Wikifactory lancia il mercato della produzione 

 

Cos’è Wikifactory? È stato lanciato tre anni fa dopo alcuni anni di sviluppo e promette di rivoluzionare lo sviluppo di prodotti hardware.

 
Come sta succedendo? Il loro concetto di base è che lo sviluppo dell’hardware dovrebbe essere come lo sviluppo del software, in cui ci sono tonnellate di strumenti e servizi per facilitare lo sforzo di lavoro e semplificare le procedure. Il software oggi può essere sviluppato molto più velocemente che mai nella storia, in parte a causa dell’ambiente che si è sviluppato nel tempo. D’altra parte, produrre hardware a un ritmo simile continua a essere una sfida.

Wikifactory ha lanciato una serie simile a GitHub, in cui i designer possono lavorare insieme online per sviluppare in modo iterativo prodotti hardware attraverso la condivisione di progetti. Wikifactory include una serie di strumenti per rendere quell’esperienza fluida ed efficace.

Il servizio è disponibile gratuitamente, ma i progetti non sono privati, come nel modello GitHub. È stato efficace, dato che Wikifactory ha finora attratto un incredibile 90.000 partecipanti da 90 paesi. Il servizio privato è attualmente “solo su invito” in questo momento.

L’annuncio di oggi porta Wikifactory a un altro livello.

 
Considera i loro servizi attuali: consentono ai designer di lavorare insieme per creare un design efficace e, in definitiva, un prototipo.



Ma cosa succede dopo? Bene, fabbricare l’oggetto, ovviamente.

Ecco di cosa tratta l’annuncio. Wikifactory spiega:

“Una volta che i designer hanno creato, condiviso, esaminato e collaborato alla progettazione di un prodotto, il nuovo sistema Collaborative Manufacturing Marketplace offre loro una soluzione online per la prototipazione e la produzione di hardware, in qualsiasi parte del mondo. Fornisce preventivi online, consegna globale e tempi di produzione più rapidi per lavorazione CNC, lamiera, stampa 3D e stampaggio a iniezione con oltre 150 materiali e preimpostazioni tramite produttori globali e locali.
Questo completa il ciclo di vita di un prodotto: progettazione, prototipazione e infine produzione.

Questo è un grande risultato per Wikifactory, che ha ricevuto un aumento degli investimenti di 4,5 milioni di dollari solo l’anno scorso. Evidentemente quel denaro ha aiutato lo sviluppo del nuovo servizio.

La componente di produzione può aumentare l’utilizzo di Wikifactory, poiché i partecipanti sanno di avere un percorso facile per la produzione completa, se il loro design dovesse arrivare così lontano. Questo potrebbe essere un collegamento molto potente, perché molti designer sanno come progettare, ma molto meno sulla produzione. Questa mancanza di esperienza potrebbe renderli più propensi a fare il “passo facile” di utilizzare semplicemente il nuovo servizio di produzione di Wikifactory.

C’è qualcos’altro qui: questo pone Wikifactory in concorrenza con molti altri servizi e reti di produzione di alto livello. Hub, ad esempio, (ora parte di Protolabs), è uno di questi, così come Xometry. Molte di queste aziende ricoprono le prime posizioni nella nostra classifica settimanale delle azioni delle società di stampa 3D, quindi mi chiedo se Wikifactory potrebbe a un certo punto unirsi a loro.

Wikifactory ha un vantaggio rispetto ai concorrenti della rete di produzione in quanto ha la pipeline di input dei progettisti per generare automaticamente utenti di rete. Altri servizi di produzione non sembrano avere un livello di progettazione così completo e potrebbero essere svantaggiati.

I prossimi anni dovrebbero essere molto interessanti per Wikifactory.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi