3D LifePrints ha annunciato la nomina dell’ex astronauta della NASA, il dott. Scott E Parazynski, al suo consiglio di amministrazione in occasione del lancio dei servizi di stampa 3D medica negli Stati Uniti.

L’ azienda certificata ISO 13485 sta aprendo nuove strutture di stampa 3D medicale embedded in Texas, con il lancio di hub Point of Care che seguiranno in numerosi altri stati in collaborazione con i principali ospedali statunitensi.

3D LifePrints si sta espandendo negli Stati Uniti come parte del programma ABHI US Accelerator in collaborazione con Dell Medical School. Nella sua struttura in Texas, la società lavorerà a stretto contatto con chirurghi e medici per fornire modelli anatomici stampati in 3D specifici per il paziente, nonché dispositivi di simulazione chirurgica e training personalizzati, in una gamma di specialità chirurgiche che includono pediatrica, cardiotoracica, ortopedica e altro ancora. Ogni struttura point of care che 3D LifePrints lancia negli Stati Uniti includerà ingegneri biomedici in loco, una gamma di hardware di stampa 3D e una suite di software.

La motivazione alla base della fornitura di questi servizi è supportare gli ospedali nella riduzione dei costi operativi e nel miglioramento dei risultati per i pazienti. Come parte di questo obiettivo, 3D LifePrints ha cercato di appoggiarsi all’esperienza e alla competenza del dottor Parazynski, che ha studiato a Stanford e ad Harvard e ha fondato Fluidity Technologies dopo il ritiro dalla NASA.

“La stampa 3D sta rivoluzionando il settore sanitario in tutto il mondo, fornendo a chirurghi e medici prodotti e servizi specifici per il paziente al fine di migliorare i risultati dei pazienti e ridurre i costi”, ha commentato Paul Fotheringham, fondatore e Chief Technology Officer di 3D LifePrints. “Siamo lieti di iniziare la nostra espansione internazionale negli Stati Uniti, dove siamo già in grado di fornire una gamma delle nostre soluzioni mediche 3D all’avanguardia. È anche un grande onore per noi accogliere il dottor Parazynski nel nostro gruppo dirigente; aver attratto una figura del suo calibro dimostra le ambizioni della nostra azienda”.

“Siamo entusiasti di apprendere del successo di 3D LifePrints negli Stati Uniti, il cui modello di business unico e le cui tecnologie stanno aiutando a migliorare l’assistenza sia per i pazienti che per i medici”, ha aggiunto Paul Benton, amministratore delegato, International ABHI. “Sono lieto che attraverso programmi come US Accelerator, le aziende con sede nel Regno Unito possano trovare l’opportunità di connettersi con nuovi partner ed estendere i vantaggi dei loro servizi”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi