Start-up Editive

Start-up Editive: stampa 3D di componenti in calcestruzzo utilizzando robot

La start-up Aeditive ha sviluppato un processo per stampare in 3D componenti in calcestruzzo utilizzando robot. KUKA sta studiando l’ulteriore automazione della costruzione.

Secondo il comunicato stampa dell’azienda, il settore edile non deve solo affrontare le attuali sfide della pandemia della corona. Anche la crescente carenza di lavoratori qualificati e la necessità di recuperare il ritardo in materia di digitalizzazione stanno causando problemi all’industria, ad esempio nella pianificazione digitale o nelle tecnologie di produzione automatizzate. La start-up Aeditive ha sviluppato un processo basato su robot con KUKA Technologie che ha lo scopo di cambiare questo.

“Difetti strutturali e metodi di lavoro obsoleti sono onnipresenti nel settore edile”, afferma Alois Buch, Vice President Advanced Robotic Applications di KUKA. La comunicazione tra architetti, costruttori e designer è spesso caratterizzata da un pensiero a silos. Inoltre, l’industria è minacciata da una carenza di lavoratori qualificati come nessun altro. “La digitalizzazione e la robotica sono le chiavi per risolvere queste sfide. L’industria delle costruzioni ha molto da recuperare qui e offre un enorme potenziale per l’automazione “.

Aeditive sviluppa stampanti 3D per componenti in calcestruzzo
La start-up Aeditive dimostra che la robotica può già essere utilizzata in modo ragionevole nel settore delle costruzioni. L’azienda di Amburgo ha sviluppato il “Concrete Aeditor”, un tipo di contenitore da costruzione in cui i componenti in calcestruzzo vengono prodotti in modo additivo strato per strato con l’aiuto di due robot KUKA utilizzando un processo a spruzzo. “I nostri clienti non dipendono più da casseforme costose e che richiedono tempo. In questo modo, possiamo aumentare significativamente il grado di automazione e sostenibilità della produzione – ea costi competitivi “, afferma Alexander Türk, CEO e uno dei quattro fondatori di Aeditive.

Il “Concrete Aeditor” deve essere utilizzato nella prima fase nelle fabbriche di prefabbricati e nella seconda fase direttamente nei cantieri. “L’industria edile è all’inizio del suo processo di digitalizzazione e automazione. I robot giocheranno un ruolo importante in questo. In qualità di fornitore di soluzioni, vogliamo essere pronti in una fase iniziale “, afferma Alexander Türk.

KUKA è coinvolta nel progetto “Internet of Construction”
In KUKA, l’apertura di nuovi settori come l’industria delle costruzioni è molto importante. “In futuro, i robot potrebbero essere utilizzati nella produzione di componenti per l’edilizia. È concepibile anche l’uso in cantiere ”, afferma Alois Schrift. Ciò potrebbe portare a un aumento della produttività, che a sua volta andrebbe a vantaggio della crescente necessità di spazi abitativi.

Da qualche tempo KUKA è anche coinvolta nel progetto “Internet of Construction” presso la RWTH Aachen University. Il progetto si occupa di digitalizzazione, modelli di edilizia digitale e networking di aziende lungo la catena del valore e mira, tra l’altro, ad aumentare il rispetto delle scadenze e la qualità costruttiva del settore edile con l’ausilio di un flusso continuo di informazioni.

Be the first to comment on "Start-up Editive"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi