Il progetto Irish GUARD intensifica gli sforzi contro il contrabbando di droga con i droni autonomi

L’industria e il mondo accademico collaborano in Irlanda per un approccio high-tech alla lotta al traffico di droga.

Sforzi antidroga ad alta tecnologiaTech
Il traffico internazionale di droga è un grave problema. Poiché i contrabbandieri sono diventati più esperti nell’eludere la sicurezza delle frontiere con le loro merci illecite, anche coloro che lavorano per combatterli devono migliorare il proprio gioco. Da qualche tempo si intravedono soluzioni high-tech a questi tentativi di interdizione del contrabbando di droga.

Tenere d’occhio i contrabbandieri marittimi può essere complicato. I mari sono vasti ed è quasi impossibile osservare ogni centimetro di ogni costa. Veicoli aerei senza equipaggio (UAV), o droni, si sono uniti in tali sforzi. La Guardia Costiera degli Stati Uniti, ad esempio, ha assistito alla sua prima grande repressione di droga autonoma assistita da UAV nel 2013 , quando una dimostrazione di due settimane con UAV ScanEagle è stata fondamentale in un divieto di cocaina di quasi 600 kg.

Ma non è solo un problema degli Stati Uniti e non è solo una soluzione UAV.



A quanto pare, l’Irlanda è diventata un’area problematica. Come spiega il fornitore irlandese di soluzioni per la catena di approvvigionamento di produzione additiva WAZP :

“L’Irlanda è stata identificata come uno degli obiettivi più deboli per il traffico di droga nell’UE. Ha oltre 3.000 km di costa e un’area marina che è oltre 10 volte la sua superficie terrestre”.
Fondo per l’innovazione delle tecnologie dirompenti
Questa primavera, il governo irlandese ha annunciato 29 iniziative da sostenere nell’ambito di un nuovo fondo tecnologico. Come lo descrive il Dipartimento per le imprese, il commercio e l’occupazione :

“Il Disruptive Technologies Innovation Fund (DTIF) è un fondo da 500 milioni di euro istituito nell’ambito del Project Ireland 2040 ed è gestito dal Dipartimento con il supporto amministrativo di Enterprise Ireland.

Un totale di 29 progetti dirompenti e innovativi hanno avuto successo nell’ambito del terzo bando del Disruptive Technologies Innovation Fund (DTIF). I progetti condivideranno 95 milioni di euro nei prossimi tre anni. Il finanziamento è stato annunciato dal Tánaiste e dal ministro per le imprese, il commercio e l’occupazione, Leo Varadkar TD, dal ministro per l’istruzione superiore e superiore, la ricerca, l’innovazione e la scienza, Simon Harris TD e dal ministro di Stato per la promozione commerciale, il digitale e la regolamentazione aziendale Robert Troy TD il 22 aprile 2021.

I progetti approvati coprono aree come le scienze della vita, i dispositivi medici, le TIC, l’intelligenza artificiale, la produzione e la sostenibilità ambientale. I 95 milioni di euro annunciati oggi portano il finanziamento pubblico totale assegnato nell’ambito dei tre bandi DTIF fino ad oggi a 235 milioni di euro in 72 progetti con 270 partner di progetto.
Tra i 29 progetti più recenti c’è GUARD: Drug Interdiction Using Smart Drones. La descrizione del progetto recita:

“Utilizzare l’intelligenza artificiale per sviluppare droni per rilevare il traffico di droga. Questo progetto stabilirà l’Irlanda come leader mondiale nei droni autonomi e nelle tecnologie di intelligenza artificiale dei droni. Le capacità avanzate dei droni sviluppate miglioreranno notevolmente le capacità e ridurranno i costi per impedire il contrabbando di droga”.


Droni GUARDIA contro il contrabbando di droga
I partner industriali WAZP, A-techSYN e VRAI e i partner accademici Il Tyndall National Institute, l’Università di Limerick (UL) e l’University College Dublin (UCD) stanno riunendo una suite di tecnologie avanzate tra cui:

Droni autonomi
AI
VR
Interfacce utente
Gemelli digitali
Stampa 3D di nuova generazione
I partner e le tecnologie vengono riuniti “per aiutare la marina e le dogane irlandesi a migliorare notevolmente i loro sforzi di interdizione del contrabbando di droga e ridurre i costi”, spiega WAZP. Continuano:

“GUARD saranno i primi droni marinizzati al mondo in grado di resistere a forti venti, in grado di decollare e atterrare ovunque, comprese le navi da e per le navi, con una portata di 800 km e operare oltre la linea di vista”.
I nuovi droni seguiranno le traiettorie di volo utilizzando tecniche intelligenti di intelligenza artificiale. Il supporto Swarm consentirà a squadre di droni di lavorare insieme, coprendo vaste aree contemporaneamente, monitorando quella costa irlandese lunghissima.

“Data l’aspettativa di essere testato e dispiegato nei mari irlandesi, il GUARD UAS dovrebbe essere utilizzato dalle navi in ​​condizioni di mare difficili… così come sulla terra”, spiega il partner accademico UL .
Come parte del finanziamento DTIF di 5,1 milioni di euro per il progetto, la stessa WAZP ha ottenuto 1,1 milioni di euro per sviluppare le sue tecnologie.

La società stamperà in 3D parti come componenti RF tra cui guide d’onda, lenti, antenne e filtri. Queste parti, spiegano, “creeranno una nuova rete mesh a onde Gigabit mm, che, combinata con i collegamenti satellitari e cellulari esistenti, si tradurrà in una nuova comunicazione wireless; che consentirà ai droni di trasmettere immagini e video ad alta risoluzione ai decisori”.



Il progetto GUARD e il suo finanziamento miglioreranno non solo la sicurezza dei confini irlandesi, ma anche delle attività in essi contenute. Cioè, WAZP e le altre PMI e istituzioni coinvolte sono pronte per una maggiore crescita anche attraverso la loro partecipazione.

“Siamo lieti che il progetto GUARD sia stato selezionato per DTIF. È una grande opportunità per dimostrare che l’Irlanda è in prima linea nell’innovazione e nella tecnologia”, ha affermato Shane Hassett, CEO e co-fondatore di WAZP. “Il team non vede l’ora di portare le nostre conoscenze e competenze nella catena di approvvigionamento digitale e nella produzione additiva sul tavolo e di collaborare con gli altri partner e imparare da loro per creare qualcosa di cui c’è un disperato bisogno. Questo finanziamento significherà più posti di lavoro per ciascuno dei partner e si tradurrà nell’espansione del nostro team con ulteriori 25 posti di lavoro”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi