Stratasys presenta la J35 Pro e laJ55 Prime,

Stratasys   leader nelle soluzioni di stampa 3D a base di polimeri, ha annunciato oggi il lancio di due nuove stampanti 3D PolyJet™, Stratasys J35™ Pro e Stratasys J55™ Prime, oltre a nuove soluzioni software per la ricerca e la prototipazione del packaging.

Stratasys ha accelerato il ritmo del suo processo di innovazione utilizzando la tecnologia PolyJet, per progettisti e ingegneri sempre più impegnati a immettere sul mercato prodotti nuovi e migliorati in modo più rapido ed efficiente. J35 Pro è la prima stampante 3D multi-materiale per desktop prodotta da Stratasys, mentre J55 Prime arricchisce le funzionalità della stampante 3D J55 includendo un nuovo set di materiali versatili che forniscono capacità tattili, strutturali e sensoriali, oltre a una straordinaria varietà di colori.   

“Il nostro obiettivo è aiutare progettisti e ingegneri a trasformare in realtà qualsiasi cosa riescano a immaginare”, afferma Shamir Shoham, Vice Presidente del Design di Stratasys. “La versatilità della tecnologia di stampa 3D multi-materiale PolyJet consente ai nostri clienti di ottenere modelli e prototipi di packaging in modo rapido ed efficiente ma, allo stesso tempo, con un realismo eccezionale, che si distingue dalle altre tecnologie di stampa 3D”.

Con J35 Pro, la stampa multi-materiale PolyJet si trasferisce sul desktop a prezzi convenienti

Estremamente versatile, la nuova J35 Pro è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza: dalla modellazione concettuale alla realizzazione di modelli ad alta fedeltà, realistici e completamente funzionanti. Questa stampante 3D desktop multi-materiale all-in-one è la soluzione ideale per gli uffici che svolgono attività di ingegneria e progettazione. J35 Pro consente di combinare una varietà di materiali, tra cui Vero™ UltraClear, che possono essere stampati simultaneamente offrendo a ingegneri e progettisti la flessibilità di produrre parti che corrispondono alle loro esatte esigenze. La stampante consente di caricare fino a tre materiali, che possono essere stampati come singole parti o combinati nella stessa parte del modello, sullo stesso vassoio. Le applicazioni includono sovrastampaggio, simulazione di riempimento e stampa in scala di grigi.

“Ci siamo resi conto che impieghiamo molto tempo per la creazione e il collaudo dei modelli. Se un cliente deve apportare modifiche o se il modello non funziona come previsto, siamo costretti a ripetere l’intero processo. Adesso, grazie all’introduzione di J35 Pro nel nostro ufficio, possiamo creare modelli e prototipi in sede e in un solo giorno, avendo così la possibilità di iterare, correggere gli errori e verificare in modo più efficiente i progetti con i nostri clienti”, spiega Yaniv Adir, project manager per Taga Innovations, Ltd, una società di ingegneria manifatturiera di Tel Aviv, in Israele. “Grazie a questa stampante, abbiamo rivoluzionato il modo in cui lavoriamo”.

Le capacità multi-materiale della stampante permettono a progettisti e ingegneri di combinare la più vasta gamma di colori e materiali in scala di grigi in una singola stampa e di ottenere allo stesso tempo forme complesse, dettagli particolareggiati e caratteristiche precise. Oltre a un’anteprima dell’aspetto del prodotto, ingegneri e progettisti possono anche collaudarne la funzionalità nella fase di pre-produzione. La stampante J35 Pro offre anche un flusso di lavoro dalla progettazione alla stampa semplificato e basato su GrabCAD Print™ che permette agli utenti di importare i propri progetti utilizzando file CAD nativi o formati di file 3MF.

J35 Pro può essere ordinata già da oggi e l’inizio delle spedizioni è previsto per il mese di settembre. Fai clic qui per ulteriori informazioni.

Prototipi visivi di packaging che non sembrano stampati in 3D 
La nuova soluzione di packaging di Stratasys permette ai progettisti di realizzare facilmente prototipi complessi, ad alta trasparenza, a colori e ad alta fedeltà, che simulano accuratamente la confezione finale, comprese combinazioni di colori, texture, trasparenza e flessibilità estremamente realistiche, compresa la possibilità di stampare bottiglie di vetro simulate e di aggiungere “etichette” con testo e immagini nitide conformi agli standard di etichettatura della grafica 2D. È inoltre possibile incorporare prodotti simulati o riempimenti, come cosmetici, make-up o liquidi, per ottenere il massimo in termini di realismo della prototipazione rapida. I progettisti sono ora in grado di realizzare prototipi talmente realistici che è difficile credere che non si tratti del prodotto finale.

“I modelli ultra-realistici concretizzano l’idea agli occhi dei nostri clienti, permettendo di accelerare il processo decisionale. Oramai siamo distanti anni luce dai noiosi modelli tutti bianchi che si producevano prima della stampa 3D: oggi le possibilità sono infinite”, spiega Jeremy Garrard, Direttore delle divisioni market development, design e R&D di Quadpack, un fornitore di soluzioni di packaging a livello globale, con sede a Barcellona, Spagna. “Insieme al lavoro svolto per la nostra gamma QLine e per i nostri clienti, i modelli che produciamo contribuiscono a influenzare e ispirare il settore. Un esempio? Abbiamo stampato oltre 500 pezzi per #QPPackfuture, il nostro rapporto annuale sulle tendenze, in cui il team presenta la sua visione per il futuro del packaging per la cosmetica, con tanto di campioni”.

La soluzione software per il packaging sarà presto disponibile attraverso GrabCAD Print ed è compatibile con le stampanti 3D Stratasys J8™ Prime, Stratasys J7 Series™ e Stratasys J55™ Prime. Per saperne di più su come la tecnologia PolyJet può portare la prototipazione del packaging a un livello superiore, visita www.stratasys.com/packaging.

J55 Prime amplia le possibilità di prototipazione

Il modello J55 Prime si basa sulla tecnologia della stampante 3D Stratasys J55™, introdotta nel 2020. Il nuovo sistema si spinge oltre la stampa a colori con nuovi materiali che abilitano capacità tattili, strutturali e sensoriali. Oltre ai modelli visivi altamente realistici già esistenti, la stampante utilizza un maggior numero di materiali che soddisfano le esigenze del design e della prototipazione funzionale e biocompatibile, tra cui:

Elastico™ Clear ed Elastico™ Black per una stampa flessibile e morbida al tatto che simula accuratamente l’aspetto, la sensazione e la funzione dei prodotti in simil-gomma.
Digital ABS™ Ivory per progetti di forte impatto come stampi, maschere, staffaggi e prototipi funzionali.
Vero™ContactClear, un materiale traslucido progettato per il contatto prolungato con la cute o il corpo, come dispositivi medici, indumenti per lo sport o dispositivi indossabili. 
I colori ultra-opachi offerti dalla famiglia di materiali VeroUltra™ introducono grafica e testo 2D, colori vivaci e accurati con una migliore simulazione plastica, innalzando gli standard qualitativi dei modelli multi-materiale stampati in 3D.
Silenziosa, inodore e con un design compatto, J55 Prime è adatta all’ambiente d’ufficio. La stampante può essere ordinata già da ora e l’inizio delle spedizioni è previsto per il mese di luglio 2021. Per ulteriori informazioni, visita la pagina web di J55 Prime.

I ricercatori accelerano l’innovazione con la potenza di PolyJet

Il pacchetto di ricerca fornisce agli utenti una maggiore flessibilità durante il processo di stampa, permettendo loro di esplorare e sperimentare la fabbricazione additiva e accelerare l’innovazione in laboratorio. Adesso, gli innovatori possono usare i materiali per stampare con vuoti d’aria e liquidi o incorporare un ogg etto nella stampa. Superando realmente i confini di ciò che è possibile, i ricercatori possono inoltre sfruttare questo vasto insieme di materiali e capacità per sperimentare la stampa 4D, ovvero il processo per cui un oggetto stampato in 3D subisce una trasformazione dovuta all’influenza di un altro materiale o elemento esterno. In combinazione con GrabCAD Voxel Print™, gli utenti del software possono definire i dati volumetrici per ciascun voxel 3D nell’intero modello. Questo garantisce un livello avanzato di controllo su scala microscopica, per risoluzioni più elevate, un posizionamento del colore più preciso e variazione del valore shore all’interno di una stessa parte.

Be the first to comment on "Stratasys presenta la J35 Pro e laJ55 Prime,"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi