The Redwire Regolith Print facility suite, consisting of Redwire's Additive Manufacturing Facility, and the print heads, plates and lunar regolith simulant feedstock that will be launching to the International Space Station. Photo courtesy of Redwire Space.

 

Redwire Corporation, una figura di spicco nell’ambito delle infrastrutture spaziali per l’economia spaziale di prossima generazione, ha ricevuto il prestigioso premio Popular Science Best of What’s New 2023 nella categoria Salute grazie alla sua 3D BioFabrication Facility (BFF) installata sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Questo riconoscimento è stato ottenuto a seguito del successo della biostampa 3D del primo menisco del ginocchio umano nello spazio, un passo avanti significativo nella ricerca medica e spaziale.

La Rivoluzionaria Stampa 3D Nello Spazio A settembre, Redwire ha annunciato con orgoglio di essere riuscita a biostampare il primo menisco umano in 3D nello spazio utilizzando la BFF. Questa innovazione apre nuove opportunità per il trattamento delle lesioni al menisco, particolarmente comuni tra i membri delle forze armate degli Stati Uniti. Dimostrare la possibilità di stampare con successo tessuti complessi rappresenta un passo importante verso la creazione di un processo di biostampa affidabile in microgravità, un potenziale pioniere nella produzione su larga scala.

Il Futuro della Stampa 3D Nello Spazio La tecnologia della biostampa nello spazio potrebbe rivoluzionare il campo medico. I tessuti prodotti in orbita potrebbero essere utilizzati per sviluppare cerotti cardiaci destinati a cuori danneggiati, migliorando notevolmente le opzioni di trattamento. Redwire ha già lanciato una missione per biostampare tessuto cardiaco sulla ISS, sfruttando la tecnologia BFF sponsorizzata dal Laboratorio Nazionale della ISS.

Un’Impresa Ecologica Questo importante passo avanti nella biostampa non solo promette benefici per la salute umana ma anche vantaggi ecologici. La stampa nello spazio riduce gli sprechi di materiale e le emissioni di CO2, contribuendo a un mondo più sostenibile.

Il Compromesso di Redwire “Redwire si impegna a utilizzare BFF e altre strutture biotecnologiche Redwire… per sfruttare l’ambiente unico della microgravità a beneficio della salute umana sulla Terra”, ha dichiarato John Vellinger, vicepresidente esecutivo di Redwire. Con 20 strutture di ricerca attive sulla ISS, Redwire è all’avanguardia nella ricerca spaziale e nella biotecnologia, contribuendo a migliorare la vita sulla Terra.

Di Fantasy

Lascia un commento