Ricoh lancia il servizio di modellazione anatomica point-of-care con la tecnologia di stampa 3D Stratasys PolyJet 

 
Stratasys ha collaborato con Ricoh USA per fornire servizi di modellazione anatomica point-of-care alle strutture sanitarie.

Ricoh 3D for Healthcare , un flusso di lavoro end-to-end impostato per la progettazione e la produzione di modelli anatomici, sfrutterà la sua piattaforma Stratasys J750 Digital Anatomy e J5 MediJet come parte della collaborazione.

Utilizzando la tecnologia PolyJet a colori e multimateriale di Stratasys, Ricoh produrrà modelli anatomici realistici che possono riflettere la patologia di un paziente e possono essere manipolati fisicamente come i tessuti umani. Con questi modelli, i medici saranno in grado di migliorare la loro preparazione chirurgica e l’educazione del paziente, oltre a migliorare la formazione medica.

Ricoh 3D for Healthcare è disponibile come opzione point-of-care e come opzione on demand. Il primo vede le stampanti 3D Stratasys abbinate al personale dei servizi gestiti di Ricoh in loco per gestire l’intero processo in conformità con il sistema di gestione della qualità di Ricoh e le buone pratiche di produzione, mentre il secondo offre ai fornitori la possibilità di ordinare i modelli stampati in 3D, che saranno poi spedito direttamente a loro.

“Finora, l’accesso ai modelli anatomici nei punti di cura è stato limitato ai grandi ospedali e alle strutture sanitarie”, ha commentato Gary Turner, amministratore delegato, Ricoh 3D for Healthcare, Ricoh USA. “La nostra soluzione conveniente amplia l’accesso per gli operatori sanitari di tutte le dimensioni. Grazie alla collaborazione con Stratasys, attraverso l’integrazione con IBM Watson Health e il nostro impegno continuo per l’innovazione, siamo in grado di fornire questi modelli a qualsiasi struttura che utilizza IBM iConnect Access”.

La stampa 3D è stata sfruttata per produrre modelli di pianificazione chirurgica per diversi anni – con molti che anticipano che presto diventerà lo standard di cura – e, di conseguenza, Stratasys si è mossa per progettare sistemi di stampa 3D specifici per questo tipo di applicazioni. Nell’ottobre 2019, l’azienda ha introdotto la macchina J750 Digital Anatomy per soddisfare la domanda di modelli anatomici reattivi per aiutare a migliorare la pianificazione e la formazione chirurgica, dopo il lancio del J5 MediJet nel giugno di quest’anno . Le due macchine da allora sono state acquisite da Ricoh, che ora utilizzerà le piattaforme per alimentare il suo servizio di modellazione anatomica point-of-care.

“Attraverso la nostra partnership con Ricoh, stiamo offrendo alle istituzioni sanitarie l’opportunità di accedere a strumenti per la cura dei pazienti a cui potrebbero non avere accesso in precedenza”, ha aggiunto Scott Drikakis, Healthcare Segment Leader per Stratasys. “Con Ricoh 3D for Healthcare, i fornitori possono facilmente generare modelli stampati in 3D dell’anatomia specifica del paziente utilizzando una tecnologia all’avanguardia attraverso servizi gestiti in loco o un approccio su richiesta. Ciò dimostrerà i vantaggi clinici ed economici dei modelli anatomici, semplificando al contempo le sfide storiche della creazione di programmi di stampa 3D negli ospedali”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi