Velo3D apre il Centro Tecnologico Europeo e annuncia Schoeller-Bleckmann Oilfield come cliente 

Velo3D ha annunciato l’apertura di un centro tecnico ad Augsburg, in Germania, dove verranno assemblati e dimostrati i sistemi di stampa 3D in metallo Sapphire dell’azienda.

Ha anche ottenuto il suo primo cliente europeo, con il produttore a contratto Schoeller-Bleckmann Oilfield (SBO) Technology che adotta il sistema Sapphire per migliorare la sua offerta di servizi all’industria petrolifera e del gas. Velo3D afferma che i due sviluppi rappresentano un’espansione significativa della sua presenza nel continente, che sarà sottolineata quando esporrà a Formnext la prossima settimana.

L’European Technology Centre dell’azienda ha sede presso l’Augsburg Innovations Park e comprende oltre 1.200 piedi quadrati di spazio attraverso una sala principale – dove sarà ospitato Sapphire Systems – così come un’area di laboratorio, uffici e sale conferenze. Questa struttura, secondo Velo3D, aiuterà a migliorare i servizi che fornisce a SBO e ai futuri clienti europei.

“L’Europa è un mercato chiave per la crescita di Velo3D nei prossimi anni e siamo entusiasti di fornire la nostra prima soluzione di produzione additiva end-to-end e di aprire il nostro nuovo centro tecnico per accelerare questa espansione”, ha commentato il fondatore e CEO di Velo3D Benny Buller. “Con le soluzioni end-to-end di Velo3D, provare per credere e nella nostra struttura di Augsburg saremo in grado di dimostrare di persona la nostra straordinaria tecnologia di produzione additiva ai potenziali clienti. Siamo inoltre lieti di essere lanciati in Europa con il nostro primo cliente, SBO, a supporto dei suoi sforzi per espandere le sue capacità e servire nuovi settori utilizzando il nostro sistema Sapphire”.

SBO è una multinazionale con oltre 1.000 dipendenti in tutto il mondo che utilizzano 450 macchine CNC. Sta espandendo le sue capacità con la tecnologia di stampa 3D in metallo di Velo3D meno di due anni dopo che la sua consociata con sede negli Stati Uniti, Knust-Godwin LLC, ha acquisito un sistema Sapphire per costruire parti di produzione per i clienti del settore aerospaziale e del petrolio e del gas. Portando la capacità alla sede austriaca di SBO, l’azienda utilizzerà il sistema Sapphire per stampare parti metalliche complesse in Inconel 718 secondo le certificazioni EN 9100, ISO 9001 e ISO 14001.

“Aggiungendo l’innovativa soluzione di produzione additiva di Velo3D alle nostre capacità, saremo in grado di espanderci in nuovi mercati e servire nuovi clienti, aiutandoli a costruire parti metalliche che in precedenza si pensava fossero impossibili da creare”, ha offerto Campbell MacPherson, SBO EVP di Advanced Manufacturing. “Negli ultimi anni, molti dei nostri clienti hanno chiesto informazioni sulla stampa 3D. La capacità di Velo3D di creare parti senza doverle progettare per la produzione additiva lo distingue rispetto ad altre soluzioni. La sua soluzione end-to-end è molto complementare alle nostre offerte esistenti e ci consentirà di migliorare notevolmente la catena di approvvigionamento per i nostri clienti”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi