Sinterit PHS

SINTERIT PROMETTE DI PORTARE LA POST-ELABORAZIONE “AL LIVELLO SUCCESSIVO” CON LA NUOVA STAZIONE DI MANIPOLAZIONE DELLE POLVERI

Il produttore polacco di stampanti 3D Sinterit ha lanciato una stazione di manipolazione delle polveri (PHS) che sostiene porterà la post-elaborazione “al livello successivo”.

Il nuovo spazio di lavoro dell’azienda semplifica e accelera il processo di recupero della polvere integrando ciascuno dei suoi accessori post-stampa in un’unica piattaforma ergonomica. In definitiva, combinando il suo portafoglio, Sinterit mira a soddisfare meglio le esigenze dei suoi utenti SLS desktop più esigenti, nonché quelle dei clienti in una gamma più ampia di settori.

“Sinterit è stata la prima azienda al mondo a portare la tecnologia SLS sul mercato da banco”, ha affermato Michał Grzymala-Moszczynski, cofondatore di Sinterit e capo della ricerca e sviluppo. “Negli ultimi anni abbiamo sviluppato prodotti ascoltando i nostri clienti e oggi vogliamo soddisfare nuovamente le loro esigenze migliorando l’esperienza SLS”.

“SIAMO I PRIMI A OFFRIRE UNA SOLUZIONE COMPLETA CHE SODDISFI TUTTE LE ESIGENZE DEI NOSTRI CLIENTI E L’INTERO PROCESSO DI CREAZIONE DELLE STAMPE.”

Con il suo nuovo banco da lavoro, Sinterit ha aggiunto un altro additivo aggiuntivo al suo portafoglio, specificamente progettato per rendere il recupero della polvere post-stampa il più pulito possibile. La piattaforma stessa include uno spazio dedicato per ciascuno degli strumenti di post-elaborazione dell’azienda, consentendo agli utenti di completare il flusso di lavoro di stampa 3D completo in un’unica posizione.

L’integrazione di ogni fase di lavorazione in un’unica unità consente inoltre agli utilizzatori di completare brevi cicli di produzione con una sola persona, rendendoli più efficienti ed economici di prima. Allo stesso modo, la natura consolidata del PHS permette che il processo di setacciatura avvenga durante la post-elaborazione, che consente alla polvere di essere pronta per la rimescolazione immediata dopo la stampa.

Per facilitare ulteriormente la depolverazione, il PHS include caratteristiche come un foro di aspirazione e un tubo staccabile da 2 metri, che può essere utilizzato come aspirapolvere localizzato. Una volta raccolta, tutta la polvere non sinterizzata può essere trasportata direttamente in un modulo di vagliatura sotto il piano di lavoro, consentendo agli utenti di riciclare comodamente anziché sprecare il materiale.

Anche il banco da lavoro di Sinterit ha una grande capacità, che lo rende in grado di supportare diversi sistemi Lisa e Lisa PRO contemporaneamente e potenzialmente ideale per i clienti più pesanti dell’azienda. Di conseguenza, quando ciascuna di queste caratteristiche viene presa in considerazione, il PHS è il modo più pulito ed efficiente per gli utenti di implementare l’ecosistema di prodotti in crescita di Sinterit.

Sinterit è nota per le sue stampanti 3D Lisa e Lisa PRO e, dall’uscita di quest’ultima nel 2018, si è concentrata sull’estensione delle applicazioni delle sue macchine di punta. Sebbene l’azienda abbia sviluppato nuovi materiali e reso i suoi sistemi più accessibili per raggiungere questo obiettivo, lo ha fatto anche tramite una serie di componenti aggiuntivi di Lisa che ottimizzano le sue prestazioni.

Ad esempio, il separatore di polveri dell’azienda, integrato nel nuovo PHS, vaglia automaticamente i materiali in un’alternativa più rapida e precisa alla vagliatura manuale. I dispositivi elettroformati tendono anche a fornire alle particelle un livello di distribuzione più uniforme, producendo potenzialmente parti con un alto livello di resistenza e finitura superficiale.

L’aspirapolvere ATEX di Sinterit può essere integrato anche nel PHS, fornendo agli utenti un metodo conveniente per riordinare la loro superficie di lavoro e prevenire la contaminazione incrociata dopo la stampa. Il prodotto è anche certificato ATEX, il che significa che una volta combinato con la nuova piattaforma dell’azienda, gli utenti possono distribuire polveri potenzialmente esplosive sapendo che è sicuro farlo.

Infine, il PHS presenta un disegno estraibile anche per il sistema Sandblaster dell’azienda, che consente ai clienti di terminare il processo di stampa nello stesso punto in cui è iniziato. In effetti, quindi, l’ultimo accessorio di Sinterit unisce le sue versioni precedenti in un unico pacchetto user-friendly, che consente agli utenti di ottenere i migliori risultati possibili dalle loro macchine Lisa.

Be the first to comment on "Sinterit PHS"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi