Pixelmelt di Freemelt consente una maggiore libertà per l’ottimizzazione dei processi
 
Il raggio di elettroni proprietario di Freemelt può spostare il raggio di 4.000 metri al secondo, che si dice sia diverse centinaia di volte più veloce di un raggio laser (per gentile concessione di Freemelt)
 
Freemelt, Mölndal, Svezia, ha introdotto Pixelmelt, una nuova soluzione software progettata per uno sviluppo più rapido dei materiali e una produzione additiva più produttiva. Disponibile nel terzo trimestre del 2022, Pixelmelt offre all’utente una maggiore libertà in termini di ottimizzazione del processo, consentendo di variare i parametri di processo tra diversi componenti nella stessa build e anche all’interno di ogni singolo componente.

Utilizzando un raggio di elettroni anziché un raggio laser, le macchine Electron Beam Powder Bed Fusion (PBF-EB) di Freemelt offrono numerosi vantaggi intrinseci, in particolare che i materiali possono essere fusi a una potenza maggiore e il raggio può muoversi più velocemente. Ciò consente lo sviluppo di processi che non sono possibili nei sistemi laser.

“Una stampante 3D basata su laser può scansionare il raggio a circa 10 metri al secondo. Il raggio di elettroni proprietario di Freemelt può spostare il raggio di 4.000 metri al secondo, diverse centinaia di volte più velocemente di un raggio laser. Ciò significa che il raggio può saltare tra decine di migliaia di punti di fusione al secondo e distribuire il calore in modo ottimale”, ha affermato Ulric Ljungblad, CEO di Freemelt.

“Con Pixelmelt, i nostri clienti possono ora fondere il materiale in polvere in modelli di punti liberi su una superficie anziché lungo linee parallele, aumentando la loro produttività e consentendo nuove innovazioni nei materiali”, ha aggiunto Ljungblad.

Philip Nilsson, project manager di Pixelmelt ha proseguito: “In una prima fase, Pixelmelt sarà utilizzato per il sistema di ricerca Freemelt ONE per rendere i clienti della ricerca dell’azienda ancora più innovativi e produttivi. Pixelmelt sarà inizialmente un nuovo strumento universale nella cassetta degli attrezzi del cliente da trasferire ai futuri sistemi industriali”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi