DM3D Technologies. produce il rivestimento dell’ugello del razzo alto dieci piedi per il progetto NASA con la stampa 3D DED
 

Il National Center for Additive Manufacturing Excellence (NCAME) dell’università sta lavorando con la NASA attraverso il progetto Rapid Analysis and Manufacturing Propulsion Technology (RAMPT), che mira a sviluppare nuove tecniche di produzione additiva su larga scala per migliorare le prestazioni del motore a razzo liquido.

La tecnologia di stampa 3D DED a circuito chiuso e multi-ugello di DM3D è stata sviluppata per consentire la produzione additiva di parti grandi e complesse nei settori aerospaziale, della difesa e industriale. Supportata da importanti risorse IP che includono 40 brevetti assegnati, la tecnologia DED di DM3D si basa su laser ad alta potenza per fondere e depositare polvere di metallo pixel per pixel, nonché un controllo di feedback a ciclo chiuso che consente la produzione di parti di forma quasi netta.

Attraverso il progetto RAMPT, è stato sfruttato per produrre un dimostratore di rivestimento dell’ugello per razzi alto tre metri. Costruito nel corso di diversi mesi – che si dice sia una riduzione del 50% dei tempi di lavorazione rispetto ai metodi di produzione tradizionali – le dimensioni esatte del rivestimento dell’ugello RS25 da due tonnellate sono 111 pollici di altezza e 96 pollici di diametro. Avendo lavorato con l’Università di Auburn e la NASA per diversi anni, il rivestimento dell’ugello RS25 rappresenta una pietra miliare significativa per i partner mentre cercano di continuare a “spingere i limiti” su ciò che la tecnologia DED di DM3D può fare.

“Sapere che la tecnologia che stiamo sviluppando per il progetto RAMPT potrebbe supportare future missioni di esplorazione è estremamente gratificante”, ha commentato il presidente di DM3D Bhaskar Dutta. “Auburn e la NASA sono in prima linea nella ricerca AM e abbiamo iniziato a lavorare con loro circa quattro anni fa per stampare un ugello di circa due piedi di dimensione, che all’epoca sembrava grande. Ora ne stiamo stampando uno per il programma RAMPT che è cinque volte quell’altezza. Questo è uno dei più grandi componenti di motori a razzo mai stampati in 3D”.

Il lavoro svolto tramite il progetto RAMPT è stato finanziato attraverso il programma di sviluppo del gioco della NASA con la direzione della missione di tecnologia spaziale dell’agenzia. Mentre i partner continuano a sviluppare la tecnologia DED ea testarne le capacità applicative, sperano che siano soldi ben spesi.

“La NASA ha stabilito queste partnership pubblico-privato per far progredire nuovi approcci, elaborare volumi di costruzione, materiali e dimostrazioni di componenti utilizzando la produzione additiva”, ha commentato Paul Gradl, investigatore co-principale RAMPT e Senior Propulsion Engineer presso il Marshall Space Flight Center della NASA. “L’obiettivo è aumentare il livello di prontezza della tecnologia per consentire l’infusione nelle future missioni della NASA e nelle applicazioni spaziali commerciali”.

“La tecnologia all’avanguardia di DM3D e l’esperienza di NCAME nella caratterizzazione e qualificazione dei materiali continueranno il progresso e l’infusione di queste tecnologie nelle missioni future e consentiranno all’industria di continuare a sfruttare questo sviluppo per altre nuove applicazioni su larga scala”, ha aggiunto Auburn University Direttore NCAME e responsabile tecnico RAMPT Nima Shamsaei.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi