Monete legali stampate in 3D prodotte
 
Una moneta d’argento stampata in 3D e completamente legale  
Un servizio di stampa 3D slovacco ha prodotto monete d’argento che in realtà hanno corso legale.

La stampa 3D di denaro è stata a lungo una fantasia che la gente si chiedeva fosse possibile. Ma ora è stato effettivamente fatto: PRINTY ha stampato in 3D una moneta d’argento a corso legale.

Questo significa che PRINTY o altri possono iniziare a produrre denaro? Non proprio, poiché ci sono una serie di sfide. Ho parlato con Radoslav Behul di PRINTY per saperne di più su questo insolito progetto.


L’azienda, attiva da diversi anni, offre una varietà di servizi di stampa 3D in metallo ai clienti, incluso l’uso di apparecchiature di Desktop Metal ed ExOne. Attualmente gestiscono un sistema Desktop Metal Studio, oltre a due sistemi ExOne 160Pro, con l’obiettivo di utilizzare cinque unità in futuro. Il loro obiettivo è fornire la stampa 3D a basso costo per le industrie che non possono permettersi i tradizionali (e costosi) sistemi di stampa 3D in metallo.

Questa è una buona strategia, poiché ci sono molte operazioni di produzione generali che richiedono parti metalliche a basso volume che non necessitano delle alte tolleranze possibili nella stampa 3D in metallo di fascia alta.

Recentemente PRINTY è stata contattata dalla Zecca di Pressburg a Bratislava per un progetto molto insolito: stampare in 3D una moneta d’argento. La geometria di queste monete era tale che la zecca non poteva produrla con i metodi tradizionali, e contrattarono con PRINTY per l’assistenza nell’ambito di una gara d’appalto pubblica.


Non avevo sentito parlare dell’idea della stampa 3D in argento, ma a quanto pare è possibile farlo con l’attrezzatura ExOne. L’argento, se opportunamente polverizzato, può essere utilizzato come materiale nell’attrezzatura a getto di legante ExOne. Apparentemente ExOne ha assistito PRINTY nello sviluppo dei parametri di stampa necessari, che erano ovviamente molto insoliti.

Una moneta d’argento stampata in 3D subito dopo la stampa, questa è una parte verde [Fonte: PRINTY]


Le monete sono prodotte in un processo a più fasi. Sono i primi stampati in 3D con un raccoglitore. Quindi un processo di sinterizzazione brucia il legante e fonde insieme le particelle d’argento in un oggetto solido. L’oggetto allora d’argento riceve una lucidatura e, infine, in questo caso, i diamanti sono stati apposti sulla moneta, come puoi vedere in alto.

Una moneta d’argento stampata in 3D dopo la sinterizzazione, ma prima della lucidatura [Fonte: PRINTY]
Le monete sono per due paesi del Sud Pacifico: Tokelau, un territorio dipendente dalla Nuova Zelanda e Niue, un’isola indipendente in libera associazione con la Nuova Zelanda. Le monete stampate in 3D devono avere corso legale in queste aree, ma non sono destinate alla circolazione effettiva. La valuta è il dollaro neozelandese.

Una moneta d’argento lucidata stampata in 3D, ma prima dell’installazione del diamante [Fonte: PRINTY]


Quanto sono difficili gli aspetti legali di questo progetto? Behul ha spiegato che devono fornire rapporti trimestrali all’autorità emittente, la zecca neozelandese. Non è che chiunque possa semplicemente stampare monete; devono essere ordinati, tracciati e accettati da una vera zecca.

Ho chiesto a Behul del materiale e lui ha spiegato:

“La stampa 3D delle monete con argento fine 999 non funzionava davvero con il processo a getto di legante e abbiamo dovuto passare all’argento sterling 925 (è un mix di argento e rame al 7%). Questo è un materiale standard per i gioielli. È un materiale molto più duro e funziona meglio con la stampa 3D.

Mi sono reso conto che poteva esserci un problema unico con questo processo: i processi con polvere in genere richiedono un rapporto tra polvere fresca e polvere riciclata inutilizzata dai lavori di stampa precedenti. In molti casi, i sistemi a polvere polimerica finiscono per eliminare parte della polvere usata a causa di questi rapporti. Se questo fosse il caso della polvere d’argento, potrebbe essere un oggetto usa e getta molto costoso.

Behul ha spiegato rapidamente che la polvere d’argento riutilizzata è molto costosa e sono riusciti a ottenere un “riutilizzo del 99%”.

Cosa abbiamo imparato qui? Innanzitutto, è possibile stampare oggetti in argento in 3D, comprese le monete. In secondo luogo, non buttare la polvere d’argento usata! Infine, la stampa 3D di monete probabilmente non è qualcosa che nessuno dovrebbe intraprendere se non specificamente autorizzato. Farlo senza approvazione genererà quasi sicuramente una visita da parte di persone in furgoni neri.

da fabbaloo.com

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi