POSTPROCESS TECHNOLOGIES CONSEGNA IL SUO PRIMO SISTEMA DI DEPOLVERIZZAZIONE VAD A UN CLIENTE EUROPEO
 
PostProcess Technologies , uno sviluppatore di sistemi di post-elaborazione automatizzati per parti stampate in 3D, ha consegnato il suo primo sistema di rimozione della polvere a spostamento acustico variabile (VAD) a un cliente in Europa.

Introdotto per la prima volta nell’ottobre 2020, VAD è la quinta famiglia di tecnologie di PostProcess. Il processo in attesa di brevetto è stato appositamente progettato per spolverare le parti fabbricate tramite sinterizzazione laser selettiva (SLS) e fusione a getto multiplo (MJF). Il cliente, un marchio di consumatori senza nome, ha cercato la tecnologia per rendere il suo flusso di lavoro di stampa 3D SLS più sicuro e scalabile, con connettività dati end-to-end.

La spedizione stessa è arrivata dopo un periodo di ampia convalida da parte dei clienti, spingendo PostProcess a procedere con un lancio commerciale globale.

Bruno Bourguet, amministratore delegato di PostProcess Technologies International, ha dichiarato: “Poiché la nostra nuova tecnologia di rimozione della polvere è ora disponibile per i clienti con accesso anticipato, stiamo concentrando i nostri obiettivi non solo sull’abilitazione di un flusso di lavoro completamente digitalizzato, ma anche sull’ottimizzazione per la sostenibilità, che include sicurezza dei dipendenti. La depolverizzazione è un processo disordinato e pericoloso così com’è oggi e siamo orgogliosi di offrire condizioni di lavoro più sicure e un riutilizzo più semplice della polvere agli utenti MJF e SLS in tutto il mondo.

 

Senza VAD, un tipico flusso di lavoro SLS prevede una fase di depolverazione lorda manuale (decaking), un processo che si basa interamente sulla produttività di un essere umano. Per pulire la polvere inutilizzata da un lotto di parti stampate in 3D, un tecnico di produzione di solito deve utilizzare un pacco sottovuoto o un getto d’aria ad alta pressione per entrare in ogni angolo. Oltre a essere inefficiente in termini di tempo, questo spesso porta a tassi di rottura elevati per le geometrie delle parti complesse ed espone i lavoratori a particelle sospese nell’aria dannose.

È la mancanza di digitalizzazione che rende difficile scalare la depolverazione manuale per soddisfare le esigenze di un impianto di produzione ad alto volume. In sostanza, finisce per essere un importante collo di bottiglia nel flusso di lavoro di stampa 3D di parti polimeriche.

 

Il processo VAD ha lo scopo di porre rimedio a questi problemi. La tecnologia combina l’energia meccanica con tecniche termiche e di spostamento intelligenti per smontare lotti di parti SLS e MJF praticamente senza intervento umano. Nello specifico, il sistema utilizza frequenze sintonizzate dal software per identificare le geometrie delle parti, il tutto emettendo onde sonore per rimuovere in modo non distruttivo la polvere sciolta con la pressione.

I sistemi VAD di PostProcess sono inoltre dotati di un controllo a circuito chiuso, in base al quale i parametri di decadimento come temperature e spostamenti vengono regolati automaticamente in tempo reale. Il sistema dispone anche di una serie di videocamere e telecamere a infrarossi per il monitoraggio del processo.

I clienti che optano per il processo possono aspettarsi di ridurre drasticamente i tempi del ciclo di depolverazione, il tutto migliorando la coerenza tra le parti e riducendo al minimo le rotture delle parti. Il sistema completamente chiuso mantiene anche le particelle pericolose contenute, mantenendo i dipendenti e l’ambiente al sicuro.

Sfruttando la piattaforma software proprietaria CONNECT3D® dell’azienda , gli utenti sono in grado di far funzionare e monitorare diversi sistemi dell’azienda in remoto. Il VAD può essere utilizzato insieme a qualsiasi altra tecnologia di PostProcess, che include sistemi realizzati per la rimozione di grandi volumi di resina, la rimozione del supporto e la finitura superficiale. Con ciascuna delle sue famiglie di tecnologie, PostProcess Technologies mira a inaugurare l’industrializzazione facilitando la vera produzione additiva ad alto rendimento.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi