Sandvik e Boliden collaborano al progetto di produzione di parti 3D
 
Sandvik Mining e Rock Solutions hanno collaborato con Boliden per una prova su piccola scala di parti prodotte in 3D che, secondo l’azienda, aiuterà entrambe le società a valutare il potenziale della stampa 3D.

La produzione additiva – o stampa 3D come è più comunemente nota – sta maturando rapidamente ed è passata dalla stampa di componenti in plastica alla possibilità di stampare ceramica e metalli.

Per scoprire il potenziale della tecnologia, Boliden ha collaborato con Sandvik per condurre una prova che vedrà le parti della macchina stampate digitalmente e installate su perforatrici sotterranee.

La prova con Sandvik riguarda una serie di componenti appositamente riprogettati stampati digitalmente in una struttura gestita da Sandvik in Italia, con le loro prestazioni monitorate su macchine nelle miniere sotterranee di Boliden, prima in Svezia, poi in Irlanda.

In teoria, le parti metalliche 3D potrebbero funzionare altrettanto, o addirittura meglio, rispetto agli articoli prodotti tradizionalmente, ha affermato l’OEM, aggiungendo che i primi componenti sono stati messi in funzione presso la miniera di Garpenberg in Svezia, con prestazioni ancora da valutare.

 

“La produzione additiva mostra un grande potenziale, sia per quanto riguarda la riduzione dell’impronta di carbonio all’interno della catena di approvvigionamento, attraverso la riduzione o l’eliminazione della necessità di trasporto e stoccaggio delle parti e anche i tempi di consegna più brevi”, ha affermato Ronne Hamerslag, responsabile della gestione della fornitura di Boliden. “Questa prova ci darà una comprensione più profonda di come possiamo andare avanti e sviluppare la nostra attività in modo competitivo”.

La stampa 3D è una prospettiva entusiasmante anche per gli OEM, come spiega Erik Lundén, President, Parts & Services di Sandvik Mining & Rock Solutions di Sandvik: “Le apparecchiature minerarie possono durare fino a 25 anni e devono essere supportate per tutto questo tempo, anche in il più remoto dei luoghi. Abbiamo molte SKU diverse (unità di scorta) e, dal punto di vista dell’inventario, non possiamo vincolare il capitale che comporterebbe tenere tutte queste parti in magazzino. La stampa 3D di parti a livello locale ci offre la prospettiva non solo di consegnare le parti al cliente molto più velocemente, ma anche di farlo in modo molto più sostenibile”.

Sebbene in teoria qualsiasi parte possa in futuro essere stampata in 3D, è probabile che siano gli elementi operativi di manutenzione e riparazione che sono i primi a ricevere il trattamento di produzione additiva, come boccole, staffe, parti di trapano, ecc. che i clienti devono cambiare ogni 3.000-4.000 ore.

Ma la stampa delle parti è solo una parte del puzzle che il processo con Boliden sta cercando di risolvere.

Un altro sta elaborando il futuro modello di business per le parti stampate in 3D. Chi si occupa della stampa: l’OEM, il minatore o una società di stampa di terze parti? Quali saranno i costi? E per quanto riguarda i diritti di proprietà intellettuale, le garanzie e le responsabilità? Tutti questi elementi – e altro ancora – devono essere risolti nello sviluppo di un futuro stampato in 3D.

Hamerslag ha concluso: “Se me lo chiedi, è la cosa più eccitante che sta accadendo nella catena di approvvigionamento. La sua efficienza, velocità e compatibilità ambientale significano che dobbiamo studiare da vicino la produzione additiva. Siamo solo nella fase di proof-of-concept con Sandvik in questo momento, ma è già chiaro che potrebbe diventare un punto di svolta per il business dei pezzi di ricambio nel settore minerario, sia per i minatori che per i produttori di apparecchiature”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi