Il fornitore belga di software e servizi di stampa 3D Materialise (MTLS) ha rivelato di aver generato più entrate nel secondo trimestre del 2021 di quelle che è riuscito a ottenere durante il periodo pre-pandemia del secondo trimestre del 2019. 

All’interno dei suoi dati finanziari del secondo trimestre del 2021, la società ha registrato un utile di 51 milioni di euro, il 33% in più rispetto ai 38 milioni di euro generati nel secondo trimestre del 2020 e un aumento del 6% rispetto ai 48 milioni di euro guadagnati nel secondo trimestre del 2019. Il risultato segna il Materialise ha superato per la prima volta le cifre pubblicate immediatamente prima dello scoppio di COVID-19 e una rapida inversione di tendenza per l’azienda, dopo aver registrato una crescita piatta nel primo trimestre del 2021 all’inizio di quest’anno. 

Il rilancio dell’azienda è stato in gran parte guidato da un aumento del 50% delle sue entrate mediche tra il secondo trimestre del 2020 e il secondo trimestre del 2021, mentre anche la sua divisione manifatturiera si è ripresa per raggiungere una crescita del 39% nello stesso periodo. Dalla pubblicazione dei risultati, le azioni di Materialise sono aumentate del 5%, riflettendo la soddisfazione degli investitori per il rimbalzo trimestrale.

“I nostri ottimi risultati del secondo trimestre riflettono la nostra rapida ripresa dalla crisi COVID-19: su base sequenziale, i nostri ricavi sono cresciuti dell’11,3% rispetto al primo trimestre del 2021”, ha spiegato Peter Leys, presidente esecutivo di Materialise. “Ancora più importante, oltre a una solida ripresa, i nostri risultati del secondo trimestre 2021 mostrano anche una crescita effettiva rispetto ai nostri risultati pre-pandemia”. 

La divisione Medical di Materialise ha generato il 29% di entrate in più nel secondo trimestre del 2021 rispetto al secondo trimestre del 2019. Foto via Materialise.
Dati finanziari del secondo trimestre 2021 di Materialise 

Materialise riporta le sue entrate in tre segmenti principali: software, medico e manifatturiero, con quest’ultimo tradizionalmente il più alto guadagno. La produzione era stata la divisione in crescita più lenta dell’azienda nel primo trimestre del 2021, ma è riuscita a recuperare per portare 23 milioni di euro durante il secondo trimestre del 2021, con un aumento trimestrale sequenziale del 5% e solo 1 milione di euro in meno di quello che è riuscito a generare nel secondo trimestre 2019. 

Allo stesso modo, il reddito medico dell’azienda è aumentato vertiginosamente durante il secondo trimestre del 2021, salendo a 18 milioni di euro dai 12 milioni di euro registrati nel secondo trimestre del 2020. Impressionante, questa cifra costituisce anche un aumento del 29% rispetto ai 14 milioni di euro che il segmento è stato in grado di incassare durante Q2 2019 e il suo EBITDA è aumentato di pari passo dell’8% tra il Q2 2020 e il Q2 2021. 

Per quanto riguarda il business Software, la crescita dei ricavi di Materialise è stata leggermente meno pronunciata durante il trimestre, aumentando del 5% dai € 9,5 milioni generati nel secondo trimestre 2020 a € 10 milioni, sebbene ciò rappresenti ancora un aumento rispetto ai € 9,3 milioni registrati nel secondo trimestre. 2019 e riflette i progressi costanti compiuti negli ultimi 2 anni. 

Materializza Entrate (€)
Q2 2020
Q2 2021
Differenza (%) 
Q2 2019
Q2 2021
Differenza (%) 
Software 
9,5 m
10 m
+5
9,3 m
10 m
+8
Medico 
12 m
18 m
+50
14 m
18 m 
+29
Produzione 
17 m
23 m
+39
24 m
23 m
-4
Totale
38 m
51 m
+33
48 m
51 m
+6
 

Tracciare un prospero Q2 

Parlando della chiamata agli utili di Materialise, il CEO dell’azienda Fried Vancraen ha suggerito che la sua recente crescita dei ricavi è derivata in parte dalle sue piattaforme Magics e Mimics . Dato che Mimics viene regolarmente applicato negli ambienti ospedalieri, ha affermato che il programma “ha contribuito in modo significativo” al reddito generato dalla sua più ampia divisione medica durante il secondo trimestre del 2021. 

Al fine di garantire la continua crescita delle sue vendite di software medico, Vancrean ha affermato che la società sta quindi pianificando di accelerare lo sviluppo di entrambe le funzionalità AR e VR per la sua Mimics Suite, mentre prevede che la sua imminente acquisizione di Link3D contribuirà ad accelerare i suoi piani per rendere Magics accessibile al cloud e, in definitiva, più attraente per i clienti. 

Sul fronte della produzione, Materialise ha anche compiuto progressi significativi durante il secondo trimestre, diventando la prima a stampare parti pronte per il volo in 3D SLS per l’azienda aerospaziale Airbus . Essendo stata qualificata per produrre componenti aeronautici resistenti alla fiamma, l’azienda ha dichiarato all’epoca che la mossa avrebbe potuto “aprire applicazioni di stampa 3D”, rendendo potenzialmente più redditizia la partnership delle aziende per Materialise in futuro. 

Altrove, la società ha generato 110 milioni di euro tramite un’offerta pubblica registrata di quattro milioni di American Depository Shares (ADS). I fondi raccolti hanno contribuito a coprire i costi del nuovo impianto di stampa 3D di 3.500 piedi quadrati di Materialise, aperto all’inizio di quest’anno, e ora potrebbe finanziare la sua continua espansione dopo aver acquisito Engimplan, RS Print e investito nella società di occhiali Ditto negli ultimi 48 mesi. 

Materialise non vede la ripresa del settore manifatturiero allo stesso ritmo delle sue divisioni mediche o software a causa delle interruzioni legate al COVID. Foto via Materialise.
Targeting dei livelli di reddito pre-COVID 

Nel processo di conclusione della chiamata sugli utili di Materialise, Leys ha affermato che se le cose “continueranno nella giusta direzione” nei prossimi mesi, si aspetta che le entrate dell’anno fiscale 2021 supereranno i 197 milioni di euro riportati nell’esercizio 2019 e alla fine diminuiranno da qualche parte intorno ai 200 milioni di euro, con una crescita annua del 15-17% rispetto al secondo trimestre del 2020. 

È interessante notare che Leys ha aggiunto che durante i prossimi sei mesi prevede che la divisione manifatturiera dell’azienda non si riprenderà allo stesso ritmo del resto della sua attività a causa della continua instabilità nel settore automobilistico, mentre il terzo trimestre è tradizionalmente visto come un trimestre tranquillo per l’azienda, quindi non vede la sua rapida crescita continuare nel prossimo periodo. 

“Il quarto trimestre non è tradizionalmente il nostro trimestre più forte, ma in termini di continua crescita sequenziale e ulteriore ripresa, vediamo che accade di più anche nel quarto trimestre che nel terzo”, ha concluso Leys. “Quindi ci aspettiamo di raggiungere il traguardo di 200 milioni di euro che ci siamo prefissati come ambizione, ma ciò verrà principalmente dal quarto trimestre, il che significa sostanzialmente che non dovresti aspettarti una grande crescita dal secondo al terzo trimestre”. 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi