I laboratori PharmE3D ricevono finanziamenti federali per la contraccezione stampata in 3D
 
L’Università del Texas presso l’Austin College of Pharmaceutical Engineering and 3D Printing Labs , guidati dal Dr. Mo Maniruzzaman , hanno ricevuto una sovvenzione federale dall’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale ( USAID ) per sviluppare dispositivi intrauterini non ormonali stampati in 3D personalizzati ( IUD). L’obiettivo del progetto è aumentare l’accesso globale a una contraccezione efficace a lungo termine, riducendo al minimo alcuni dei suoi effetti collaterali più debilitanti.

Il progetto è in collaborazione con Contraceptive Research and Development ( CONRAD ), un’organizzazione di ricerca scientifica leader che lavora per migliorare la salute riproduttiva delle donne. L’organizzazione è stata fondata nell’ambito di un accordo di cooperazione con la Eastern Virginia Medical School ( EVMS ) e USAID.

Gli IUD sono uno dei contraccettivi più efficaci disponibili e offrono tassi di uso continuo più elevati rispetto ad altre forme di contraccezione. I dispositivi IUD a rilascio di rame come ParaGard sono gli unici IUD non ormonali disponibili negli Stati Uniti. Il meccanismo d’azione per questi IUD a base di rame commercializzati è principalmente correlato all’impatto degli ioni di rame sulla motilità e vitalità degli spermatozoi. Inoltre, i cambiamenti risultanti sul muco cervicale e l’accumulo di linfociti polimorfonucleati nell’utero aiutano a mantenere l’efficacia di questo dispositivo.

Sebbene gli IUD commerciali in genere non cambino la frequenza mestruale, spesso aumentano il flusso mestruale e i crampi, rappresentando circa il 10-13% degli utenti che hanno rimosso gli IUD entro il primo anno di utilizzo.

Per superare alcuni di questi inconvenienti, il Maniruzzaman Lab prevede di produrre IUD personalizzati mediante un processo di stampa 3D ottimizzato sviluppato nei PharmE3D Labs.

L’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale (USAID) è un’agenzia indipendente del governo federale degli Stati Uniti che è principalmente responsabile dell’amministrazione degli aiuti esteri civili e dell’assistenza allo sviluppo. L’USAID è una delle più grandi agenzie di aiuti ufficiali al mondo e rappresenta più della metà di tutta l’assistenza estera degli Stati Uniti, la più alta al mondo in termini di dollari assoluti.

“Questa sovvenzione USAID ha il potenziale per avere un impatto significativo sulla salute riproduttiva delle donne nei paesi in via di sviluppo”, afferma Maniruzzaman, un assistente professore presso la Divisione di farmaci molecolari e somministrazione di farmaci del college. “La nostra collaborazione con CONRAD ed EVMS è stata fruttuosa per l’ulteriore sviluppo delle tecnologie di stampa 3D per affrontare i problemi di salute globale e l’accesso all’assistenza sanitaria”.

Università del Texas

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi