CIBO STAMPATO IN 3D, SAVOREAT E SODEXO COMMERCIALIZZANO LA STAMPANTE 3D PER ALIMENTI ROBOT CHEF PER LE UNIVERSITÀ STATUNITENSI La start-up di stampa 3D alimentare SavorEat ha collaborato con la società di ospitalità globale Sodexo per condurre un progetto pilota della sua stampante 3D alimentare Robot Chef presso alcune università negli Stati Uniti dal 2022.

Lo scopo del progetto pilota è esaminare, testare ed eventualmente commercializzare il sistema Robot Chef e il primo prodotto a base di carne alternativo sviluppato da SavorEat, un hamburger proteico a base vegetale. Successivamente, i partner sperano di raggiungere un accordo di distribuzione per fornire i prodotti SavorEat in tutto il mercato statunitense.

“La scelta di Sodexo, in qualità di leader di mercato, di collaborare con noi, è un voto di fiducia nella soluzione di SavorEat e nella sua proposta di valore unica”, ha affermato Racheli Vizman, co-fondatrice e CEO di SavorEat. “Sono convinto che l’esperienza di Sodexo nel mercato della ristorazione internazionale e in particolare del Nord America contribuirà in modo significativo allo sviluppo e all’accelerazione del tasso di penetrazione dei nostri prodotti nel mercato internazionale, con particolare attenzione al mercato statunitense.”

 Fondata nel 2018, SavorEat utilizza una combinazione di tecnologia di stampa 3D e metodi di cottura avanzati per produrre alternative vegetali ai prodotti a base di carne. Dopo aver ricevuto investimenti significativi a metà dello scorso anno, la società ha effettuato un’offerta pubblica iniziale (IPO) per essere quotata alla Borsa di Tel Aviv a dicembre, raccogliendo $ 13 milioni nel processo.

Il Robot Chef dell’azienda estrude e cuoce simultaneamente proteine ​​di origine vegetale per formare prodotti a base di carne alternativa che imitano il gusto e la consistenza della carne. La tecnologia consente anche la stampa di carni alternative che soddisfano le preferenze di una persona riguardo alle allergie e ad altre modificazioni genetiche. 

Dopo aver completato lo sviluppo del suo Robot Chef, l’azienda ha realizzato un altro progetto pilota con uno dei famosi franchise di hamburger israeliani, la catena BBB, per sviluppare ulteriormente il sistema e i suoi prodotti a base di carne alternativa, testando la sua portata di marketing in tutta Europa , Asia e Stati Uniti. 

 

Mentre l’idea di rinunciare a fare shopping, preparare e cucinare a favore di pasti stampati in 3D su richiesta può attrarre alcuni studenti universitari nel campo “flexitarian” – coloro che cercano di ridurre il consumo di carne aderendo a una dieta prevalentemente vegetariana – possono ancora aspettare un po’ di tempo prima che questo diventi realtà.

Inizialmente, il pilota con Sodexo vedrà l’installazione del Robot Chef di SavorEat presso università selezionate negli Stati Uniti, dove verranno esaminati il ​​sistema e i primi prodotti a base di carne alternativa. Durante il prossimo anno, e dopo un processo di pianificazione preliminare e il feedback di Sodexo, il pilota prenderà il via nelle università prescelte nel 2022. 

Qui, molti dei sistemi Robot Chef saranno in funzione e SavorEat spera che l’esposizione che guadagna dal suo pubblico target di 20-30 anni sarà vantaggiosa man mano che la tecnologia si avvicina alla commercializzazione. Secondo l’azienda, quasi la metà di questo gruppo target si dichiara flexitarian e probabilmente costituirà un’ampia percentuale della base di clienti dell’azienda se e quando i prodotti saranno commercializzati. 

Oltre al pilota universitario, Sodexo e SavorEat hanno espresso il desiderio di esaminare ulteriori progetti pilota e una cooperazione più a lungo termine in futuro, una mossa che l’azienda di stampa alimentare vede come un passo fondamentale verso la commercializzazione della sua tecnologia e dei suoi prodotti negli Stati Uniti mercato. 

“La partnership di Sodexo con SavorEat estenderà ulteriormente la nostra capacità di fornire gli alimenti a base vegetale che i clienti dei nostri clienti richiedono in numero sempre crescente”, ha affermato Husein Kitabwalla, CEO of Services Operations and Food Transformation presso Sodexo North America. “Nel 2020, le vendite al dettaglio statunitensi di alimenti a base vegetale sono cresciute dell’11,4% raggiungendo la cifra record di $ 5 miliardi e Sodexo è stata a lungo un campione di alternative a base vegetale, sia dal punto di vista ambientale che delle entrate.

“QUESTA PARTNERSHIP TRA SODEXO E SAVOREAT NON FARÀ CHE AUMENTARE LA NOSTRA CAPACITÀ DI OFFRIRE UNA SCELTA AI CONSUMATORI”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi