Ortesi su misura dalla stampante 3D

Il team 3Digity del Centro medico universitario di Göttingen raccoglie il trasferimento di ricerca EXIST di oltre un milione di euro, finanziato dal Ministero federale dell’economia e della protezione del clima.


Gli scienziati dell’University Medical Center Göttingen (UMG) hanno raccolto finanziamenti di oltre un milione di euro per un possibile spin-off nel campo della tecnologia medica. Con questo importo, il Ministero federale dell’economia e della protezione del clima (BMWK) sosterrà le spese per il personale e i materiali del progetto “3Digity” nei prossimi due anni.

3Digity sviluppa ortesi robotizzate individualizzate per la riabilitazione della mano. L’obiettivo è fornire ai pazienti e al personale curante una nuova forma di riabilitazione della mano. A tale scopo, la mano viene misurata digitalmente e con l’aiuto di questi dati vengono prodotte automaticamente ortesi su misura. Questi possono essere integrati in un processo di riabilitazione in brevissimo tempo utilizzando la stampa 3D.

Dietro “3Digity” c’è un team di ricerca di quattro persone che, oltre all’esperienza pratica nella tecnologia medica, ha anche esperienza in fisioterapia e amministrazione aziendale. “Il nostro obiettivo è portare la tecnologia sul mercato e fondare un’azienda”, afferma il project manager Claudio Garcia.

Il tutor tecnico del team è il Prof. Dr. Arndt Schilling, capo della ricerca e sviluppo presso la clinica UMG per la chirurgia traumatica, l’ortopedia e la chirurgia plastica. “Il progetto ha un grande potenziale. Ci aspettiamo che i pazienti possano essere trattati più velocemente e meglio con 3Digity”, afferma Schilling.


Il Transfer & Startup Hub dell’Università di Göttingen, che ha accompagnato il progetto durante il processo di candidatura, continuerà a supportare il team. “Il finanziamento è una spinta importante per noi: ci consente di iniziare con il necessario processo di certificazione e la preparazione di uno studio clinico”, afferma il membro del team Dr. Julie Kux.

Con il trasferimento di ricerca EXIST, i risultati della ricerca che hanno il potenziale per diventare la base per la fondazione di un’azienda devono inizialmente essere ulteriormente sviluppati nell’istituto scientifico, un istituto di ricerca universitario o non universitario. In questo modo si dovrebbe verificare che sia assicurata la fattibilità tecnica di base dell’idea di prodotto e che possa aver luogo una fondazione. Dopo un anno e mezzo l’impresa deve essere costituita per poter presentare domanda per la seconda fase di finanziamento.

 Transfer & Startup Hub Università di Goettingen

Il Transfer & Startup Hub dell’Università di Gottinga è il punto di contatto centrale per studenti, scienziati, professori, dipendenti ed ex studenti dell’Università di Gottinga per i temi dell’innovazione e dell’imprenditorialità, nonché del trasferimento di conoscenze e tecnologie.

Università di Gottinga

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi