Materialise presenta Magics 26 con nuove funzionalità CAD e mesh per la stampa 3D
Il nuovo flusso di lavoro offre il meglio di entrambi i mondi per un’efficiente modifica delle parti e preparazione della costruzione
Detroit (USA  Alla conferenza RAPID+TCT, Materialise (Nasdaq: MTLS), leader globale nelle soluzioni di stampa 3D, presenta Magics 26, l’ultima versione del suo software di preparazione dati e build leader del settore. Magics 26 combina il supporto per flussi di lavoro CAD nativi con le sue capacità mesh esistenti. Ciò offre agli utenti il ​​meglio di entrambi i mondi, consentendo loro di aumentare la produttività mantenendo la qualità scegliendo il flusso di lavoro ottimale per ogni progetto di stampa 3D.

Flussi di lavoro CAD e mesh, il meglio di entrambi i mondi

Mesh e CAD offrono vantaggi unici durante la modifica e la preparazione dei file per la stampa 3D. CAD offre una risoluzione maggiore rispetto alla mesh per la modifica delle parti. Mesh offre un formato di file coerente che garantisce qualità e compatibilità con le attuali stampanti 3D standard del settore, soprattutto durante la preparazione della costruzione. Il formato del file mesh contiene tutte le informazioni sull’interno e sull’esterno dei modelli 3D necessari per tagliare le parti e iniziare la stampa 3D.
“La strada da seguire è combinare mesh e CAD per la preparazione dei dati nella stampa 3D”, ha affermato Egwin Bovyn, Materialize Product Line Manager. “I processi basati su mesh offrono vantaggi significativi per le applicazioni e le operazioni nei dati e la preparazione degli edifici con le attuali tecnologie di stampa 3D. L’introduzione di flussi di lavoro basati su CAD in Magics 26 crea un percorso verso flussi di lavoro ibridi avanzati nelle versioni future del nostro software”.
Il flusso di lavoro ottimale per ogni progetto di stampa 3D

Magics 26 introduce una scena delle parti in cui gli utenti possono modificare parti basate su CAD oltre alle scene delle parti e della piattaforma basate su mesh per la modifica, il fissaggio, l’analisi e la preparazione della costruzione. Gli utenti possono scegliere il flusso di lavoro preferito in base ai requisiti del progetto di stampa 3D e modificare le parti in mesh o in formato CAD.

Il nuovo flusso di lavoro CAD per la modifica delle parti supporta gli utenti con progetti che richiedono uno stretto allineamento o uno scambio frequente tra progettazione e preparazione dei dati. La modifica e il salvataggio delle parti in un formato nativo CAD consente agli utenti di Magics di mantenere l’integrità delle parti e di utilizzare file CAD più puliti e ad alta risoluzione. Ciò aiuta a ridurre il tempo tra le iterazioni di progettazione e migliora la stabilità e la ripetibilità prevenendo gli errori che possono verificarsi nelle transizioni tra i tipi di file. Il flusso di lavoro CAD consente agli utenti di adattare e modificare le parti fino al punto in cui sono ottimizzate e pronte per la stampa 3D prima di passare alla preparazione dell’edificio.
“Con Magics 26, posso modificare facilmente i modelli CAD senza dover tornare a un software di progettazione CAD”, ha affermato Astrid Dejosé, Designer Additive Manufacturing presso Sirris. “È molto più efficiente rimanere in Magics 26 senza la necessità di passare da un’applicazione all’altra.”
Miglioramento della preparazione della build e dell’integrazione della piattaforma

Magics 26 offre anche nuove funzionalità di mesh. La migliore generazione del supporto e il nesting automatizzato avanzato aiutano a ridurre il tasso di scarto e ad aumentare la produttività. I supporti flessibili per coni e alberi possono essere migliorati con rinforzi per migliorare la stabilità delle stampe. Il nesting automatizzato avanzato consente una maggiore densità delle parti e offre la possibilità di generare supporti tra le parti durante la produzione con Electron Beam Melting (EBM) e Binder Jetting. I supporti migliorano la dissipazione del calore per ridurre la deformazione e prevenire la fusione delle parti durante il processo di stampa.

Gli utenti di Magics interessati a espandere le proprie operazioni per la produzione in serie e la personalizzazione di massa beneficeranno anche della futura integrazione con CO-AM, la piattaforma software recentemente annunciata da Materialise . Basandosi sull’acquisizione di Link3D da parte dell’azienda, CO-AM consentirà ai produttori di pianificare, gestire e ottimizzare meglio le loro operazioni AM attraverso flussi di lavoro completamente snelli e scalabili. La stampa 3D ha dimostrato la sua capacità di produrre parti su larga scala in modo coerente e affidabile e, con CO-AM, Materialise supporta l’intero processo di stampa 3D seriale, dalla richiesta di produzione all’evasione degli ordini, in un’unica piattaforma.

Magics 26 sarà disponibile il 24 maggio 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi