3D Systems ha annunciato l’acquisizione a sorpresa non di una, ma di due società questa settimana. Cosa sta succedendo?

Anni fa l’azienda ha intrapreso una massiccia corsa agli acquisti, divorando almeno 54 aziende diverse nel corso di diversi anni. Molte di queste acquisizioni erano discutibili e la maggior parte dei prodotti coinvolti ora è svanita. Allo stesso modo, la strategia di acquisizione è scomparsa dal playbook di 3D Systems fino a tempi molto recenti.

 
Le società in questione erano Kumovis, una startup tedesca che fornisce un sistema per la stampa 3D di materiali ad alta temperatura in modo certificato dal punto di vista medico, e Titan Robotics, un’azienda del Colorado specializzata nella stampa 3D di grande formato utilizzando la tecnologia di estrusione termoplastica.

Il sistema R1 di Kumovis è unico in quanto i materiali esotici sono in genere utilizzati per apparecchiature e impianti medici, che devono essere sottoposti a sterilizzazione in unità di sterilizzazione ad alta temperatura. La maggior parte dei termoplastici comunemente usati nella stampa 3D non sopravviverebbe a quelle temperature, ma la capacità della R1 di stampare materiali ad alta temperatura come PEEK, PEKK e PPSU supera facilmente questa sfida.

 
L’azienda ha anche sviluppato un sofisticato flusso di lavoro e un ecosistema per supportare il processo di stampa 3D in “camera bianca” abilitato dalla loro tecnologia. Uno dei loro obiettivi è decentralizzare la produzione di parti mediche consentendo la produzione in loco utilizzando i loro sistemi.

Data la forte attenzione di 3D Systems al settore sanitario, non sorprende che abbiano acquisito Kumovis. Ciò aggiungerà immediatamente una nuova linea di prodotti alla loro crescente attività sanitaria, ma consentirà anche una crescita significativa.

 
Kumovis, in quanto piccola startup, semplicemente non aveva il potere di marketing e distribuzione che opera 3D System. 3D Systems sarà in grado di collegare facilmente il prodotto Kumovis direttamente alla propria rete di distribuzione e ottenere immediatamente vendite significative.

Dall’altro lato abbiamo Titan Robotics. Sono riluttante a definirli una startup, poiché li ho visti per la prima volta nel 2015 quando hanno lanciato la loro stampante 3D FFF di grande formato senza precedenti all’epoca, l’ Atlas .

Da allora l’azienda ha gradualmente migliorato il sistema, aggiungendo soprattutto la possibilità di estrudere utilizzando pellet termoplastici economici piuttosto che filamenti costosi.

Questa è stata una mossa molto importante per l’azienda, perché quando si stampano in 3D oggetti più grandi il costo del filamento può essere estremo. Il passaggio al pellet ha consentito agli operatori di stampare oggetti di grandi dimensioni con spese di materiale simili ai processi di produzione convenzionali.

Titan Robotics è stata anche tra le prime a utilizzare i servomotori nella progettazione delle macchine, piuttosto che i motori passo-passo molto più comuni. Questi servi consentivano il controllo in tempo reale per garantire che il sistema di movimento fosse posizionato con precisione in ogni momento. In altre parole, stampe di migliore qualità.

Mentre l’acquisizione di Kumovis è stata un passo naturale per 3D Systems, la mossa di Titan Robotics è un po’ più sottile. 3D Systems ha già stampanti 3D di grande formato, ma sono sistemi SLA, non termoplastici. Cosa stanno facendo con questa mossa?

Il mio sospetto è che vedano il mercato del grande formato come un’area di potenziale crescita. Questo fatto è già stato scoperto da pochi altri in quello spazio, in particolare con BigRep. L’azienda con sede a Berlino ha fatto molti affari con i suoi potenti dispositivi di grande formato per diversi anni e sembra aver trovato un mercato nel settore. È necessario produrre prototipi su larga scala in alcuni settori. BigRep ha mostrato esempi di vasche da bagno, eliche marine e simili oggetti di grandi dimensioni che richiedono test prima di impegnarsi nella produzione su vasta scala.

 
Credo che 3D Systems stia lavorando a questo mercato con l’acquisizione di Titan Robotics. Come Kumovis, 3D Systems sarà in grado di sfruttare la propria rete di rivenditori esistente per spingere la tecnologia di grande formato molto più lontano di quanto Titan Robotics sarebbe mai stata in grado di fare da sola.

Probabilmente è anche una cattiva notizia per BigRep e simili produttori di stampanti 3D di grande formato, poiché ora hanno un potente concorrente con molta portata e molti soldi.

Dovrebbe essere interessante vedere l’effetto di queste mosse sulla valutazione di 3D Systems nella nostra classifica settimanale delle più grandi società di stampa 3D .

 
Il mio pensiero è che 3D Systems ora crede di aver “ripulito” le proprie operazioni e ora guarda ancora una volta verso l’esterno. La loro attuale posizione di società di stampa 3D con la valutazione più alta fornisce loro la piattaforma su cui possono facilmente effettuare acquisizioni strategiche di questo tipo.

di Kerry Stevenson da fabbaloo.com

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi