Navatek e UMaine si aggiudicano un contratto della Marina da 5 milioni di dollari per la ricerca sulla produzione 3D

Navatek e il Centro strutture e compositi avanzati dell’Università del Maine $ 5 milioni contratto della Marina sono derivati ​​dal lavoro di UMaine dell’anno scorso per commissionare la più grande stampante 3D a polimeri al mondo, vista qui alla sua inaugurazione.

Navatek LLC e il Centro strutture e compositi avanzati dell’Università del Maine hanno vinto un contratto da 5 milioni di dollari per la ricerca di materiali e nuovi strumenti e metodi di produzione per migliorare la progettazione e la costruzione di navi della Marina e del Corpo dei Marines.

L’obiettivo è massimizzare la velocità, l’autonomia, il carico utile e la sopravvivenza per le missioni navali, riducendo al contempo i costi e i tempi di costruzione, secondo un comunicato stampa.

Il contratto proveniva dall’Ufficio di ricerca navale del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

La ricerca esplorerà le opportunità di applicare la produzione additiva, comunemente chiamata stampa 3D, alla progettazione e costruzione di navi di superficie. La ricerca svilupperà strumenti e tecniche che consentiranno agli ingegneri di valutare nuovi materiali, produrre strutture più complesse, migliorare la produttività e ridurre i costi.

L’obiettivo finale del lavoro è applicare le tecnologie e gli strumenti per progettare le navi di superficie senza pilota, usando un approccio modulare alla progettazione strutturale delle navi.

Il progetto è una continuazione della partnership di Navatek con il centro UMaine, che progetterà, valuterà, fabbricherà e testerà materiali compositi e strutture per il progetto.

“La nostra collaborazione con Navatek è ciò che li ha attratti ad aprire uffici nel Maine”, ha dichiarato Habib Dagher, direttore esecutivo del centro. “Attendiamo con impazienza di continuare la nostra collaborazione con Navatek e l’ONR [Office of Naval Research], creando conoscenze trasformative nella produzione avanzata per la Marina e trasferendo tali conoscenze in posti di lavoro ben pagati, basati sul Maine.”

La ricerca, la produzione e il collaudo avanzati dovrebbero aiutare ad aprire lo spazio di progettazione per le parti stampate in 3D e la produzione di additivi senza cornice da applicare alle nuove navi per la Marina.

Per mostrare il suo potenziale alla sua inaugurazione lo scorso anno, UMaine ha utilizzato la sua stampante 3D per stampare una nave di pattuglia non funzionale lunga 25 piedi nel giro di pochi giorni.
“Questo progetto è il risultato del lavoro di UMaine dello scorso anno in cui abbiamo commissionato alla UMaine-ASCC la più grande stampante 3D a polimeri del mondo e la stampa 3D di una nave di pattuglia da 5.000 libbre di lunghezza 25 piedi”, ha detto Dagher.

“Navatek è orgogliosa di collaborare con l’Università del Maine a sostegno dell’obiettivo della Marina e del Corpo dei Marines di mettere in campo navi di superficie senza equipaggio o USV”, ha dichiarato Martin Kao, CEO di Navatek, nel comunicato.

“Insieme al nostro ufficio a Portland, Navatek ha recentemente aperto un secondo ufficio a Bangor, che è collocato presso l’Università del Maine per aumentare la collaborazione. Stiamo espandendo la nostra presenza nello stato a 80 ingegneri e scienziati nei nostri uffici di Bangor e Portland nel corso di questi programmi, con spazio per crescere fino a oltre 120 nelle nostre nuove strutture, previsto nel 2021. ”

Navatek sta inoltre espandendo le sue operazioni a Portland . Lo studio di progettazione e ingegneria navale si è trasferito in 4.800 piedi quadrati di nuovo laboratorio e spazio per i negozi al primo piano dell’edificio D presso il complesso marino di Portland Co., a 100 West Commercial St.

A settembre, Navatek occuperà oltre 7.560 piedi quadrati di spazi per uffici al secondo e terzo piano dell’edificio D. E sono in corso i piani per costruire altri 15.000 piedi quadrati di spazi per uffici che saranno pronti per l’occupazione nel settembre 2021. Ha anche 6.424 piedi quadrati a 80 Exchange St. a Bangor.

Nel 2019, Navatek ha vinto un contratto della Marina da 8 milioni di dollari per migliorare la progettazione e la costruzione di piccole imbarcazioni che possono operare in sicurezza ad alta velocità in mare mosso.

Il progetto triennale prevede la collaborazione con il cantiere navale di Front Street a Belfast e l’Università del Maine.

Nel 2019, Navatek ha vinto un contratto della Marina da 8 milioni di dollari per migliorare la progettazione e la costruzione di piccole imbarcazioni da diporto in mare agitato, una collaborazione con l’Università del Maine e il cantiere navale di Front Street di Belfast.
Navatek fornisce servizi di ricerca e sviluppo per il Dipartimento della Difesa, la NASA e altre agenzie governative. Storicamente fornitore di architettura navale e servizi di modellistica e simulazione, il suo portafoglio si è diversificato per comprendere gemelli digitali, sistemi di energia ed energia, veicoli senza pilota, robotica, autonomia, AI / ML, scienza dei dati, gonfiabili, compositi e produzione additiva. Dalla sua fondazione alle Hawaii nel 1979, Navatek è cresciuta fino ad aprire uffici nel Rhode Island, nel Maine, in Virginia, nel Michigan, nella Carolina del Sud, nell’Oklahoma e nel Kansas. Navatek cambierà nome in Martin Defense Group a settembre.


Il Centro Strutture e Compositi Avanzati dell’Università del Maine è leader mondiale nella ricerca e sviluppo di materiali compositi. Fondata attraverso la National Science Foundation nel 1996, è ospitata in un laboratorio di 100.000 piedi quadrati con 250 dipendenti. Il centro ha oltre 500 clienti e partner in tutto il mondo. Numerose aziende private del Maine si sono allontanate dalle ricerche del centro. Ha aperto la strada allo sviluppo di turbine eoliche offshore galleggianti progettando e implementando la prima turbina eolica offshore connessa alla rete negli Stati Uniti nel 2013. Il centro ospita il laboratorio di ingegneria oceanica Alfond W2 (Wind-Wave), una struttura unica con un’alta precisione generatore eolico su un bacino d’onda multidirezionale, nonché Offshore Wind Laboratory, il secondo più grande impianto di prova di pale eoliche negli Stati Uniti Nel 2019, il centro ha commissionato la più grande stampante 3D polimerica al mondo. Ha vinto il Guinness World Records per 3Dirigo, la più grande barca stampata in 3D del mondo, una nave da pattugliamento di 5.000 libbre lunga 25 piedi che è stata stampata in 72 ore.

Be the first to comment on "Navatek e UMaine si aggiudicano un contratto della Marina da 5 milioni di dollari per la ricerca sulla produzione 3D"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi