PrintRite3D Sigma Labs con DMG MORI

SIGMA LABS HA DECISO DI FORNIRE UN SISTEMA DI MONITORAGGIO DEL PROCESSO PER LE STAMPANTI 3D LASERTEC DI DMG MORI

DMG MORI , un produttore di sistemi di produzione industriale, ha selezionato Sigma Labs, sviluppatore di software di stampa 3D, per fornire un sistema di monitoraggio del pool di fusione per la sua gamma di macchine SLM LASERTEC.

Il software di garanzia della qualità in-process PrintRite3D di Sigma è già stato testato da entrambe le società, con la conferma che soddisfa le esigenze dei clienti industriali di DMG. I prossimi passi della partnership prevedono che DMG MORI fornisca un’interfaccia per le sue stampanti 3D per garantire che siano completamente “PrintRite ready”. Ulteriori termini del contratto vengono mantenuti privati ​​in questo momento.

Mathias Wolpiansky, amministratore delegato di DMG MORI Additive, afferma: “Dopo rigorosi test, siamo lieti di annunciare che PrintRite3D è stata selezionata come la nostra soluzione preferita per il monitoraggio del pool di fusione per la nostra linea di stampanti 3D LASERTEC SLM. La nostra partnership offre ai nostri clienti la soluzione di monitoraggio del pool di fusione più integrata e più avanzata disponibile oggi sul mercato. Non vediamo l’ora di lavorare con il team di ingegneri di Sigma per continuare a migliorare la nostra integrazione e fornire soluzioni più innovative nel prossimo anno “.

Una parte metallica stampata in 3D ispezionata dalla piattaforma PrintRite3D. Foto via Sigma Labs.
Parti metalliche stampate in 3D ispezionate dalla piattaforma PrintRite3D. Foto via Sigma Labs.
Monitoraggio del pool di fusione con PrintRite3D

Il monitoraggio del processo in situ è ​​un aspetto cruciale della produzione additiva industriale, soprattutto per applicazioni critiche in settori quali l’aerospaziale e il medicale. Le alte densità di energia applicate a tali strati sottili di materia prima in polvere possono provocare schizzi, porosità e altri difetti che hanno effetti dannosi sulle proprietà dei componenti stampati.

PrintRite3D è progettato per rilevare e classificare i difetti che si verificano durante la fusione del letto di polvere a base laser. Analizza il pool di fusione e le firme termiche di un laser in tempo reale utilizzando moduli sensore sviluppati da Sigma Labs. Ciò offre agli utenti la possibilità di risparmiare sui costi dei materiali e sul tempo riducendo gli errori di stampa, poiché possono scegliere di interrompere la produzione non appena viene rilevato un difetto grave.

Raccogliendo e analizzando i dati di costruzione, gli utenti sono anche in grado di ispezionare i loro processi in profondità, apportando le modifiche correttive che potrebbero essere necessarie. Poiché il software è indipendente dal marchio OEM, è compatibile e installabile a posteriori con la maggior parte dei sistemi di stampa 3D in metallo industriale sul mercato, comprese le macchine laser singole, doppie e quadruple.

A seguito dell’accordo, i partner si sono già assicurati il ​​loro primo cliente comune, la società di produzione IN4.OS. ” PrintRite3D di Sigma Labs è un componente cruciale per rendere la produzione additiva mainstream per la produzione critica e la fornitura di prodotti qualificati”, ha affermato RJ Singh, CEO di IN4.OS. “Non vediamo l’ora di inaugurare una nuova era della produzione americana con i nostri partner strategici, Sigma Labs e DMG MORI”.

Parti metalliche stampate in 3D ispezionate dalla piattaforma PrintRite3D. Foto via Sigma Labs.
Componenti stampati con l’aiuto di PrintRite3D. Foto via Sigma Labs.
Un approccio intelligente

Negli ultimi anni, i sistemi di controllo della qualità basati sull’intelligenza artificiale hanno fatto il loro debutto anche nel settore della produzione additiva. Ad esempio, i ricercatori dell’Oak Ridge National Laboratory hanno recentemente sviluppato un programma software basato sull’apprendimento automatico in grado di monitorare la stampa 3D in metallo in tempo reale . Soprannominato Peregrine, l’algoritmo è inteso come un’alternativa economica ai metodi di caratterizzazione dei difetti convenzionali come PrintRite3D di Sigma.

Altrove, la Purdue University ha recentemente ricevuto una sovvenzione di 800.000 dollari dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti per accelerare lo sviluppo del primo nucleo di reattore nucleare stampato in 3D al mondo . Il finanziamento verrà utilizzato dagli ingegneri dell’Università per creare un nuovo modello di intelligenza artificiale per garantire la qualità di livello nucleare dei componenti critici del microreattore.

Be the first to comment on "PrintRite3D Sigma Labs con DMG MORI"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi