Optomec CS250 e Optomec HC-TBR LENS

OPTOMEC LANCIA LE STAMPANTI 3D IN METALLO COMPATTE CS250 E HC-TBR LENS INDUSTRIALI

Optomec, sviluppatore di stampanti 3D in metallo Directed Energy Deposition (DED) e Aerosol Jet Printing (AJP), ha lanciato due nuove iterazioni dei suoi sistemi di produzione additiva LENS.

La macchina CS250 di Optomec è una stampante compatta orientata alla ricerca, con quattro alimentatori di polvere integrati, mentre il suo sistema HC-TBR è stato progettato per applicazioni ad alto volume. Quest’ultimo è dotato di un sistema di visione integrato e di un modulo di automazione per le parti in titanio, che consentono agli utenti di far funzionare la macchina continuamente in un’atmosfera inerte.

“L’HC-TBR è la prima macchina in grado di produrre volumi elevati per metalli reattivi come alluminio e titanio.” ha affermato Mike Dean, direttore marketing di Optomec. “Abbiamo assistito a un notevole aumento della domanda di questi materiali da parte dei nostri clienti e ci aspettiamo che la tendenza continui man mano che i produttori passano a modelli più leggeri”.

LENS è il processo di stampa 3D DED proprietario di Optomec, che utilizza una materia prima in polvere di metallo, che viene soffiata attraverso un ugello e fusa al contatto con un array laser, per fabbricare parti complesse. La tecnologia è particolarmente utile per aggiungere materiale a oggetti preesistenti, il che ha spesso portato alla sua applicazione all’interno di operazioni di manutenzione, riparazione e revisione (MRO) .

Oltre a LENS, l’azienda commercializza le sue macchine basate su AJP, che sono in grado di stampare elettronica direttamente su oggetti 3D. Questi sistemi sono stati applicati per produrre una varietà di prodotti elettronici come circuiti ad alta risoluzione , sensori di deformazione e ricetrasmettitori Bluetooth wireless, tra gli altri.

Recentemente, Optomec ha cercato di espandere la velocità e la compatibilità delle sue macchine tramite vari aggiornamenti. Ad esempio, l’azienda ha rilasciato il suo software di visione integrato AutoCLAD nel novembre 2019, che genera un percorso utensile personalizzato per ogni parte prima dell’elaborazione.

In termini di compatibilità, l’azienda ha anche sviluppato parametri per la lavorazione di parti in rame puro e ha rilasciato un altro aggiornamento a maggio, che ha permesso agli utenti di depositare qualsiasi lega di alluminio . Con il lancio dei suoi nuovi sistemi CS250 e HC-TBR, Optomec ha ora costruito macchine che sono state ottimizzate per produrre rapidamente parti metalliche, che possono essere sensibili alle condizioni atmosferiche.

Secondo l’azienda, i suoi due nuovi sistemi sono stati costruiti per offrire funzionalità, flessibilità e prestazioni “senza precedenti”. Entrambe le macchine si basano sulla sua tecnologia proprietaria LENS DED e la coppia presenta lo stesso volume di costruzione 250 x 250 x 250 mm, che è particolarmente adatto alla riparazione di parti e alla produzione di piccoli componenti.

Allo stesso modo, entrambi i sistemi saranno disponibili nelle versioni a tre o cinque assi e saranno forniti con una nuova testina di stampa di “prossima generazione”. L’apparato avanzato è in grado di modificare automaticamente le dimensioni e l’intensità del laser durante la stampa, il che consente di fabbricare diverse aree di un componente con diversi livelli di dettaglio.

L’obiettivo principale delle due macchine è la loro capacità di elaborazione inerte, che consente loro di stampare leghe riflettenti come rame e titanio o metalli comuni come acciai o nichel. Le ultime stampanti LENS di Optomec utilizzano questa tecnologia in modi diversi e il CS250 è un sistema all-in-one compatto ottimizzato per lo sviluppo di leghe nei laboratori di ricerca.

L’HC-TBR, nel frattempo, è una stampante 3D orientata all’industria che è caratterizzata da un modulo di automazione, che consente di elaborare parti sensibili all’atmosfera senza caricamento manuale. Inoltre, per facilitare la sua introduzione nelle celle di lavoro automatizzate, l’HC-TBR è dotato di porte anticamera automatiche, che possono essere aperte e chiuse roboticamente.

Per le applicazioni di riparazione, il nuovo sistema LENS di Optomec include un sistema di visione integrato gestito dal suo software AutoCLAD, che crea un percorso utensile personalizzato per ogni parte che incontra. Il programma compensa attivamente la variazione da parte a parte, riducendo al minimo l’apporto di calore nel componente, creando una “ricetta di riparazione additiva” per ogni singolo oggetto fabbricato.

Il continuo progresso delle tecnologie DED

Optomec non è l’unica azienda a fare progressi nella stampa 3D DED e numerosi altri ricercatori e aziende stanno attualmente sviluppando le proprie varianti della tecnologia.

Il sistema M450 della società di stampa 3D in metallo Meltio, ad esempio, combina tecnologie DED basate su polvere e filo per sfruttare i vantaggi di entrambi. In effetti, il suo motore Meltio può anche essere adattato a macchine CNC, robot e sistemi gantry, consentendo loro di stampare in 3D parti metalliche a piena densità.

Il Fraunhofer Institute for Laser Technology sta sviluppando una versione ad alta velocità estrema di DED, che è stata recentemente adottata dal produttore di pinze Bilsing Automation . Lavorando con partner nel Regno Unito, Cina e Germania, l’istituto sta tentando di ampliare le applicazioni industriali della sua nuova tecnica di stampa 3D.

Altrove, Additec ha lanciato la sua μPrinter più orientata al valore nel novembre 2019, che funziona utilizzando un unico ugello DED centrale con due diverse aperture per l’alimentazione del filo o della polvere. Mantenendo separati i feed, consente agli utenti di passare facilmente tra i due, a seconda del risultato desiderato della stampa.

Be the first to comment on "Optomec CS250 e Optomec HC-TBR LENS"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi