Un produttore di strumenti ha sfruttato la stampa 3D per rendere il proprio prodotto più attraente per gli acquirenti.

Se non hai familiarità con Wiesemann 1893, dovresti esserlo. È un marchio di strumenti per negozi di alta qualità che si concentra sulle esigenze dei produttori. Attualmente operano dalla Germania e dagli Stati Uniti.

I loro prodotti includono martelli, cricchetti, asce, cacciaviti, chiavi inglesi e persino piedi di porco. Ogni tipo di strumento è offerto in una varietà di stili che dovrebbero soddisfare le esigenze specifiche di chiunque. Ad esempio, ci sono 13 diversi tipi di martelli, che vanno da un “Martello da ingegnere” a “Martello da tetto” a slitte da 1 kg.

I loro prodotti sono di tale qualità che gli acquirenti li usano per lunghi periodi. Tuttavia, Wiesemann 1893 ha osservato che molti dei loro clienti non utilizzano supporti per i loro strumenti Wiesemann 1893.

La loro soluzione era utilizzare la stampa 3D.

Wiesemann 1893 ha progettato supporti stampabili 3D personalizzati per tutti i suoi strumenti e ha inserito questi modelli 3D nel suo negozio online. Al prezzo di € 0,00, sono scaricabili gratuitamente dal loro programma ENABLE 3D.



L’idea è che i clienti stampino in 3D i supporti necessari per i loro strumenti Wiesemann 1893 e li installino nelle officine dei clienti.

“Con ENABLE 3D ottieni supporti perfettamente adatti per ciascuno dei nostri strumenti. Invece di vendere accessori costosi, qui puoi ottenere supporti appositamente sviluppati per la tua stampante 3D.

Sviluppati da noi o direttamente dalla community, tutti i supporti ENABLE 3D sono progettati per la produzione additiva. Metti fine al caos e metti ordine nella tua officina.”
Gli acquirenti di Wiesemann 1893 sono una comunità compatta; amano i loro strumenti di alta qualità e spesso vogliono promuoverli. L’azienda ha indirizzato parte di quell’energia verso il programma ENABLE 3D, in cui consente che i progetti dei titolari vengano prodotti dalla comunità e quindi inseriti nella sezione ENABLE 3D del proprio negozio online.

Ciò promuove una maggiore innovazione nel design in quanto i clienti potrebbero presentare idee non prese in considerazione dall’azienda e offre anche una scelta più ampia per gli acquirenti.

Wiesemann 1893 promuove il programma ENABLE 3D come mezzo per riciclare i rifiuti di plastica. L’idea sarebbe quella di tagliare le vecchie parti in plastica e stamparle in 3D negli utili supporti. Hanno persino pubblicato un video di un cliente che fa esattamente questo:

 
Tuttavia, ci sono molti problemi con questo approccio, poiché trasformare la plastica riciclata in filamenti per stampanti 3D di qualità utilizzabile è un’attività molto impegnativa. Sono necessarie attrezzature specializzate e una fornitura ragionevole di materiale termoplastico di input altamente coerente, che è più difficile da ottenere di quanto si possa pensare.

Una volta che li hai, devi determinare i parametri di stampa ottimali, che utilizzeranno parte della scorta di materiale.

Sebbene l’idea di riciclare la plastica in questo modo sia ammirevole, è probabilmente poco pratica per molti clienti di Wiesemann 1893.

Il programma ABILITA 3D ha due effetti:

Innanzitutto, i laboratori saranno un po ‘più ordinati. Mentre gli strumenti potrebbero essere stati posati su tavoli o nascosti in scatole, i supporti consentono di organizzare questi strumenti in modo visivo sulle pareti dell’officina.

In secondo luogo, e forse ancora più importante per Wiesemann 1893, la visualizzazione degli strumenti diventa una sorta di sottile approccio di marketing. I visitatori delle officine attrezzate di Wiesemann 1893 noteranno rapidamente gli attraenti strumenti esposti sulle pareti vicine, mentre potrebbero non averli notati affatto se conservati nelle cassette degli attrezzi.

Non ho dubbi sul fatto che il programma ENABLE 3D migliorerà le vendite di utensili di Wiesemann 1893, ma mi chiedo se altre società di utensili potrebbero offrire programmi simili, poiché i portautensili di Wiesemann 1893 in genere non funzionano per altre marche di utensili.

Potremmo vedere un Black & Decker, Stanley o altri produttori di utensili offrire un programma simile? Sappiamo già che Stanley, almeno, è profondamente coinvolto nella stampa 3D in vari modi. Un programma portautensili potrebbe essere un altro.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi