Roboze raccoglie milioni con il sostegno di diversi nuovi investitori 

Roboze , leader nella stampa 3D di polimeri e compositi per l’industria aerospaziale, dei trasporti, dell’energia e medica, ha attirato molti investitori di fama mondiale per accelerare ulteriormente la sua crescita.

Il gruppo dei nuovi investitori internazionali comprende Nova Capital (holding di investimenti finanziari guidata da Paolo Merloni, Presidente Esecutivo di Ariston), Lagfin (Campari Group Holding), Andrea Guerra (ex amministratore delegato di Luxottica, ora amministratore delegato di LVMH Hospitality Excellence), Luigi De Vecchi (Chairman EMEA di Citi), Roberto Ferraresi (CEO di The Equity Club), Luca Giacometti (CEO di Galileo SPAC), Denis Faccioli (CEO di Tecres SPA) e molti altri.

Si uniscono a un pool già esistente di diversi investitori come Alfredo Altavilla (Presidente di Ita Airways), Boris Collardi (ex CEO di Julius Baer), Diego Piacentini (ex senior VP di Amazon), Federico Faggin (inventore del microprocessore) ed Equiter SPA (fondo di investimento detenuto da Intesa San Paolo e Compagnia di San Paolo).

Alessio Lorusso, Fondatore e CEO di Roboze ha dichiarato: “Questa ulteriore raccolta fondi accelererà il nostro slancio negli Stati Uniti e migliorerà i nostri investimenti in Ricerca e Sviluppo e, in particolare, il finanziamento aiuterà nella creazione di nuovo super materiale nel nostro centro di ricerca e sviluppo italiano , dove stiamo costruendo un nuovo laboratorio di chimica.

“Siamo onorati di avere un gruppo di investitori di questo calibro, che credono fermamente nella visione di Roboze e nel cambio di paradigma produttivo che la nostra tecnologia sta consentendo sostituendo i metalli e producendo parti senza sprecare materie prime”.

Roboze è stata creata nel 2015 con l’obiettivo di riprogettare le catene di approvvigionamento globali attraverso la sua tecnologia di stampa 3D brevettata per super materiali, creando un nuovo modello di produzione circolare e sostenibile, e attualmente lavora con grandi catene tra cui GE, Bosch, Airbus e altre organizzazioni globali in tutto molti settori.

È specializzata nella stampa 3D di sostituzione dei metalli che consente la creazione di parti di uso finale, resa possibile con le nuove macchine ARGO 1000, ARGO 500 e Roboze One + 400 Xtreme di Roboze.

L’anno scorso, l’azienda ha registrato una crescita economica sostanziale e ora il team globale dell’organizzazione supera le 100 persone e sta attualmente implementando un progetto di assunzione aggressivo che si diffonde negli Stati Uniti, in Italia e in Germania con piani per assumere 60 “super esperti” entro i prossimi 12 -18 mesi, di cui 30 negli Stati Uniti.

Insieme ai nuovi investitori, Roboze sta attualmente lavorando anche con il colosso della produzione industriale, Siemens Energy , per creare la produzione di parti su richiesta e un immagazzinamento sostenibile.

Andrew Bridges, Service Frame Owner di Siemens Energy ha dichiarato: “Pensiamo che la produzione additiva stia giocando un ruolo chiave nella digitalizzazione e nella riduzione dei costi nel settore energetico. In Siemens Energy abbiamo valutato molte aziende e abbiamo scoperto che la tecnologia Roboze per i polimeri ad alta temperatura ha soddisfatto le nostre aspettative qualifica e aspettative ingegneristiche e, di conseguenza, abbiamo acquisito la nostra prima macchina e non vediamo l’ora di espandere il nostro rapporto con Roboze”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi