novembre 2021, le azioni sono aumentate di oltre il 6% negli scambi fuori orario prima di scendere del 5% all’apertura dei mercati il ​​giorno successivo. Markforged ha iniziato a essere negoziato il 15 luglio 2021 a $ 7,76 e da allora ha visto il prezzo delle azioni scendere fino al 22% a ottobre. Tuttavia, il rilascio dell’ultimo annuncio ottimistico sugli utili potrebbe aiutare a stabilizzare il prezzo di mercato tra $ 7 e $ 8, poiché la società si prepara per i ricavi di fine anno e le pietre miliari della pipeline nel 2022.

Altri punti salienti del trimestre includono un’espansione della forza lavoro a 361 dipendenti e un nuovo vicepresidente dell’ingegneria ed ex dirigente di Amazon John Howard. La società ha anche registrato margini lordi del 57%, un calo su base annua rispetto al 59,6% nel terzo trimestre del 2020, che è in gran parte attribuito agli elevati costi dei materiali derivanti dalle interruzioni della catena di approvvigionamento globale.

Durante una chiamata agli utili con gli investitori, il Chief Financial Officer (CFO) Mark Schwartz ha affermato che la società continua ad affrontare le sfide della catena di approvvigionamento in diversi modi, tra cui l’acquisizione di quantità di ordini maggiori, l’aggiunta di fonti complementari di determinati materiali e la mitigazione dei vincoli di produzione per soddisfare domanda e soddisfare gli obiettivi di crescita. In effetti, Markforged ha persino acquistato materiali a prezzi più alti per assicurarsi le fonti di approvvigionamento, cosa che abbiamo sentito anche da altre società negli ultimi due anni.

 
Mirando ad applicazioni di produzione mission-critical di alto valore dai settori più esigenti, Markforged ora supporta più di 10.000 clienti e ha stampato oltre 10 milioni di parti attraverso la sua piattaforma connessa, Digital Forge. La società ritiene che il suo software di stampa 3D basato sull’intelligenza artificiale abbia l’opportunità di sostenere il margine lordo più elevato del settore e generare una maggiore domanda di nuove stampanti e materiali di consumo.

Rilasciato alla fine del 2020, Digital Forge funge da “mini-fabbrica” ​​che può essere collocata in qualsiasi parte del mondo per aiutare i clienti a superare le sfide, come le catene di approvvigionamento globali interrotte, e stampare le parti nel punto in cui ne hanno bisogno. Per garantire la creazione di parti su richiesta invece di spedirle da tutto il mondo, Markforged è arrivata al punto di testare la Digital Forge mediante la stampa 3D dei componenti su ogni linea di produzione, riducendo a sua volta le dipendenze esterne e garantendo la continuità aziendale per i suoi clienti.

 
“Le interruzioni della catena di approvvigionamento avvertite dai produttori di tutto il mondo stanno amplificando la necessità di soluzioni come Digital Forge, che dovrebbero tradursi direttamente in una maggiore adozione del mercato e penetrazione dei clienti e creare opportunità di crescita dei ricavi. I nostri clienti continuano a riconoscere il valore della nostra piattaforma end-to-end e la sua capacità di affrontare i problemi mission-critical nel momento del bisogno, superare la carenza globale di parti e garantire la resilienza della loro linea di produzione”, ha affermato Shai Terem, Presidente e CEO di Markforged.
Altri lanci trimestrali includono l’introduzione di due innovazioni nel software e nei materiali. Innanzitutto, Markforged ha rilasciato il suo software Eiger Fleet progettato per fornire controllo degli accessi, gestione e visibilità e accelerare l’adozione di operazioni di produzione additiva su scala globale. Seguito dal lancio di materiali aerospaziali Onyx FR-A e Carbon Fiber FR-A , attualmente in fase di qualificazione attraverso il National Center for Advanced Materials Performance , per aumentare il mercato indirizzabile di Markforged supportando strategicamente industrie altamente regolamentate come l’aerospazio e la difesa.


Durante il prossimo evento Formnext 2021 a Francoforte, in Germania, Markforged presenterà la sua nuova stampante , la FX20. Mirata a risolvere requisiti di produzione robusti, in particolare nei settori aerospaziale, della difesa e automobilistico, FX20 è di gran lunga la stampante più grande, più veloce, più calda e più intelligente costruita dal marchio.

Discutendo la nuova macchina con gli investitori, Terem prevede che consentirà all’azienda di aumentare materialmente il suo mercato indirizzabile in parti più grandi e parti di produzione di volumi più elevati, in particolare per applicazioni mission-critical che richiedono parti più forti, leggere e resistenti al calore. Il CEO ha affermato di aspettarsi di “spedire l’FX20 in volumi nella seconda metà del 2022”, guidando la crescita e amplificando la normale stagionalità generalmente sperimentata nel terzo e quarto trimestre dell’anno.

Ora che Markforged ha i suoi prodotti chiave in atto, è pronto per la crescita futura e prevede che i ricavi del 2021 si aggireranno intorno ai 90 milioni di dollari, con margini lordi di fine anno del 57%. Finora, le entrate per i primi nove mesi dell’anno hanno generato $ 64,6 milioni di entrate, quindi, dato il tasso attuale con cui sono state registrate le vendite, la guida stimata sembra solida. A questo ritmo, si prevede che i ricavi crescano del 43,98% all’anno sulla base delle stime degli analisti di Simply Wall Street .

Per quanto riguarda il 2022, il management considera ancora presto per fornire indicazioni. Tuttavia Terem ha ipotizzato che ci sia un’opportunità per Markforged di continuare il suo percorso di crescita e soddisfare le forti aspettative che ha stabilito per l’azienda, ma insiste sul fatto che è “troppo presto per dirlo e il mercato è semplicemente troppo volatile”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi