L’ascesa di Palitra e la stampa 3D a colori a basso costo per tutti
 
Una nuova società, Palitra, spera di fornire al mercato una tecnologia di stampa 3D a colori pratica e conveniente.

RIZE, lanciata nel 2011, ha sviluppato un processo pratico per la stampa 3D a colori RGB completa e l’ha commercializzato nel sistema XRIZE da 40K$. Tuttavia, sembra che il prezzo fosse troppo alto per il mercato e RIZE sembra essersi fermata.

Il cofondatore della società, Eugene Giller, ha acquistato tutte le risorse di RIZE, inclusa la proprietà intellettuale per il processo di stampa 3D a colori per la nuova società, Palitra. Ho parlato con Giller dei suoi piani.

Mentre Palitra intende supportare i clienti RIZE esistenti, Giller ha in mente qualcos’altro che potrebbe essere una spinta incredibilmente potente alla stampa 3D.

L’idea è che il sistema a colori RIZE fosse semplicemente troppo costoso. Il suo costo dipendeva in gran parte dall’uso di componenti costosi che erano le uniche opzioni disponibili al momento della progettazione della macchina. Nel frattempo, oggi sono disponibili molti componenti alternativi che potrebbero ridurre drasticamente i costi di sviluppo di un sistema di stampa 3D a colori simile.


Ad esempio, Giller ha affermato che ogni testina di stampa del sistema XRIZE costa circa 1500 dollari USA e che il sistema ne richiede TRE! Sono $ 4500 solo per le testine di stampa a getto d’inchiostro, per non parlare del resto della stampante 3D.

Giller ha affermato che in questi giorni può ottenere testine di stampa equivalenti a un costo forse 10 volte inferiore.

 
Questo porta a un concetto molto interessante: e se la tecnologia a colori RIZE (ora Palitra) fosse adattata alle stampanti 3D esistenti?

Le stampanti 3D di oggi sono abbastanza mature, compresi sistemi di movimento altamente accurati e sistemi di estrusione di precisione a costi relativamente bassi, sicuramente rispetto a quelli disponibili nel 2011.

La tecnologia RIZE prevede un componente di estrusione FFF standard, combinato con una testina di stampa a getto d’inchiostro che passa su ogni strato per depositare il colore desiderato. Questo viene assorbito nel materiale, risultando nella stampa 3D a colori. Ho visto molti campioni di stampa RIZE e sono abbastanza buoni.
Mi sembra che potrebbe essere relativamente semplice modificare il design di una stampante 3D FFF esistente per includere il sistema a getto d’inchiostro a colori. Combinalo con i materiali RIZE appositamente progettati che assorbono i colori e avrai una stampante 3D a colori economica sul desktop.

Ma quanto potrebbe essere economico? Giller insiste che può produrre il dispositivo per meno di $ 10.000, che è un quarto del prezzo del sistema RIZE. Ma aspetta, ha anche detto che questo è un “gioco a volume” e che è del tutto possibile che il sistema a colori possa essere venduto per meno di $ 5000.

A quel prezzo ci sarebbero molti più utenti e applicazioni per la stampa 3D a colori. Forse il prezzo potrebbe anche diminuire nel tempo.

Giller ha spiegato che esistono diversi mercati per la stampa 3D a colori, inclusi numeri di serie delle parti, figurine e applicazioni sanitarie in cui le etichette possono aiutare a identificare le posizioni chirurgiche. Tuttavia, ha affermato che probabilmente esiste una “applicazione adeguata” là fuori, in attesa di essere scoperta da coloro che utilizzano stampanti 3D a colori a basso costo. Lui ha spiegato:

“Se riesco a stabilire il prezzo giusto per la quadricromia, ci saranno molte applicazioni se riesci a fornire [la tecnologia] ai designer”.
Puoi acquistare questa fantastica stampante 3D a colori a basso costo oggi? Non ancora. Giller intende collaborare con un produttore di stampanti 3D esistente per implementare la tecnologia. Se ti capita di lavorare con un produttore di stampanti 3D, potresti fargli un fischio.

Questo mi ha fatto pensare, poiché qui ci sono molte possibilità interessanti.

Ad esempio, Prusa Research potrebbe collaborare con Palitra per produrre una sorta di MK3S modificato per produrre oggetti a colori. Questo potrebbe adattarsi perfettamente alle esplorazioni dell’azienda nella stampa 3D a colori con le loro funzionalità di colore MMU2S e PrusaSlicer .

Un’altra possibilità potrebbe essere Creality, che attualmente non offre alcuna funzionalità di colore nonostante sia uno dei maggiori produttori di stampanti 3D al mondo. Potrebbero essere interessati ad aggiungere un’opzione di colore.
Un’altra possibilità potrebbe essere XYZprinting, che in precedenza ha sviluppato la stampante 3D da Vinci Color , che tenta di stampare con più colori, ma solo in modalità spot.

Mosaic Manufacturing, i produttori del sistema Palette di giunzione dei filamenti per ottenere il cambio di colore, potrebbero avere interesse ad aggiungere un’opzione di stampa 3D a colori al loro portafoglio. Tuttavia, sono una piccola azienda rispetto alle altre, che potrebbe più facilmente assumere un progetto del genere.

Giller ha affermato che Palitra non è ancora del tutto pronto per il lancio, ma si aspetta che le cose siano visibili sul sito Web dell’azienda entro febbraio.

da fabbaloo.com

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi