Secondo lo studio di Essentium la stampa 3d è pronta per la produzione in serie

Lo studio di Essentium mostra: la produzione additiva è pronta per la produzione in serie

Lo specialista della stampa 3D Essentium ha annunciato oggi la prima parte di una serie di risultati di uno studio globale indipendente sugli usi attuali e futuri della stampa 3D industriale. Il terzo studio annuale di Essentium mostra che l’uso della stampa 3D su larga scala è più che raddoppiato nel 70% delle aziende manifatturiere rispetto allo scorso anno. Il numero di aziende che sono passate all’utilizzo della stampa 3D per la produzione di volumi elevati di centinaia di migliaia di parti è raddoppiato dal 7% nel 2019 al 14% nel 2020. Ciò dimostra che la stampa 3D si è sviluppata da tempo fuori dalla fase di prototipo.

Durante la pandemia Covid-19, è diventato evidente che la stampa 3D è in grado di fornire su scala più ampia, o almeno di realizzare gli stampi per realizzare prodotti per mantenere in funzione le linee di assemblaggio. Il sondaggio ha rilevato che il 57% dei produttori ha aumentato la stampa 3D per le parti di produzione per mantenere le loro catene di approvvigionamento durante la crisi. Anche i piani di investimento per la stampa 3D sono cambiati in molte aziende: il 24% degli intervistati è passato completamente alla stampa 3D, il 25% dei produttori si sta aggiornando per soddisfare i requisiti della catena di fornitura e il 30% degli intervistati sta valutando Stampa 3D su scala industriale per colmare le lacune nella catena di fornitura.

Il sondaggio ha evidenziato la crescente aspettativa di materiali di stampa 3D più affidabili e convenienti che soddisfino i promettenti vantaggi della stampa 3D. Il sondaggio ha mostrato un continuo consenso sul fatto che l’industria manifatturiera potrebbe risparmiare miliardi di dollari in costi di produzione una volta che la tecnologia di stampa 3D sarà matura (il 90% dei produttori è d’accordo). La maggioranza (84%) degli intervistati ritiene che le aziende che investono nella stampa 3D avranno un chiaro vantaggio competitivo nei prossimi cinque anni, mentre l’87% ritiene che la stampa 3D guiderà sempre più la produzione locale. Per ottenere questi vantaggi, tuttavia, le innovazioni materiali saranno cruciali per superare le barriere,I materiali (24 percento) contano.

Blake Teipel, CEO e co-fondatore di Essentium, afferma: “I risultati di questo sondaggio mostrano che siamo all’inizio di un cambiamento radicale. La stampa 3D è pronta per la produzione di massa ei produttori stanno già passando alla produzione effettiva per risparmiare sui costi di produzione e costruire catene di fornitura più solide. Ciò consente loro di resistere ai peggiori eventi imprevisti, come la pandemia “.

Metodologia del sondaggio:
169 dirigenti di aziende manifatturiere di tutto il mondo hanno preso parte al sondaggio sulle loro attuali esperienze, sfide e tendenze con la stampa 3D per la produzione in serie. I partecipanti provenivano da aziende di varie dimensioni nei settori aerospaziale, automobilistico, dei beni di consumo e della produzione a contratto.

Be the first to comment on "Secondo lo studio di Essentium la stampa 3d è pronta per la produzione in serie"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi