Il rapporto Ricoh 3D suggerisce che le tecnologie di stampa 3D composita sono al culmine della produzione tradizionale 

Printing The Impossible: Ricoh 3D e Impossible Objects lanciano un white paper sulla produzione additiva a base di compositi (CBAM)

Stampare l’impossibile…

La partnership di Ricoh 3D con gli esperti di produzione additiva a base di compositi (CBAM) di Impossible Objects ha aperto una nuova frontiera di possibilità per i nostri clienti.

Per mostrare i progressi tecnologici che vengono fatti e per spiegare in dettaglio come CBAM può aiutare i nostri clienti, abbiamo pubblicato un white paper che approfondisce il mondo delle possibilità che CBAM offre ai clienti.

Siamo orgogliosi di aver lavorato in collaborazione con l’ Institute of Engineering and Technology per pubblicare il white paper approfondito, a cui è possibile accedere gratuitamente.

La produzione additiva basata su compositi potrebbe essere sull’orlo di una “svolta come metodo di produzione tradizionale”, secondo un rapporto di Ricoh 3D sulle tecnologie di stampa 3D dirompenti.

I compositi sono stati utilizzati nelle tradizionali applicazioni di stampa 3D FDM per diversi anni, ma secondo Ricoh 3D le domande su velocità, costo e volume massimo di costruzione sono state barriere all’implementazione di massa.

Il rapporto afferma che l’avvento della nuova tecnologia “a fibra lunga” sembra destinata a sconvolgere il settore e aprire la strada a un’adozione diffusa. Il rapporto, intitolato  Printing the Impossible , è stato co-autore di Ricoh 3D e Impossible Objects.

La tecnologia CBAM utilizza un processo di foglio di carbonio o di vetro, una forma di stampa a base di polvere di fibra continua, per produrre parti rinforzate con fibra di foglio fuse insieme da polimeri termoplastici come PEEK e PA12 . Le fibre lunghe all’interno del composito agiscono per rinforzare il materiale, in modo simile ai tiranti in acciaio precompresso in cemento armato.


Il rapporto ha anche esaminato come la riduzione del tempo di ciclo da parte del CBAM può ridurre il consumo di utenze e suggerire un approccio più sostenibile alla produzione additiva. Ricoh 3D afferma che in alcuni casi la riduzione del tempo di ciclo può essere di oltre dieci volte rispetto alla stampa 3D convenzionale.

Mark Dickin, Engineering Manager di Ricoh 3D, ha affermato: “Rispetto ai materiali in fibra corta o tagliata, i fogli in fibra lunga di CBAM consentono di stampare punti di riferimento perfettamente funzionanti e ad alta resistenza con fibre distribuite uniformemente. PEEK e PA12 sono combinati con fibre di carbonio o fibre di vetro per ottenere parti piatte e lineari con bordi sfumati che si tengono insieme sotto la forza di rotazione.

Dickin ha aggiunto: “Un ottimo esempio di dove la tecnologia a fibra lunga CBAM può superare i tradizionali materiali di stampa 3D è nella produzione di profili alari, come assemblaggi di ala e coda di aeroplani, nonché pale di eliche marine e di droni. L’attuale stampa 3D semplicemente non è in grado di fornire il livello di precisione e resistenza del materiale richiesti per queste applicazioni. Il CBAM, tuttavia, può creare profili aerodinamici più resistenti e leggeri in design più complessi e sostituire materiali più pesanti come l’alluminio”.

Il rapporto presenta anche casi di studio in cui l’implementazione della tecnologia CBAM ha contribuito a superare le barriere che sono state affrontate durante l’implementazione di compositi nelle tradizionali applicazioni di stampa 3D, con esempi dai mercati automobilistico, dell’elettronica di consumo e dello sport ad alte prestazioni.

Dickin ha concluso: “CBAM è uno sviluppo affascinante nel mondo della stampa 3D. Il potenziale per i produttori di espandere la propria offerta e di espandersi in nuove aree è chiaro. Tuttavia, come con qualsiasi nuova tecnologia, l’adozione anticipata non è priva di rischi”.

Il rapporto può essere trovato qui : https://rapidfab.ricoh-europe.com/ricoh-3d-and-impossible-objects-launch-cbam-white-paper/

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi