Redefine Meat ha raccolto 29 milioni di dollari ne primo round di finanziamento

REDEFINE MEAT RACCOGLIE 29 MILIONI DI DOLLARI PER DIVENTARE LA PIÙ GRANDE AZIENDA DI CARNE ALTERNATIVA DEL MONDO ENTRO IL 2030

Redefine Meat , un’azienda di stampa 3D alimentare che sviluppa carne priva di animali, ha raccolto 29 milioni di dollari in finanziamenti di serie A che prevede di utilizzare per supportare il suo lancio commerciale quest’anno. I fondi verranno utilizzati anche per espandere il portafoglio di carni alternative dell’azienda e per guidare la sua crescita internazionale.

Il round di finanziamento è stato guidato dalle società di venture capital Happiness Capital e Hanaco Ventures , ed è stato anche raggiunto dall’investitore di proteine ​​alternative CPT Capital e da diverse altre società di investimento.

“Siamo entusiasti di aver concluso questo round di finanziamento con un gruppo così unico e diversificato di investitori professionali di grande esperienza che condividono la nostra visione”, ha affermato Eshchar Ben-Shitrit, CEO e co-fondatore di Redefine Meat. “Questo finanziamento, che è stato concluso più velocemente e meglio di quanto avremmo potuto immaginare un anno fa, è un passo importante per diventare la più grande azienda di carne alternativa al mondo entro il 2030”.

Redefine Meat’s Alt-Products ha ricevuto un tasso di accettazione del 90% da parte dei clienti durante la degustazione alla cieca. Immagine tramite Redefine Meat.
Ridefinire il prodotto bistecca alternativo della carne. Immagine tramite Redefine Meat.
Ridefinire i prodotti a base di carne attraverso la stampa 3D

Fondata nel 2018 con l’obiettivo di affrontare la sostenibilità dell’industria globale della carne , Redefine Meat utilizza la stampa 3D per produrre alternative di carne a base vegetale che emulano l’aspetto, la consistenza e il sapore di carni arrosto e bistecche.

La società ha raccolto 6 milioni di dollari in finanziamenti per le sementi nel 2019 per far avanzare lo sviluppo della sua stampante 3D per carne alternativa, che presumibilmente ha un impatto ambientale inferiore del 95% rispetto alla carne animale prodotta con mezzi convenzionali. L’anno successivo, l’azienda ha rivelato il suo primo prodotto Alt-Steak stampato industrialmente in 3D composto da un proprio set di ingredienti vegetali formulati Alt-Muscle, Alt-Fat e Alt-Blood.

Più di recente, l’azienda ha completato con successo una degustazione alla cieca in un sobborgo di Tel Aviv, in Israele, che ha dato a oltre 600 clienti la possibilità di provare la sua gamma di prodotti a base di carne stampati in 3D. Dopo che il feedback ha rivelato che il gusto, la consistenza e la sensazione in bocca dei prodotti Redefine Meat erano paragonabili a quelli della carne animale, l’azienda ha stretto una partnership strategica con il distributore di carne israeliano Best Meister. La partnership vedrà Best Meister distribuire i prodotti di carne alternativa di Redefine Meat commercialmente a ristoranti israeliani e macellai di fascia alta.

Redefine Meat’s Alt-Products ha ricevuto un tasso di accettazione del 90% da parte dei clienti durante la degustazione alla cieca. Immagine tramite Redefine Meat.
Scalare per la commercializzazione

Dopo aver ottenuto il suo primo accordo commerciale strategico con Best Meister all’inizio di quest’anno, Redefine Meat sta cercando di guidare la sua crescita internazionale per tutto il resto del 2021 e di commercializzare ulteriormente i suoi prodotti a base di carne alternativa in nuovi mercati.

La società ha attualmente una linea pilota su larga scala in costruzione per intensificare la commercializzazione dei suoi prodotti e distribuirà quelle che secondo quanto riferito sono le prime stampanti 3D industriali di carne alternativa all’interno di vari distributori di carne entro la fine dell’anno. Gli investitori nell’ultimo round di finanziamento dell’azienda ritengono che la sua tecnologia abbia il potenziale per avere un “impatto significativo” sul consumo globale di carne.

“Hanaco Ventures è stato un investitore in Redefine Meat sin dal suo primo round nel 2019”, ha affermato Pasha Romanovski, socio fondatore di Hanaco Ventures. “La velocità con cui l’azienda è progredita è stata incredibile. Siamo stati molto fortunati a lavorare a stretto contatto con Redefine Meat durante il 2020 e abbiamo visto l’azienda crescere rapidamente da otto a più di 40, nonostante le sfide del Covid-19.

“IL NOSTRO INVESTIMENTO IN REDEFINE MEAT CI DÀ ACCESSO IN PRIMA PERSONA A INCREDIBILI PIATTI DI CARNE ALL’AVANGUARDIA CHE AVRANNO UN PROFONDO IMPATTO SUL CONSUMO DI CARNE E SULL’AMBIENTE”.

Secondo il collega investitore Happiness Capital, Redefine Meat è in grado di colmare il divario nel settore della carne alternativa per soddisfare adeguatamente le esigenze delle persone che vogliono ancora mangiare carne tradizionale, ma desiderano anche consumare in modo più sostenibile.

“Con una tecnologia pronta per la produzione e forti partner strategici, Redefine Meat è pronta a fornire alternative di carne di alta qualità che possono avere un impatto significativo sul consumo globale di carne”, ha aggiunto Eric Ng, CEO di Happiness Capital.

Il settore alimentare stampato in 3D, sebbene ancora in una fase di sviluppo, ha visto progressi relativi nel passaggio a prodotti e sistemi con potenziale commerciale nell’ultimo anno. Oltre a Redefine Meat, le altre startup israeliane di tecnologia alimentare SavorEat e Meat-Tech 3D hanno guadagnato da soli negli ultimi mesi, con SavorEat che ha raccolto 13 milioni di dollari nella sua offerta pubblica iniziale (IPO) sulla Borsa di Tel Aviv (TASE) .

Nel frattempo, Meat-Tech, che già commercia sul TASE, ha stampato con successo per la prima volta una struttura di manzo coltivata di un centimetro di spessore. Secondo l’azienda, questo sviluppo l’ha portata un passo avanti verso lo sviluppo di una tecnologia di stampa 3D tissue ad alta produttività. Per raggiungere questo obiettivo, Meat-Tech prevede anche di acquisire lo sviluppatore di grassi coltivati Peace of Meat per espandersi nel mercato globale delle alternative proteiche .

Per il momento, il cibo stampato in 3D sembra essere più in linea con il mondo accademico, con la stampa 3D che è stata implementata per rendere i pasti più sicuri e più attraenti per le persone con disturbi della deglutizione e nuovi metodi per stampare in 3D il cibo cotto che vengono esplorati.

Be the first to comment on "Redefine Meat ha raccolto 29 milioni di dollari ne primo round di finanziamento"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi