La polizia sventa un presunto complotto per importare 30 kg di metanfetamine in WA all’interno di stampanti 3D
Due uomini, presunti membri di spicco di un sindacato criminale internazionale, sono accusati a Taiwan.

 

Due uomini ritenuti membri anziani di un sindacato criminale internazionale sono stati accusati a Taiwan di un presunto complotto per importare 30 kg di metanfetamine nell’Australia occidentale nascoste all’interno di stampanti 3D.

Sabato è stato rivelato che un uomo di 33 anni e un uomo di 36 anni sono stati arrestati a luglio e ottobre di quest’anno dopo essere stati notati dalla polizia federale australiana come parte dell’operazione Ironside.

L’operazione Ironside è stata un’operazione sotto copertura tra l’AFP e l’FBI in cui hanno intercettato ogni messaggio pubblicato tramite la piattaforma di comunicazione crittografata An0m utilizzata dai sindacati criminali per tre anni dal 2018.L’assistente commissario dell’AFP Pryce Scanlan ha affermato che uno degli uomini è venuto all’attenzione dell’AFP dopo che le comunicazioni intercettate su An0m avrebbero indicato che aveva coordinato più di 30 importazioni di metanfetamine in Australia nel 2020.Si presume che la stampante 3D doveva essere utilizzata per importare le metanfetamine in WA. Fotografia: polizia federale australiana
“L’intelligence indica che lui e il suo sindacato stavano tentando di importare quantità fino a 100 kg alla volta”, ha detto Scanlan. “Sospettiamo che operassero molto prima che iniziassimo a monitorarli e che fossero coinvolti in molti altri complotti di traffico di droga contro l’Australia”. 

L’AFP, in collaborazione con l’Australian Criminal Intelligence Commission (ACIC), ha poi scoperto il presunto complotto per importare 30 kg di metanfetamine nell’Australia occidentale all’interno di stampanti 3D.

Le forze dell’ordine hanno intercettato la droga negli Stati Uniti prima che raggiungesse l’Australia e il Taiwan Criminal Investigation Bureau è stato in grado di arrestare il 33enne a New Taipei City alla fine di luglio.

La polizia taiwanese ha poi trovato anche un secondo presunto membro del sindacato nella città di Taoyuan e lo ha arrestato all’inizio di ottobre. L’AFP ha affermato che l’uomo di 36 anni sarebbe stato il braccio destro del 33enne.

Gli uomini sono stati accusati di trasporto illegale di stupefacenti di categoria 2 e rischiano l’ergastolo a Taiwan se condannati.

Scanlan ha affermato che l’AFP sta ancora indagando su potenziali presunti collegamenti con il sindacato sulle importazioni sventate in WA e l’indagine stava esaminando diversi paesi, inclusa l’Australia.

“Questo gruppo criminale organizzato ha causato danni significativi alla comunità australiana per diversi anni, oltre a causare danni offshore”, ha affermato.

“Sosteniamo che questa operazione abbia eliminato due membri anziani di un sindacato TSOC [crimine transnazionale serio e organizzato] e interrotto il loro passaggio per importare merci illecite in Australia, il che rappresenta una vittoria significativa per la comunità”.

L’AFP stima che i 30 kg di metanfetamine sarebbero stati venduti per circa 45 milioni di dollari in base ai prezzi WA.

Josh Taylor da TheGuardian.com

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi